Nei primi 3 mesi del 2012 buona crescita per Microsoft

Nei primi 3 mesi del 2012 buona crescita per Microsoft

Risultato positivo per Microsoft nel terzo trimestre fiscale dell'esercizio 2012, corrispondente ai primi 3 mesi dell'anno. Tutte le divisioni mostrano segnali di crescita, fatta eccezione per quella legata al mondo delle console che risente dell'attesa per le proposte di prossima generazione

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:01 nel canale Mercato
Microsoft
 

Giornata di risultati finanziari anche per Microsoft quella del 19 Aprile 2012. L'azienda americana ha registrato un fatturato, per il terzo trimestre fiscale dell'esercizio 2012 conclusosi lo scorso 31 Marzo, pari a 17,41 miliardi di dollari USA, in crescita del 6% nel confronto con lo stesso periodo dello scorso anno.

Risultato positivo anche per quanto riguarda l'utile operativo, pari a 6,37 miliardi di dollari in crescita del 12% rispetto a 12 mesi fa. L'utile netto è stato pari a 5,11 miliardi di dollari, pari a 60 centesimi di dollaro per azione, di fatto allineato a quello registrato l'anno scorso.

Buon risultato della divisione Server e Tools, con un incremento del fatturato del 14% su base annuale a testimonianza di come il mercato enterprise stia tornando a imvestimenti e spese allineate all'andamento storico. Andamento simile per la divisione Business, capace di incrementare del 9% su base annua il fatturato di periodo.

Le vendite di sistemi operativi Windows 7 continuano a buon ritmo, alla luce della crescita del 4% registrata dalla divisione Windows e Windows Live. Lieve crescita per la divisione Online Services, che continua a generare una perdita di esercizio ma con un dato che è progressivamente più contenuto che nei trimestri precedenti. In calo, infine, le vendite della divisione Entertainment e Devices, a testimoniare come la domanda di console Xbox 360 sia in contrazione così come lo è del resto per le altre proposte concorrenti:  in questo caso il risultato è negativo per 229 milioni di dollari

Nel complesso il terzo trimestre dell'esercizio fiscale 2012 si chiude positivamente per Microsoft, con un risultato più che positivo per molte divisioni e una ripresa in quella legata ai servizi online, Bing in primis, che non è in ogni caso ancora capace di generare un risultato positivo. Resta da capire cosa accadrà alla domanda di console nei prossimi trimestri, quantomeno sino a quando non sarà introdotta la console Xbox di prossima generazione.

67 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Malek8621 Aprile 2012, 12:21 #1
Microsoft, nonostante sembri "perdere il treno" su quasi ogni nuovo settore di tipo tecnologico, riesce comunque ad incrementare i ricavi/profitti ad ogni anno fiscale che passa...

Eppure, se dovessi fare un'analisi dell'azienda, credo che qualche segnale preoccupante lo vedrei. Anche più d'uno.

Comunque, almeno per il momento, sono numeri che non si possono ignorare.
Spectrum7glr21 Aprile 2012, 15:04 #2
Ms per anni ha pagato presso gli investitori il suo status di monopolista in ambito home...è di tutta evidenza che quando controlli il 90% del mercato non hai possibilità vere di crescita ma rischi solo di perdere a vantaggio di altri (cosa che è successa per altro nel mercato smartphone: ms ha di fatto "inventato" lo smartphone per poi ritrovarsi costretta ad inseguire).

Da qualche anno però MS è riuscita nell'intento di diversificare le sue fonti di ricavo e questo getta una luce positiva sulle sue chances di esserci da protagonista anche per il decennio che verrà.

Se pensi che adesso la divisione server produce ricavi praticamente in linea con la divisione home quando fino a 3-4 anni fa valeva meno di un terzo e che questa crescita è avvenuta in settori altamente competitivi dove non era leader di mercato (pensa al settore DB/ERP/CRM dove è passata da essere un comprimario ad essere un competitor di primo piano erodendo quote di mercato ad avversari non certo piccoli come Oracle o al successo crescente di windows server nelle sue varie incarnazioni ,di exchange, delle soluzuioni di virtualizzazione che hanno costretto i competitor a comprimere notevolmente i loro margini etc etc)....aggiungi che in questo settore le possibilità di crescita sono enormi (=c'è molto mercato da conquistare).

Ancora, mentre fino a 4-5 anni fa la divisione Bussiness (leggi Office) rappresentava oltre il 60% dei ricavi adesso il suo peso è sceso sotto il 40%...e questo è avvenuto in un contesto di crescita della stessa divisione (cioè i ricavi nel setore specifico sono cresciuti ma il resto è cresciuto di più.

continunado negli ultimi anni anche la divisione entertainment ha cominciato a generare profitti interessanti in un quadro di ricavi in costante crescita (dopo anni di "rosso" e finalmente anche il settore online comincia a dare segni di vita e non è una folia pensare che possa seguire un patter simile alla divisione entertainment (dopo un inizio fatto di grossi investimenti a fronte di perdite ingentissime il vento sembra aver cambiato direzione: i ricavi salgono e le perdite si assottigliano).

Certo rimane l'occasione persa del mondo smartphone (dove ms aveva il quasi monopolio ed è ridotta a quote trascurabili di mercato) ...ma è innegabile che ci stiano investendo tanto e che hanno finalmente un prodotto competitivo: vedremo se le spalle costruite in questi ultimi anni in altri settroi saranno abbastanza larghe da sostenere lo sforzo ma le premesse per poterci provare e per fronteggiare anche qualche anno di riusltati inferiori alle aspettative secondo me ci sono.
MS non è per nulla morta e tantomeno malata.
Tasslehoff21 Aprile 2012, 18:15 #3
Per come la vedo io MS non ha affatto perso un treno, ha solo puntato su concretezza e soluzioni che realmente servono al pubblico, lasciando le scemenze (mondo mobile, social e capricci di altro genere) alla concorrenza.
Prima o poi questa ondata di entusiasmo su smartphone e tablet scemerà come tante altre mode in passato e la gente si renderà conto che il mondo reale (sia privato che business) ha esigenze concrete che solo la flessibilità di un sistema a tutto tondo come il pc può garantire.

Dalla mia esperienza professionale non vedo tutto questo ritorno in ambito enterprise con db, erp, os e soluzioni di groupware.
MS SQL è sempre la solita cenerentola del mondo dbms, dove Oracle spadroneggia da sempre e dove invece IBM DB2 sta rosicchiando sempre più quote di mercato.
Gli erp non sono il mio campo, ma basandomi sul feedback di colleghi consulenti che lavorano in quell'ambito i protagonisti sono ben altri.
Sui sistemi operativi Windows Server campa esclusivamente per le soluzioni Small Business ed esclusivamente nella pmi.

Sul groupware Exchange a me sembra sia stato pesantemente ridimensionato, è un prodotto che ha sempre avuto il suo cavallo di battaglia nella pmi grazie alle soluzioni SMB che citavo sopra.
Proprio quest'ambito è il target ideale per le soluzioni cloud, che invece diventano insostenibili e costosissime quando gli utenti salgono.
In ambito enterprise le soluzioni cloud sono estremamente costose, idem per Exchange che è sempre stato un carrozzone abominevole e costosissimo (il fatto che manchi anche soltanto una procedura di upgrade la dice lunga sulla qualità del prodotto), non a caso nelle aziende/enti con un buon numero di utenti Lotus Domino/Notes è decisamente preferito.
Ethan0121 Aprile 2012, 19:10 #4
Ragazzi ma qui stiamo parlando dei creatori del più grande sistema operativo di sempre.

Tutto il mondo gira intorno a Windows,anche la concorrenza si adatta...scomparirà quando scomparirà l'uomo sulla terra....
MasterGuru21 Aprile 2012, 22:18 #5

MS

non mi stupisco..e non ha perso il treno ancora...vedere Windows Phone 7 che é il SO mobile piú veloce ed affidabile in giro oggi.
Windows 8 é alle porte e metterá alla frusta tutti i fanboy Apple, in quanto a prestazioni velocistiche col nuovo file system.
in quanto all'ambito server, Windows Server é molto usato. Azure mi pare non costi molto piú di Amazon EC2.
In quanto a Lotus Notes/Domino, posso dire che é un mattone allucinante
acerbo22 Aprile 2012, 02:36 #6
Originariamente inviato da: MasterGuru
non mi stupisco..e non ha perso il treno ancora...vedere Windows Phone 7 che é il SO mobile piú veloce ed affidabile in giro oggi.
Windows 8 é alle porte e metterá alla frusta tutti i fanboy Apple, in quanto a prestazioni velocistiche col nuovo file system.
in quanto all'ambito server, Windows Server é molto usato. Azure mi pare non costi molto piú di Amazon EC2.
In quanto a Lotus Notes/Domino, posso dire che é un mattone allucinante


acerbo22 Aprile 2012, 02:38 #7
Originariamente inviato da: Ethan01
Ragazzi ma qui stiamo parlando dei creatori del più grande sistema operativo di sempre.

Tutto il mondo gira intorno a Windows,anche la concorrenza si adatta...scomparirà quando scomparirà l'uomo sulla terra....


LMCH22 Aprile 2012, 05:17 #8
Mi sa che qualcuno tra quelli che hanno postato commenti dovrebbe prima leggere con più attenzione l'articolo:
L'utile netto è stato pari a 5,11 miliardi di dollari, pari a 60 centesimi di dollaro per azione, di fatto allineato a quello registrato l'anno scorso.
giofal22 Aprile 2012, 12:53 #9
Microsoft non ha MAI fatto innovazione.

Si è sempre trovata costretta a rincorrere per poi passare a ruolo di monopolista per (a me oscure) politiche di marketing.

Però per fortuna il vento sta cambiando.

Nei prossimi anni Microsoft dovrà vedersela sempre di più con chi innovazione la fa, ed ha deciso di uscire dal suo ruolo di nicchia, aggredendo il mercato.

Microsoft per la prima volta nella storia si trova costretta a dover fare qualcosa di innovativo se vuole sopravvivere i prossimi anni, e a giudicare da Metro, è evidente che non è proprio il suo "mestiere"...

L'uscita di Windows 8 sarà devastante.
Chi ha un PC con Windows 7 (l'unica cosa buona che ha fatto nella sua storia insieme ad Office) se lo terrà strettissimo per i prossimi 10 anni (un po' come è stato per XP) frenando le vendite di nuovi PC.

Chi dovrà per forza comprarsi una nuova macchina (se non è masochista) si farà un Mac.

Per non parlare dei tablet (il futuro) dove è fondamentale un'interfaccia lineare, semplice e minimalista come quella efficiente di IOS (e Windows 8 è al contrario contorto e quasi inutilizzabile).

Non vedo un grosso futuro per Microsoft.
Finora ha vinto facile, ma la pacchia sta per finire...
dragonballfusion22 Aprile 2012, 12:58 #10
Originariamente inviato da: giofag
Microsoft non ha MAI fatto innovazione.

Si è sempre trovata costretta a rincorrere per poi passare a ruolo di monopolista per (a me oscure) politiche di marketing.

Però per fortuna il vento sta cambiando.

Nei prossimi anni Microsoft dovrà vedersela sempre di più con chi innovazione la fa, ed ha deciso di uscire dal suo ruolo di nicchia, aggredendo il mercato.

Microsoft per la prima volta nella storia si trova costretta a dover fare qualcosa di innovativo se vuole sopravvivere i prossimi anni, e a giudicare da Metro, è evidente che non è proprio il suo "mestiere"...

L'uscita di Windows 8 sarà devastante.
Chi avrà un PC con Windows 7 se lo terrà strettissimo per i prossimi 10 anni (un po' come è stato per XP) frenando le vendite di nuovi PC.

Chi dovrà per forza comprarsi una nuova macchina (se non è masochista) si farà un Mac.

Per non parlare dei tablet (il futuro) dove è fondamentale un'interfaccia lineare, semplice e minimalista come quella efficente di IOS (e Windows 8 è al contrario contorto e quasi inutilizzabile).

Non vedo un grosso futuro per Microsoft.
Finora ha vinto facile, ma la pacchia sta per finire...


strawuoto in todo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^