Nel 2012 oltre un miliardo di dispositivi "smart connected"

Nel 2012 oltre un miliardo di dispositivi "smart connected"

PC, tablet e smarthpone saranno in grado di raggiungere un miliardo di unità consegnate nel 2011 per arrivare a quasi due miliardi entro il 2016

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:01 nel canale Mercato
 

L'universo dei dispositivi cosiddetti "smart connected", ampia categoria che include i PC, i tablet e gli smarthpone, ha visto consegne di oltre 916 milioni di unità che hanno generato un fatturato che supera i 489 miliardi di dollari nel 2011. E' quanto emerge dall'analisi combinata di tre resoconti di IDC: Worldwide Quarterly PC Tracker, Mobile Phone Tracker e Media Tablet Tracker.

"Che il consumatore cerchi un telefono che possa inserirsi in un ecosistema di "app", che il buisiness cerchi il modo di introdurre i tablet nei loro ambienti o che le scuole lavorino per aggiornare i propri laboratori, i dispositivi di computazione stanno giocando un ruolo sempre più importante nella vita di chiunque" ha dichiarato Bob O'Donnell, vicepresidente della divisione Clients and Display per IDC.

Secondo IDC, se si guarda all'anno in corso, le consegne in unità per i dispositivi smart connected dovrebbero arrivare a quota 1,1 miliardi nel 2012. Con il sempre più crescente interesse verso ogni tipo di dispositivo "smart connected", IDC si aspetta che per il 2016 sia possibile raggiungere un volume di consegne di 1,84 miliardi di unità, più del doppio di quanto registrato lo scorso anno. Se i numeri venissero confermati dai fatti, si tratterebbe di un tasso di crescita annuale composto del 15,4%.

Chart: Worldwide Smart Connected Device Shipments, 2010-2016 (Unit Millions)Description: This data comes from IDC's WW Quarterly PC Tracker, WW Quarterly Mobile Phone Tracker, and WW Quarterly Media Tablet and eReader Tracker.Tags: Tracker, mobile phones, tablets, forecast, PCs, devices, consumer, IDC ...Author: IDCcharts powered by iCharts

Osservando la distribuzione delle piattaforme IDC si aspetta un importante passaggio del testimone per la leadership di mercato: il binomio Windows-x86 passerà infatti da uno share del 35,9% del 2011 al 25,2% nel 2016 mentre il binomio Android-ARM crescerà dal 29,4% dello scorso anno ad un market share del 31,1% nel 2016. In crescita anche i dispositivi iOS-based, che passeranno dal 14,6% al 17,3%.

"La crescita di Android è collegata direttamente alla disponibilità di dispositivi a basso prezzo. Per questo motivo, se da un lato vi saranno moltissimi hardware vendor con piccole quote nel mercato Android, dall'altro la profittabilità sarà difficile da sostenere. Ci aspettiamo inoltre che un'ampia percentuale di sviluppatori continui a focalizzarsi su iOS, nonostante il market share più ridotto, dal momento che gli utenti iOS hanno dato prova di essere disposti a pagare di più per app di qualità" ha commentato Tom Mainelli, research director dell'area Mobile Connected Devices.

La ricerca condotta da IDC mostra come molti utenti individuali possiedano e utilizzino regolarmente più dispositivi "smart connected". A tal proposito osserva O'Donnel: "Siamo nell'era del multi-device e crediamo che il numero delle persone che utilizzano più dispositivi sia destinato a crescere. L'abilità, guardando avanti, sarà di integrare tutti questi dispositivi in un ambiente d'uso unificato fatto di applicazioni e servizi personal-cloud. E' questa la vera sfida di quella che abbiamo spesso chiamato l'era PC Plus".

Conclude l'analisi Will Stofega, program director per l'ambito Mobile Phone Technologies and Trends: "La crescita degli smartphone sarà trainata dalla regione Asia/Pacific, specialmente la Cina, dove gli operatori mobile incentivano l'acquisto di smartphone 3G con forti sussidi, incrementando così il total addressable market. E in moltissimi casi lo smartphone sarà il principale dispositivo per la connessione alla rete".

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
flapane29 Marzo 2012, 11:23 #1
Sì, sì, "smart", una parola buona per dire "tutti connessi su Facebook a scrivere dalla tavoletta, o tutti a tuittare una cosa qualsiasi".

"Che il consumatore cechi un telefono che possa inserirsi in un ecosistema di "app", che il buisiness cerchi il modo di introdurre i tablet nei loro ambienti o che gli le scuole


correggete

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^