Nel 2018 tablet o smartphone per tutte le attività online per oltre la metà degli utenti

Nel 2018 tablet o smartphone per tutte le attività online per oltre la metà degli utenti

Nel giro di pochi anni, soprattutto sul traino dei mercati emergenti, i dispositivi mobile saranno usati da oltre la metà del pubblico come unico strumento per le attività online

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:31 nel canale Mercato
 

I dispositivi mobile stanno diventando sempre più la prima scelta in fatto di comunicazione e consumo di contenuti: secondo la società di analisi di mercato Gartner, nelle economie emergenti gli utenti usano i propri smartphone come loro esclusivo dispositivo mobile, mentre nelle economie sviluppate le abitazioni con più di un dispositivi sono la norma, con i tablet che crescono ad un passo più veloce di qualunque dispositivo computer. Di conseguenza Gartner prevede che entro il 2018 più del 50% degli utenti si rivolgerà ad un tablet o uno smartphone per tutte le attività online.

"Il modello d'uso che è emerso da quasi tutti i consumatori, sulla base dell'accessibilità del dispositivo, è che lo smartphone come dispositivo quando si tratta di mobilità, seguito dal tablet per sessioni più prolungate, con il PC che viene riservato per ambiti più complessi" ha dichiarato Van Baker, research vice president. "Questo comportamento si adatterà per includere i wearables quando diverranno ampiamente disponibili per gli utenti. Come la voce, le gesture e le altre modalità di interazione cresceranno in popolarità, e con il consumo di contenuti prenderà il sopravvento sulla creazione, questa ulteriore porterà lontano gli utenti da PC".

Gartner prevede che nel corso dei prossimi anni andranno ad evolversi una serie di scenari nel campo della mobilità. Anziutto in ambito aziendale, a fronte della proliferazione di dispositivi mobile e dell'allargamento delle pratiche BYOD, si andrà sempre più verso un modello "wireless-by-default" e "wired-by-exception", grazie anche alla semplificazione che le tecnologie wireless portano nelle operazioni di modifica o riconfigurazione degli uffici.

La maggior diffusione di strumenti mobile porterà inoltre ad un cambio di paradigma nel mondo della progettazione e sviluppo di applicazioni mobile, che si baserà sempre di più su strumenti di composizione che non richiedono particolari competenze di programmazione. Questo permetterà a molte divisioni IT di aziende di limitare l'esternalizzazione di progetti, ricorrendo a partner esterni solo per lo sviluppo di applicazioni complesse.

Infine per il 2018 Gartner prevede che il 78% delle vendite di smartphone sarà generato da economie in via di sviluppo. Il pubblico in questi mercati sta rapidamente rivolgendosi verso gli smartphone di base e i cosiddetti utility smartphone, grazie anche ad una discesa dei prezzi medi di vendita. Di contro il mercato degli smartphone di fascia premium sta rapidamente giungendo a saturazione, con la domanda che è guidata principalmente dagli acquisti per sostituzioni e che sta iniziando a rallentare.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cooperdale09 Dicembre 2014, 16:57 #1
Mah... Io vedo parecchi miei clienti tornare al PC invece, dopo essersi resi conto che con un tablet molte cose non le riesci a fare o comunque per farle fai una fatica bestia.
bobafetthotmail09 Dicembre 2014, 18:41 #2
qui la grossa differenza la fanno i cosiddetti paesi in via di sviluppo.

Prendono padelle a go go, perchè tanto che se ne fanno di un PC.
maxsy09 Dicembre 2014, 23:49 #3
Originariamente inviato da: Articolo]Questo comportamento si adatterà
wearables [/B]quando diverranno ampiamente disponibili per gli utenti.


wearables...e' questa la parola chiave, la stavo cercando nell'articolo e l'ho trovata.

questi vogliono venderci anche gli indossabili. punto!


maxsy09 Dicembre 2014, 23:54 #4
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
qui la grossa differenza la fanno i cosiddetti paesi in via di sviluppo.

Prendono padelle a go go, perchè tanto che se ne fanno di un PC.


...tipo italia?

(ops...magari fossimo in via di sviluppo )
dwfgerw10 Dicembre 2014, 15:27 #5
Tutto prevedibile. Ormai se devo scegliere cosa mettere in borsa, mi è molto piu pratico un ipad air con 4g che un macbook air. Ci faccio le stesse cose con le giuste app ed ho sempre connettivita e piu autonomia.
L'uso de portatile nel mio caso è calato drasticamente negi ultimi 12 mesi. Certo un tablet da 100€ senza app lo si usa come ferma carte e fa perdere interesse verso la categoria. Ma con altri prodotti che hanno app potenti, la storia cambia.
maxsy10 Dicembre 2014, 18:08 #6
Originariamente inviato da: dwfgerw
Tutto prevedibile. Ormai se devo scegliere cosa mettere in borsa, mi è molto piu pratico un ipad air con 4g che un macbook air. Ci faccio le stesse cose con le giuste app ed ho sempre connettivita e piu autonomia.
L'uso de portatile nel mio caso è calato drasticamente negi ultimi 12 mesi. Certo un tablet da 100€ senza app lo si usa come ferma carte e fa perdere interesse verso la categoria. Ma con altri prodotti che hanno app potenti, la storia cambia.


e quello che riesci a fare con l'ipad lo riesci a fare anche con l'iphone?
cosi eviteresti anche la borsa

quali sono queste app potenti di cui parli?
bobafetthotmail10 Dicembre 2014, 18:45 #7
Originariamente inviato da: maxsy
...tipo italia?

(ops...magari fossimo in via di sviluppo )
Eh, qui si comprano padelle per la mobilità + PC fissi per la casa perchè ci vuole un PC fisso per la casa (affermazione completamente discutibile, ma "verità incontestabile" per molti).

Intendevo dire che se vuoi spostare massivamente la proporzione son loro che la spostano, gli indiani/asiatici/africani/americalatini che prendono padelle senza avere un PC fisso.
Mparlav10 Dicembre 2014, 19:05 #8
Metà del traffico internet oggi è generato da Youtube e Facebook: in mobilità non serve certo un notebook per usarli, basta uno smartphone, se ha uno schermo grande tanto meglio, ti risparmi anche i soldi del tablet.

Il trend in futuro è per attività più "impegnative" oppure sempre "roba" sempre social simile a quelli di sopra?

Io propendo la seconda.
ComputArte11 Dicembre 2014, 08:04 #9

Gartner come Standard & Poor's

Come le agenzie di rating , cha lasciano il tempo che trovano, constatate le notizie molte volte autoreferenziali e pilotate per strategie tutt'aòtro che trasparenti, non scordiamoci che Gartner è una longa manu della lobby delle OTT....che stanno spingendo in maniera "quasi imbarazzante" il cloud e tutti gli strumenti che ne fanno un uso strutturale ( smartphone e tablet).
Cmq alla faccia della capacità di produrre contenuti complessi in condizioni ideali ( comfort, silenziosità, temperatura, lumninosità e privacy) secondo gli americani TUTTO si potrà , anzi , si DOVRA' effettuare con smartphone e tablet....così lo spionaggio ed il furto dei dati sarà una vera passeggiata!

Non ci vuole un guru a capire che il computing in mobilità serve per utilizzi leggeri ...per tutto il resto è necessaria una stazione di lavoro su scrivania ( senza martercard !!! hihihi!) :-)
dwfgerw11 Dicembre 2014, 15:43 #10
Originariamente inviato da: maxsy
e quello che riesci a fare con l'ipad lo riesci a fare anche con l'iphone?
cosi eviteresti anche la borsa

quali sono queste app potenti di cui parli?


Be nel mio lavoro mi trovo spesso ad utilizzare iCircuit, keynote e word o pages. Onestamente la vedo dura con iphone anche fosse il plus.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^