Nokia e Siemens: joint-venture per infrastrutture di rete

Nokia e Siemens: joint-venture per infrastrutture di rete

I due colossi decidono di unire le proprie divisioni che si occupano di infrastrutture e servizi di reti di comunicazione

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:52 nel canale Mercato
Nokia
 

Nella giornata di lunedì Nokia e Siemens hanno pubblicamente annunciato il progetto per la fusione delle rispettive divisioni impegnate nel settore delle infrastrutture di reti di comunicazione, creando una joint-venture partecipata equamente da entrambe che assumerà il nome di Nokia Siemens Network.

La nuova realtà sarà in grado di offrire una serie di prodotti e servizi per reti di comunicazione compresi accessi IMS, 2G GSM/EDGE, 3G WCDMA/HSDPA, IPTV, LTE e anche servizi WiMAX e servizi e prodotti per fonia per i mercati emergenti.

Siemens non è certo una realtà nuova alle joint-venture. Da tempo, infatti, ha siglato una partnership con Fujitsu per la commercializzazione di sistemi PC in Europa sotto il marchio Fujitsu-Siemens, mentre più recentemente ha unito le proprie forze con quelle di BenQ per quanto riguarda lo sviluppo e la produzione di cellulari. Dopo la joint-venture con Nokia, gli unici prodotti e servizi venduti a marchio Siemens resteranno apparecchiature per il controllo e l'automazione, equipaggiamento medico e dispositivi per l'industria energetica e dei trasporti.

Nokia Siemens Networks stabilirà il proprio quartiere operativo a Helsinki, in Finlandia, e manterrà una succursale a Monaco, in Germania, dove saranno istituite tre delle cinque future divisioni previste. Simon Beresford-Wylie coprirà la carica di chief executive officer della nuova joint-venture. Attualmente egli è executive vice president e responsabile della divisione Network presso Nokia.

Le operazioni di fusione dovrebbero venire completate entro l'1 Gennaio 2007.

Fonte: Xbitlabs

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dr3amer21 Giugno 2006, 11:55 #1
... e via altri tagli al personale...
spannocchiatore21 Giugno 2006, 12:12 #2
notizia un pò in ritardo..
gli obiettivi della joint-venture sono di contrastare la eriksson e tagliare i costi...per il personale non credo ci saranno tagli..
in italia di ste tecnologie non si vede l'ombra...ma in cambio abbiamo il digitale terrestre ohhhh, sembra quasi extra terrestre non sò voi..
MiKeLezZ21 Giugno 2006, 12:25 #3
Ne nascerà un bel colosso di telefonia.. non che Nokia attualmente già non lo sia.
Queste tecnologie ci sono eccome da noi, siamo fra i primi al mondo (come consumatori) in questo settore.
spannocchiatore21 Giugno 2006, 12:57 #4
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Ne nascerà un bel colosso di telefonia.. non che Nokia attualmente già non lo sia.
Queste tecnologie ci sono eccome da noi, siamo fra i primi al mondo (come consumatori) in questo settore.


"IMS, 2G GSM/EDGE, 3G WCDMA/HSDPA, IPTV, LTE e anche servizi WiMAX"

HSDPA è in fase di sperimentazione
IPTV in italia ci muoviamo bene su questo devo darne atto, però i veri colossi sono americani e cinesi (intendo queli che offrono i servizi), e la banda qui è poca cosa, considerando anche i costi per i consumatori.
il WiMAX in italia è in fase di stallo, fan fatica a coprire il territorio nazionale (e a quanto ne sò proprio la siemens ci starebbe provando ma fa fatica, i costi sò che non sono altisimi) perchè non si sa bene come distribuire le frequenze.
IMS penso che sia quella sull'e-learning: qui la cosa ha preso piede mi sembra.
il GSM va anche troppo bene

in definitiva prima sono stato troppo disfattista, però c'è da dire che siamo indietro sulle tecnologie "nuove", mentre su quelle vecchie siamo fin troppo consumatori (cioè in italia ci si siede facilmente, non si va avanti moltissimo). ho sentito che la vodafone sta lanciando un nuovo servizio, penso sia hsdpa e dovremmo essere i primi in europa se non erro..speriamo in bene..
per concludere, il problema principale, secondo me, è il fatto che la legislazione, lo stato per dirla in breve, ha una mentalità vecchia e non favoriscono queste nuove tecnologie.
Mr. Nippo21 Giugno 2006, 14:09 #5
Originariamente inviato da: spannocchiatore
notizia un pò in ritardo..
gli obiettivi della joint-venture sono di contrastare la eriksson e tagliare i costi...per il personale non credo ci saranno tagli..


hai vissuto sulla luna fino a ieri?
scherzi a parte, imho credi male.
non ho ancora visto una fusione con relativa "ristrutturazione" che non comporti tagli di personale.
Anzi è da un pò che mi chiedo come mai sul vocabolario dei sinomini e contrari non abbiano ancora messo il termine "riduzione di personale" come sinonimo di "ristrutturazione"
briaeros21 Giugno 2006, 14:24 #6
1) la prima cosa che succedera' sara' il taglio del personale perche' ci saranno dipartieti "gemelli" in entrambe le aziende

2) poi prenderanno in mano la gestione della rete vodafone, in quando sta lavorando sulla cessione di rami di azienda

3) quindi vodafone licenziera' altro personale o lo mettera' a lavorare in NK-SMC che a loro volta saranno costretti a tagliare personale

4) nelle societa' di telefonia il sindacato e' quasi nullo, o al limite col potere uguale a zero (vedi ultimi rinnovi di contratto scandalosi)

MORALE DELLA FAVOLA:
ci guadagneranno solo gli amministratori delegati e gli azionisti, mentre noi poveri cristi presi a calci nel culo...
briaeros21 Giugno 2006, 14:33 #7
Originariamente inviato da: spannocchiatore
"IMS, 2G GSM/EDGE, 3G WCDMA/HSDPA, IPTV, LTE e anche servizi WiMAX"

HSDPA è in fase di sperimentazione
IPTV in italia ci muoviamo bene su questo devo darne atto, però i veri colossi sono americani e cinesi (intendo queli che offrono i servizi), e la banda qui è poca cosa, considerando anche i costi per i consumatori.
il WiMAX in italia è in fase di stallo, fan fatica a coprire il territorio nazionale (e a quanto ne sò proprio la siemens ci starebbe provando ma fa fatica, i costi sò che non sono altisimi) perchè non si sa bene come distribuire le frequenze.
IMS penso che sia quella sull'e-learning: qui la cosa ha preso piede mi sembra.
il GSM va anche troppo bene

in definitiva prima sono stato troppo disfattista, però c'è da dire che siamo indietro sulle tecnologie "nuove", mentre su quelle vecchie siamo fin troppo consumatori (cioè in italia ci si siede facilmente, non si va avanti moltissimo). ho sentito che la vodafone sta lanciando un nuovo servizio, penso sia hsdpa e dovremmo essere i primi in europa se non erro..speriamo in bene..
per concludere, il problema principale, secondo me, è il fatto che la legislazione, lo stato per dirla in breve, ha una mentalità vecchia e non favoriscono queste nuove tecnologie.


HSDPA e' commerciale con Vodafone
IPTV scordatevela
WiMax mi sa che avra' poco futuro ( ci sto lavorando adesso)
IMS e' una piattaforma x servizi ip di ogni genere (niente a che vedere con e-learning)
GMS fara' la fine del tacs...

il futuro e' solo internet
prova21 Giugno 2006, 15:42 #8
Originariamente inviato da: spannocchiatore
...per il personale non credo ci saranno tagli..


"Non credi"? Sulla base di cosa? Sei nel loro cda?

Invece, notizia di 48 ore fa, si stimano circa 6000 posti di lavoro troncati di netto a causa di sovrapposizione dei ruoli ed esuberi vari.

"Non credi" ancora?
briaeros21 Giugno 2006, 15:45 #9
Originariamente inviato da: spannocchiatore
notizia un pò in ritardo..
gli obiettivi della joint-venture sono di contrastare la eriksson e tagliare i costi...per il personale non credo ci saranno tagli..
in italia di ste tecnologie non si vede l'ombra...ma in cambio abbiamo il digitale terrestre ohhhh, sembra quasi extra terrestre non sò voi..


non so se hai mai lavorato in grosse aziende o in aziende internazioali...

il costo + grosso x un'azienda e' il personale... il primo taglio si fa sempre sulla pelle dei lavoratori...
JohnPetrucci21 Giugno 2006, 15:59 #10
Originariamente inviato da: Dr3amer
... e via altri tagli al personale...

Come al solito la dura legge del capitalismo selvaggio la fa da padrone......

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^