Nokia taglia 4.000 dipendenti nelle proprie fabbriche produttive

Nokia taglia 4.000 dipendenti nelle proprie fabbriche produttive

Nuovo piano di riduzione del personale per Nokia: 4.000 dipendenti interessati, impiegati in 3 fabbriche produttive in Ungheria, Messico e Finlandia. Alla base la volontà di spostare la produzione di Smartphone in Asia, presumibilmente delegandola a qualche OEM

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:21 nel canale Mercato
Nokia
 

Nokia ha annunciato una operazione di ristrutturazione interna nella propria capacità produttiva, che culminerà con una riduzione di circa 4.000 unità nella propria forza lavoro. Interessate da questi tagli saranno 3 fabbriche produttive: quelle di Komarom ini Ungheria, di Reynosa in Messico e di Salo in Finlandia.

Le 3 sedi produttive sono utilizzate dall'azienda nella produzione di smartphone. L'obiettivo di Nokia è quello di spostare buona parte del lavoro direttamente in Asia, così da poter essere più vicina ai propri fornitori di componentistica. E' ipotizzabile che questo implichi dare la produzione a uno dei grandi OEM presenti in quella regione.

Nokia continuerà in ogni caso a tenere attive queste sedi produttive, benché con una importante riduzione di personale, in quanto alcuni lavori di customizzazione dei prodotti smartphone continueranno a venir svolti nelle proprie fabbriche.

Le riduzioni del personale diventeranno operative a stepping nel corso dell'anno, arrivando al numero finale per la fine del 2012. La notizia conferma quanto noti da tempo: Nokia è nel mezzo di una importante serie di operazioni di ristrutturazione della propria attività di business, iniziate di fatto nel Febbraio 2011 con la decisione di abbandonare la piattaforma Symbian per i sistemi smartphone a favore di quella Windows Phone.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CYRANO08 Febbraio 2012, 12:38 #1
si farà fare gli smart da samsung



Cò,asòs,lòs,lòs
ilratman08 Febbraio 2012, 12:39 #2
come sempre a pagare l'incapacità dei manager sono i lavoratori
serpone08 Febbraio 2012, 13:20 #3
Ma il fatto è che va in CINA a produrre, vicino agli approvvigionamenti di materie prime (già impiantate li anni fa con manodopera sottopagata). Poi ora ci va a mettere anche le fabbriche. Questo significa ridurre i costi del fattore "lavoro umano" visto che in cina i diritti, gli stipendi e i sindacalisti te li sogni.
Diminuisce i costi e massimizza i profitti.
CubeDs08 Febbraio 2012, 13:40 #4
Capisco la logica dei produttori... ma sta di fatto che questo andazzo non può continuare per sempre. Anche perchè a lungo andare chi cavolo gliè li comprerà più i prodotti in occidente se si perdono sempre più posti di lavoro?
daniluzzo08 Febbraio 2012, 14:07 #5
Originariamente inviato da: CubeDs
Capisco la logica dei produttori... ma sta di fatto che questo andazzo non può continuare per sempre. Anche perchè a lungo andare chi cavolo gliè li comprerà più i prodotti in occidente se si perdono sempre più posti di lavoro?


Tutti quelli che guadagnano 500 € part-time e ne spendono 800 per uno smartphone, oppure gli operai che vanno in giro con auto da 40.000 € etc etc...
Il problema è un altro: finché non si troverà un equilibrio fra i diritti umani nel mondo noi siamo spacciati.
ErMejo08 Febbraio 2012, 14:09 #6
Glieli compreranno i cinesi, semplice.
Noir7908 Febbraio 2012, 14:27 #7
Originariamente inviato da: ilratman
come sempre a pagare l'incapacità dei manager sono i lavoratori


E' il mercato. Nessuno ama la competizione in quanto tale, ma se la concorrenza é migliore di te, tu perdi quota. E quindi naturalmente licenzi.

E' una semplice realtá del mondo del lavoro.
ilratman08 Febbraio 2012, 14:30 #8
Originariamente inviato da: ErMejo
Glieli compreranno i cinesi, semplice.


esatto, il mercato interno cinese è talmente grande e inesplorato che il futuro è vendere li.
serpone08 Febbraio 2012, 14:32 #9
Il fatto è che tra non molto andremo noi alla cina a chiedere lavoro, proprio come accadeva un secolo fa negli Usa.
Ormai il boom economico in europa e Usa è finito. E' un ciclo a rotazione ed ora ha iniziato la Cina
Portocala08 Febbraio 2012, 14:39 #10
Perchè la gente quando va a comprarsi il telefono pensa al processo produttivo e ai diritti dei lavoratori che la compagnia a infranto... ma dai!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^