Nulla di fatto tra IBM e Lenovo per la cessione del business server x86

Nulla di fatto tra IBM e Lenovo per la cessione del business server x86

Le due realtà non sono state in grado di trovare un accordo sulla valutazione dell'operazione. I negoziati difficilmente riprenderanno e IBM potrebbe cercare un altro potenziale compratore

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:11 nel canale Mercato
IBMLenovo
 

Le trattative tra IBM e Lenovo per l'acquisizione, da parte di quest'ultima, della divisione di Big Blue che si occupa dello sviluppo di server x86 si è conclusa con un nulla di fatto. IBM continuerà a mantenere la divisione x86 nel futuro immediato, fino a quando non sarà in grado di individuare un nuovo potenziale compratore.

Le voci riguardanti la trattativa sono emerse nello scorso mese, senza però alcuna ufficialità. I termini esatti del possibile accordo non erano particolarmente chiari, ma l'operazione avrebbe potuto fruttare ad IBM una somma compresa tra i 2,5 ed i 6 miliardi di dollari. Secondo quanto si legge su Fortune, però, le due realtà avrebbero avuto problemi a trovare una convergenza sulla valutazione dell'operazione e pare che l'esito infausto non lasci comunque spazio ad ulteriori trattative future.

Stando alle indiscrezioni, IBM avrebbe scelto Lenovo per due motivi: anzitutto potersi rivolgere ad un interlocutore già noto e con il quale ha già avuto modo di trattare proficuamente in passato, raggiungendo l'accordo sulla cessione della divisione PC all'azienda cinese. In secondo luogo, ma comunque non per importanza, la volontà di vendere la divisione server x86 ad una realtà che già non rappresentasse una minaccia alle altre attività di business di IBM.

IBM, nel corso della sua storia, ha più volte mostrato la capacità di modificare il proprio business mix spostandosi su settori di mercato con margini di profitto più elevati e solide prospettive di crescita. Nel corso del 2005, come già accennato, Big Blue ha venduto la divisione PC a Lenovo prima che i personal computer diventassero una commodity e spostando così il focus sui servizi e software ad alto margine.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^