Nuovo HP4410t Mobile Thin Client

Nuovo HP4410t Mobile Thin Client

HP aggiorna la propria gamma thin client aggiungendo un nuovo dispositivo dedicato all'impiego mobile

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 11:14 nel canale Mercato
HP
 

Nel catalogo dei prodotti dedicati alle grandi aziende HP inserisce il nuovo HP4410t Mobile Thin Client che sarà disponibile a partire dalla metà del mese di luglio. Le soluzioni thin client offrono tipicamente il grosso vantaggio di non memorizzare localmente alcun dato offrendo quindi un'intrinseca sicurezza; HP propone anche alcune soluzioni mobile di questo tipo rendendo ancor più elevato il livello di sicurezza.

Infatti, il singolo thin client pur andando perduto o rubato non esporrà ad alcun rischio i dati aziendali. Va altresì precisato come questo genere di soluzioni necessiti di un'infrastruttura di rete e di implementazioni software dedicate. Nel video seguente registrato qualche mese fa Laura Ferro - category manager di HP- ci mostra la gamma HP fornendo qualche dettaglio.

[HWUVIDEO="191"]Virtualizzazione delle applicazioni[/HWUVIDEO]

Il nuovo HP 4410t Mobile Thin Client con Microsoft Windows Embedded Standard e Remote Desktop Protocol 6.1 consente di sfruttare al meglio le opzioni rese disponibili da Microsoft Windows Server 2008.

Il peso dell' HP 4410t Mobile Thin Client e di 1,95Kg e il prezzi stimato è pari a 499Euro IVA esclusa.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cagnaluia05 Giugno 2009, 11:21 #1
però costano troppo
maxime05 Giugno 2009, 12:47 #2
L'intervistata parla di costo molto più basso di un normale PC... ma quando?!?! 499 Euro per un PC castrato che non ha disco e licenza di Windows?!?

Poi parla di impossibilità di rubare dati perchè i dati si trovano su Server e possibilità di bloccare le porte USB per evitare che vengano trafugati tramite pendrive USB...

Scusate, ma le porte USB possono essere bloccate su qualsiasi PC! Come pure posso fare in modo che sul disco rigido siano presenti solo sistema operativo e software applicativi, usando unità remote per l'archiviazione dei dati.

Io proprio non riesco a vedere un valido motivo per passare a questi Thin Client.. qualcuno (che magari ci lavora) potrebbe illuminarmi?
HyperText05 Giugno 2009, 13:43 #3
Che ci fa Rosella Sensi lì?
efrite1505 Giugno 2009, 15:01 #4
Do la mia opinione, in quanto lavoro nell'ambito reti ....

I vantaggi nell'utilizzare Thin Client sono diversi, potremmo riassumerli in :

- Meno manutenzione Hardware, infatti vige la regola meno c'è, meno si può rompere ... non avendo Hard disk (che è una delle parti più delicate) ha meno probabilità di incorrere in problemi di tale tipologia

- Consumi estremamente ridotti, si possono avere centinaia di macchine su un solo server, con un risparmio energetico notevole! Pensiamo a tutti i pc che rimangono accesi in pausa pranzo per nulla... senza contare che ci sono centinaia di alimentatori/Hard disk ecc ecc in meno!

- Manutenzione software estremamente semplificata, se una macchina virtuale ha problemi si può semplicemente ricreare... inoltre gli aggiornamenti di windows ecc vengono scaricati un unica volta per tutti i pc (cosa che già si potrebbe fare, ma raramente le aziende fanno...)

- Sicurezza ai massimi livelli, infatti si presume ci siano dischi in mirroring, un server secondario in caso di crash del principale, più un backup geolocalizzato (anche se quest'ultimo è meno probabile...). Le chiavette o i cd si possono perdere (molto facilmente) un server è difficile che sparisca...

certo, soluzioni di questo tipo hanno, ovviamente, delle controindicazioni (si ferma il server si fermano tutti...) e non convengono in alcuni casi (vedi una rete di soli 4 o 5 computer ... ma per grandi aziende o server equivalgono ad un risparmio economico (a fronte di un investimento iniziale) immenso...
maxime05 Giugno 2009, 15:22 #5
Originariamente inviato da: efrite15
Do la mia opinione, in quanto lavoro nell'ambito reti ....

I vantaggi nell'utilizzare Thin Client sono diversi, potremmo riassumerli in :


Grazie, ti dico come la vedo:
- Meno manutenzione Hardware, infatti vige la regola meno c'è, meno si può rompere ... non avendo Hard disk (che è una delle parti più delicate) ha meno probabilità di incorrere in problemi di tale tipologia

Giusto
- Consumi estremamente ridotti, si possono avere centinaia di macchine su un solo server, con un risparmio energetico notevole! Pensiamo a tutti i pc che rimangono accesi in pausa pranzo per nulla... senza contare che ci sono centinaia di alimentatori/Hard disk ecc ecc in meno!

Secondo me sono risparmi di consumo irrosori: si risparmia solo sul disco fisso.. puoi togliere potenza elaborativa, ma quanta ne togli al client, altrattanta ne devi fornire al server
- Manutenzione software estremamente semplificata, se una macchina virtuale ha problemi si può semplicemente ricreare... inoltre gli aggiornamenti di windows ecc vengono scaricati un unica volta per tutti i pc (cosa che già si potrebbe fare, ma raramente le aziende fanno...)

Quando lavoravo in un'azienda con grande numero di PC, i client erano organizzati con immagine del sistema (ce n'era una per ogni MODELLO di PC, ovvio che non erano assemblati) completa che risiedeva sul server ed in caso di bisogno veniva uppata sul client tramite boot di rete; bisognava soltanto inserire l'utenza exchange. In 10 minuti la macchina era nuovamente operativa, come nuova.
Il fatto che non si usi fare il liveupdate distribuito non può essere nemmeno preso in considerazione, perchè se una società non fa il l.u. distribuito, figurati se si mette a fare una rete con server + thin clients!
- Sicurezza ai massimi livelli, infatti si presume ci siano dischi in mirroring, un server secondario in caso di crash del principale, più un backup geolocalizzato (anche se quest'ultimo è meno probabile...). Le chiavette o i cd si possono perdere (molto facilmente) un server è difficile che sparisca...

Questo è realizzabile al 100% con un normale controller di dominio, non c'è bisogno di usare thin client..
certo, soluzioni di questo tipo hanno, ovviamente, delle controindicazioni (si ferma il server si fermano tutti...) e non convengono in alcuni casi (vedi una rete di soli 4 o 5 computer ... ma per grandi aziende o server equivalgono ad un risparmio economico (a fronte di un investimento iniziale) immenso...

Mi spiace, ma apparte il primo punto continuo a non vedere questo risparmio economico..
avvelenato05 Giugno 2009, 18:59 #6
la fanno troppo facile.
Lavoro come sistemista in una grossa azienda italiana con sedi praticamente ovunque nel territorio e quindi conosco la realtà di una rete decisamente complessa in termini di frammentazione geografica.
Vorrei quindi vedere come si fa a gestire in wan 400, 500 siti geografici, molti serviti da shdsl backuppata su adsl con ottima banda a 16, 8, 4, 2mbps, alcuni che non raggiungono i 256kbps, e siti serviti appena da una isdn a 64k.

E' anche vero che senza i mattoni non si può costruire la casa, però i costi per far mettere all'isp una linea dsl decente e una centralina nei pressi, vanno computati.

La vedo più facile l'attuazione di tutto questo in aziende meno frammentate geograficamente della mia, che è come se fosse composta da centinaia di piccole lan sparse per il territorio. Per un'azienda geograficamente dislocata su pochi grossi stabili, ha più senso.
canislupus05 Giugno 2009, 19:56 #7
In pratica se ho ben capito su un server centrale (ovviamente deve essere abbastanza potente) o su delle lame ho il mio desktop con tanto di applicazioni installate. Il thin client serve solo per fornire il collegamento (tramite rete) e la visualizzazione su un monitor.
L'idea di per sè è interessante (nulla di particolarmente nuovo sotto al sole), ma si scontra con alcune problematiche quale il fatto che il server o la lama deve avere una ottima potenza. Nel caso però in cui si utilizzi una lama, ovviamente anche questa può guastarsi e quindi il problema della manutenzione si sposta semplicemente dal client alla sala server. Quindi il povero sistemista (io) non dovrà più preoccuparsi di x client, ma di x lame... In quest'ultimo caso non vedo tutto questo vantaggio...
Ditemi se ho capito bene...
Gabri08 Giugno 2009, 10:44 #8

Terminal Server

Ragazzi, la filosofia "Client-Server" (o meglio thinclient-server) è nata decenni fa con i mainframe IBM (AS/400 e affini).
E' stata portata avanti da Citrix e Microsoft con Windows NT 4 Terminal Server Edition.
E' stata "copiata" da tarantella (che non ho mai visto in azione)
Ora viene spinta al limite da Ms con il protocollo RDP 6.1 (Windows server 2008), da Citrix con tutta la suite XenApp etc...
Per non parlare di Vmware con la virtualizzazione dei desktop.

Ma vi siete posti la domanda:
Se i thinclient non sono utili, perchè queste aziende investono in queste tecnologie???

Cosa vi serve sapere di più?

Certo che se siete gamers tutto questo diventa incomprensibile...
maxime08 Giugno 2009, 12:24 #9
Originariamente inviato da: Gabri
Ragazzi, la filosofia "Client-Server" (o meglio thinclient-server) è nata decenni fa con i mainframe IBM (AS/400 e affini).
E' stata portata avanti da Citrix e Microsoft con Windows NT 4 Terminal Server Edition.
E' stata "copiata" da tarantella (che non ho mai visto in azione)
Ora viene spinta al limite da Ms con il protocollo RDP 6.1 (Windows server 2008), da Citrix con tutta la suite XenApp etc...
Per non parlare di Vmware con la virtualizzazione dei desktop.

Ma vi siete posti la domanda:
Se i thinclient non sono utili, perchè queste aziende investono in queste tecnologie???

Cosa vi serve sapere di più?

Certo che se siete gamers tutto questo diventa incomprensibile...


Bhè, io sono un sistemista e mi sembra che col tuo intervento non hai dato (o tentato di dare) nessuna risposta ai dubbi che ho posto..
Mi viene da dirti.. ti sei mai posto la domanda: perchè i la struttura "server / thin client" molto in voga nelle grandi società degli anni 90 sia sparita dalla circolazione?
Rizlo+08 Giugno 2009, 13:38 #10
Il prezzo è fuori di testa... I thin client servono per risparmiare sui client appunto!
E questo 499€ + iva?? :o Ma dai...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^