Oracle richiede la deposizione di Larry Page nella battaglia tra Android e Java

Oracle richiede la deposizione di Larry Page nella battaglia tra Android e Java

Il CEO di Google potrebbe essere chiamato a deporre dai legali di Oracle. Il colosso di Mountain View bolla la richiesta come "seccante e inutile"

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:16 nel canale Mercato
AndroidGoogle
 

Larry Page, CEO di Google, potrebbe presto essere chiamato a comparire per una deposizione nel contesto della battaglia legale in corso con Oracle che coinvolge Android e Java. Nel corso della giornata di giovedì 14 luglio Oracle ha infatti inviato una richiesta al giudice Donna Ryu della Corte Distrettuale del Distretto Nord della California affinché si potesse chiamare a deporre il co-fondatore e CEO di Google in merito al suo coinvolgimento nell'acquisizione di Android Inc nel 2005.

Secondo le informazioni reperibili sul blog FossPatents, Oracle sostiene che la deposizione di Larry Page possa essere di particolare interesse in merito ad una serie di aspetti chiave legati alla diatriba in corso, in quanto sarebbe stata dell'attuale CEO di Google la decisione di acquisire Android Inc. nel 2005, sviluppando e commercializzando in seguito la piattaforma mobile omonima che sarebbe rea di violare brevetti e proprietà intellettuale di Oracle.

La battaglia legale tra Oracle e Google ha preso il via quasi un anno fa, nel corso del mese di agosto, quando Oracle ha accusato il colosso delle ricerche di violare una serie di brevetti correlati a Java, ora di proprietà di Oracle a seguito dell'acquisizione, da parte di quest'ultima, di Sun Microsystems. In particolare secondo Oracle sarebbe la macchina virtuale Dalvik di Android a violare la proprietà intellettuale legata a Java. Le accuse sono state respinte lo scorso ottobre da Google, mossa che ha spinto Oracle a chiedere un risarcimento danni di 2,6 miliardi di dollari all'azienda di Mountain View.

L'ultima richiesta di Oracle non è piaciuta a Google, la quale ha risposto sostenendo che l'azienda di Larry Page sta correndo in tribunale per strappare una manciata di deposizioni aggiuntive nelle ultime due settimane dell'udienza conoscitiva. Secondo Google si tratta di una "richiesta seccante e superflua, date le testimonianze già rese disponibili". Il colosso di Mountain View osserva infatti che Andy Rubin, cofondatore di Android Inc. e ora vicepresidente di Android per Google e che ha già deposto per i legali di Oracle, ha conoscenze più approfondite rispetto a Page dei fatti relativi all'acquisizione di Android da parte di Google.

Se la richiesta di Oracle dovesse essere accolta vi sarà tempo sino al 29 luglio per completare il quadro delle deposizioni. Oltre a Larry Page sono state richieste le deposizioni di Dipchand Nishar, ex-impiegato di Google che ha gestito tra il 2005 ed il 2007 le iniziative mobile di Google, Bob Lee, anch'esso ex-ingegnere di Google che ha coordinato lo sviluppo delle librerie di Android e Tim Lindholm, attuale ingegnere Android e precedente impiegato per Sun che avrebbe partecipato nelle trattative tra Sun e Google per una licenza Java.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
utentenonvalido18 Luglio 2011, 17:37 #1
Non ho capito una cosa, ma Java non è completamente open source?
frankie18 Luglio 2011, 18:00 #2
completamente no, almeno il logo non lo è, il resto è troppo tecnico per me:
http://it.wikipedia.org/wiki/Java_%28linguaggio%29
Xile18 Luglio 2011, 18:39 #3
Ennesima dimostrazione che Oracle vuole solo fare cassa, fossi un giudice darei una bella "martellata" in testa a sta gentaglia :/
MadMax of Nine18 Luglio 2011, 18:56 #4
Originariamente inviato da: Xile
Ennesima dimostrazione che Oracle vuole solo fare cassa, fossi un giudice darei una bella "martellata" in testa a sta gentaglia :/


Macchè ! lo sanno tutti che le aziende IT sono state create per beneficenza, mica per lucro ! Poi le proprietà intellettuali devono essere messe a disposizione del popolo a gratis !



Aegon18 Luglio 2011, 21:22 #5
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Macchè ! lo sanno tutti che le aziende IT sono state create per beneficenza, mica per lucro ! Poi le proprietà intellettuali devono essere messe a disposizione del popolo a gratis !





Uno con le proprie "proprietà intellettuali" ci fa quello che vuole. Java era proprietà di Sun, non di Oracle; stanno recriminando su qualcosa che all'epoca dei fatti non li tangeva minimamente!
maumau13818 Luglio 2011, 22:16 #6
Nel penultimo paragrafo credo sia Larry Ellison invece di Larry Page.

Originariamente inviato da: Aegon
Uno con le proprie "proprietà intellettuali" ci fa quello che vuole. Java era proprietà di Sun, non di Oracle; stanno recriminando su qualcosa che all'epoca dei fatti non li tangeva minimamente!


Certo, ma ora acquisendo Sun ne hanno anche acquisito le proprietà intellettuali, quindi se ritengono che qualcuno le abbia utilizzate senza permesso non vedo perché non debbano intervenire.
Alex_Trask18 Luglio 2011, 22:46 #7
Originariamente inviato da: maumau138
Nel penultimo paragrafo credo sia Larry Ellison invece di Larry Page.



Certo, ma ora acquisendo Sun ne hanno anche acquisito le proprietà intellettuali, quindi se ritengono che qualcuno le abbia utilizzate senza permesso non vedo perché non debbano intervenire.


Se hanno chiamato a deporre chi lavorava nel 2005-2007 vorra' dire che gia' da questi anni c'è stata la violazione e quindi il valore dell'azienda sarebbe stato piu' alto al momento dell'acquisizione da parte di Oracle, quindi una bella parte di questi soldi andrebbe agli precedenti proprietari della SUN.

Comunque oggi come oggi il buon' senso c'è l'hanno solo gli scemi (come me), la leggi tutelano i furbi e se i precedenti proprietari di SUN non si fanno vivi si piglia tutto la Oracle.
eltalpa18 Luglio 2011, 23:01 #8
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Macchè ! lo sanno tutti che le aziende IT sono state create per beneficenza, mica per lucro ! Poi le proprietà intellettuali devono essere messe a disposizione del popolo a gratis !





Che io sappia le proprietà intellettuali sono state rispettate visto che l'implementazione java utilizzata da android è apache harmony, che esiste da una vita e non è di proprietà di oracle/sun: http://harmony.apache.org/

Il problema sono i brevetti software sulla JVM, che come al solito sono altamente discutibili.
alphacygni18 Luglio 2011, 23:21 #9
ma basta con 'ste proprieta' intellettuali farlocche... ce li stanno martellando da tutti i lati
argent8819 Luglio 2011, 14:51 #10
Voglio deporre anch'io

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^