Pagamenti mobile, un mercato in salutare crescita

Pagamenti mobile, un mercato in salutare crescita

I pagamenti mobile cresceranno annualmente in volume ed in valore del 42% circa fino al 2016. Scenari molto diversi, per tecnologia, offerta e modelli d'uso, da paese a paese

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:18 nel canale Mercato
 

Una recente ricerca della società di analisi di mercato Gartner indica che a livello mondiale il valore delle transazioni dei pagamenti mobile sorpasserà i 171,5 miliardi di dollari nel 2012, segnando un incremento del 61,9% rispetto ai 195,9 mliardi registrati lo scorso anno. Anche il volume dei pagamenti effettuati con tecnologie mobile crescerà, raggiungendo 212,2 milioni di transazioni nell'anno in corso, dai 160,5 milioni del 2011.

Sandy Shen, research director per Gartner, afferma: "Ci aspettiamo che il volume ed il valore delle transazioni mobile vada incontro ad una crescita media annuale del 42% tra il 2011 ed il 2016 e prevediamo un mercato del valore di 617 miliardi di dollari con 448 milioni di utenti entro il 2016. Si tratta di una situazione che offrirà numerose opportunità ai fornitori di servizi e soluzioni che intendono soddisfare la domanda locale per personalizzare le proprie offerte". Ancora per i prossimi due anni il mercato dei pagamenti mobile assisterà però a servizi e soluzioni frammentati. I fornitori di tecnologia dovranno essere in grado di fornire soluzioni a mercati locali che faranno uso di differenti tecnologie di accesso, nonché di modelli di business differenti e dovranno sottostare anche a diverse condizioni normative.

Prosegue Shen: "Vi saranno pochi player con la portata e le risorse per servire grandi clienti nel mercato di massa, i cui requisiti possono essere soddisfatti da soluzioni standard. Vi saranno in ogni caso segmenti che non possono essere serviti dai player globali e la domanda in questi segmenti può essere soddisfatta solamente da realtà specializzate e/o locali che sono in grado di comprendere meglio il segmento e offrire soluzioni specifiche".

Nei mercati in via di sviluppo l'SMS resta la tecnologia dominante per l'accesso ai pagamenti in mobilità, sia per via della loro capillare diffusione, sia per via delle limitazioni dei dispositivi mobile in questi mercati. Nei mercati del Nord America e dell'Europa Occidentale, invece, sono le tecnologie Web/WAP a rappresentare la principale tecnologia di accesso. Secondo Gartner, entro il 2016 la tecnologia Web/WAP rappresenterà l'88% dell'accesso a transazioni mobile in Nord America e l'80% in Europa Occidentale. Il volume delle transazioni via tecnologia NFC (Near Field Communicaton) resterà abbastanza contenuto fino al 2015, con la reale diffusione che è attesa per il 2016.

A tal proposito commenta Shen: "I pagamenti NFC implicano un mutamento nelle abitudini dell'utente e richiedono una grande collaborazione tra banche, operatori di rete, circuiti di carte e commercianti. Ci vorrà molto tempo affinché ciò accada e per questo motivo non ci aspettiamo che i pagamenti NFC possano far parte del mercato di massa prima del 2015. Nel frattempo sarà l'acquisto di biglietti a spingere le transazioni tramite NFC".

Gli acquisti di merce saranno i principali elementi di traino delle transazioni nei territori del Nord America e dell'Europa Occidentale. Si tratterà di acquisti sia a livello di e-commerce, sia di acquisti nei negozi fisici. Nel primo caso vi sono grosse realtà come Amazon ed eBay che hanno sviluppato solidi negozi mobile e hanno visto una significativa crescita nelle vendite su questo canale. Per quanto riguarda, invece, gli acquisti nei negozi fisici è interessante osservare quanto operato da Starbucks con l'app Card Mobile, che ora è utilizzabile su scala nazionale negli Stati Uniti, dopo un programma pilota di successo. Gartner si aspetta che numerosi commercianti vadano ad introdurre un proprio sistema di pagamento mobile, nel tentativo di emulare il successo di Starbucks.

Nei mercati in via di sviluppo sono invece i trasferimenti di denaro che costituiscono la maggior parte del volume e del valore di transazione, a fronte di una importante domanda per una modalità sicura ed efficiente per stoccare e trasferire moneta. Anche il pagamento di biglietti e parcheggi ha una certa presa su molti mercati, dal momento che consente di migliorare l'efficienza di transazione e può offrire convenienza agli utenti. Nei mercati di Africa e Sud Asia gli utenti possono acquistare biglietti dei mezzi di trasporto usando un servizio di pagamento mobile, in modo che possano assicurarsi i biglietti in anticipo nelle zone a scarsa fornitura.

Secondo Gartner sarà l'Europa dell'Est ad osservare la maggior crescita degli utenti tra il 2012 ed il 2016, partendo tuttavia da una piccola base utente. La regione Asia/Pacific supererà tutte le altre nel numero di utenti, seguita dall'Africa. Ciò contribuisce anche ad elevati volumi di transazione, con le due regioni che assieme costituiranno entro il 2016 il 60% del volume dei pagamenti mobile. L'Africa si porrà ai vertici come valore di transazione, per via di una più altra proporzione di trasferimenti di denaro che hanno di norma un più elevato valore di transazione rispetto ad altri casi d'uso. Il Nord America sarà la terza maggior regione in termini di valore, circa il doppio dell'Europa Occidentale.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
HostFat30 Maggio 2012, 11:52 #1
A tal proposito commenta Shen: "I pagamenti NFC implicano un mutamento nelle abitudini dell'utente e richiedono una grande collaborazione tra banche, operatori di rete, circuiti di carte e commercianti.
Sarà proprio questa infinita e vecchia burocrazia che invece sbaraglierà le porte a progetti legati alla moneta bitcoin o analoghe basate sullo stesso principio/idea
pabloski30 Maggio 2012, 12:05 #2
Pagamenti mobili nei Paesi in via di sviluppo? Mentre qui da noi gli sms reverse sono monopolio assoluto di quei 3-4 operatori e dei loro sgherri.

Credete che entro il 3020 riuscirà l'Italia a rimettersi sul binario della legalità sul fronte pagamenti mobile?
flapane30 Maggio 2012, 16:46 #3
Originariamente inviato da: pabloski
Pagamenti mobili nei Paesi in via di sviluppo? Mentre qui da noi gli sms reverse sono monopolio assoluto di quei 3-4 operatori e dei loro sgherri.

Credete che entro il 3020 riuscirà l'Italia a rimettersi sul binario della legalità sul fronte pagamenti mobile?


A tutt'oggi, siamo ancora quelli che:
"non faccio usare il POS per piccole spese, perchè la commissione costa" e dell'ulteriore motivo che usare il POS implica l'IMPOSSIBILITA' di evadere non emettendo lo scontrino, cosa fattibilissima col pagamento in contanti.
Campa cavallo...
acerbo31 Maggio 2012, 01:43 #4
pagamenti mobile?? in italia il contante ancora la fà da padrone ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^