PC, tablet, smartphone e ultramobile: crescita del 7,6% nel 2014

PC, tablet, smartphone e ultramobile: crescita del 7,6% nel 2014

Nel corso del prossimo anno la società di analisi Gartner prevede una crescita nelle consegne dei dispositivi, spinta principalmente dai dispositivi ultramobile e dagli smartphone

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:11 nel canale Mercato
 

Le consegne globali combinate di dispositivi PC, tablet, ultramobile e telefoni cellulari sono lanciate a raggiungere i 2,5 miliardi di unità nel 2014, un incremento del 7,6% rispetto a quanto registrato nel 2013. La società di analisi di mercato Gartner, che ha curato la ricerca, osserva inoltre che sul mercato dei sistemi operativi Android è in linea per superare il traguardo di 1 miliardo di utenti su tutti i dispositvi nel 2014. Entro il 2017 il 75% dei volumi di Android saranno generati dai mercati emergenti.

Ranjit Atwal, research director per Gartner, ha commentato: "Il mercato device continua la sua evoluzione, con il pubblico che decide quale combinazione di dispositivi si rivela necessaria per rispondere alle proprie esigenze. I telefoni mobile sono un must have e continueranno a crescere seppur ad un ritmo inferiore, con le opportunità che si spostano dai dispositivi di fascia alta verso i prodotti base e di fascia media. Nel frattempo gli utenti continuano a spostarsi dai tradizionali PC (notebook e desktop) con la loro trasformazione in strumenti di creazione di contenuti condivisi, mentre la grande flessibilità dei tablet, dei sistemi ibridi e dei notebook ultra leggeri risponde alle sempre più differenti domande del pubblico".

I telefoni mobile domineranno le consegne complessive di dispositivi, con 1,9 miliardi di telefoni cellulari che saranno consegnati nel corso del 2014, rappresentando una crescita del 5% rispetto all'anno da poco terminato. Gli ultramobile, che includono tablet, ibridi e tradizionali clamshell, saranno i principali motori di crescita del mercato device, con un tasso di crescita del 54%. A tal proposito osserva Atwal: "I tablet più piccoli andranno a sostituirsi ai tablet dal form factor più grande, offrendo quella maggior mobilità che il pubblico desidera a costi più bassi e concorreranno con gli ibridi per l'attenzione dei consumatori".

Nel 2014 il mercato globale dei tablet è previsto crescere del 47% con prezzi medi di vendita più bassi che attrarranno nuovi utenti. I consumatori continuano ad acquistare tablet come un dispositivo aggiuntivo che si portano ovunque. Secondo un recente studio della stessa Gartner, condotto nel terzo trimestre del 2013 in Brasile, Cina, Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Giappone, oltre due terzi dei tablet vengono usati al di fuori dell'ambiente domestico per svago e tempo libero. Si tratta di uno schema simile a quello degli smartphone, con i form factor più contenuti che spingono una maggiore portabilità al di fuori delle mura domestiche.

Le consegne globali di PC tradizionali sono previste arrivare a 278 milioni di unità nel 2014, con una contrazione del 7% rispetto al 2013. Il mercato PC nel complesso, grazie ad una spinta di Windows nel mondo degli ultamobile, riuscirà a restare abbastanza piatto nel 2014 dopo una flessione el 9,9% nel 2013. L'indagine Gartner mostra che meno dell'8% degli utenti sostiturà il loro portatile con un tablet, mentre un passaggio verso una soluzione Ultrabook vede propensi circa il doppio degli utenti.

Sul fronte del mercato dei sistemi operativi, Android continua ad essere il riferimento, se considerati tutti i dispositivi nel complesso. Garnter stima che Android potrà raggiungere gli 1,1 miliardi di utenti nel 2014, una crescita del 26% rispetto al 2013. "Non c'è dubbio che si tratta di un'equazione volume contro valore, con gli utenti Android che acquistano dispositivi a basso costo rispetto agli utenti Apple. Android possiede il più ampio installato base che arriverà a 1,9 mliardi nel 2014, contro i 682 milioni dell'installato base iOS/Mac OS" ha dichiarato Annette Zimmerman, principal analyst per Gartner.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^