PC, ultramobile, tablet e smartphone: la crescita per il 2014 sarà del 6,9%

PC, ultramobile, tablet e smartphone: la crescita per il 2014 sarà del 6,9%

Il mercato dei dispostivi crescerà in termini di consegne, ma a pesare verso il basso sara ancora la contrazione del mercato PC

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:01 nel canale Mercato
 

Le consegne mondiali di dispositivi PC, tablet, sistemi ultramobile e telefoni cellulari, combinati insieme, sono sulla strada per raggiungere i 2,5 miliardi di unità nel corso del 2014, facendo segnare un incremento del 6,9% rispetto alla situazione del 2013. La società di analisi di mercato Gartner, che ha elaborato la previsione, osserva che nel corso dell'anno passato la crescita è stata del 4,8% e che le vendite di sistemi PC tradizionali continuano a pesare sulla crescita complessiva e che, infine, il processo di sostituzione dei PC con i tablet andrà riducendosi nel prossimo futuro.

A tal proposito osserva Ranjit Atwal, research director per Gartner: "La sostituzione dei notebook con i tablet inizierà a dissolversi da quest'anno in poi, con i consumatori ed il mondo business che allineeranno il corretto dispositivo al corretto pattern d'uso. Facendo ciò vedremo dove i dispositivi dedicati e quelli ibridi si adatteranno nel panorama complessivo dei dispositivi".

La saturazione del mercato avrà inoltre l'effetto di portare ancor più pressione sui margini, con i vendor che cerceranno modalità differenti per affrontare il continuo problema dei margini bassi. Sebbene il trend della flessione dei prezzi sia inevitabile, i consumatori daranno sempre di più valore ad altre caratteristiche oltre al prezzo. Ad esempio chi si avvicina per la prima volta ad un tablet presterà maggiore attenzione alla dimensione dello schermo e alla portabilità, mentre gli utenti che devono sostituire il proprio tablet cercheranno dispositivi con migliori caratteristiche di connettività.

Il segmento di mercato più consistente è, prevedibilmente, quello dei telefoni cellulari che nel corso del 2014 raggiungerà gli 1,9 miliardi di unità, con una crescita del 4,9% rispetto al 2013 che sarà trainata dal punto di incontro tra i dispositivi di fascia bassa del mercato premium e da quelli di fascia alta del mercato basic. Osserva Annette Zimmerman, principal research analyst per Gartner: "Sebbene l'assenza di innovazioni soddisfacenti abbia portato ad una marginale estensione dei cicli di sostituzione nel 2013, si testimonia comunque un percorso di aggiornamento nei mercati emergenti. L'America Latina, il Medio Oriente, l'Africa, la regione Asia/Pacific e l'Europa dell'Est sono tutti mercati dove sono stati aggiornati i telefoni, il che aiuterà a compensare la debolezza dei mercati maturi almeno nel breve periodo".

Per il mercato mondiale dei tablet è invece attesa una crescita del 38,6% nel 2014, con un'adozione complessiva che continua a crescere più velocemente nei mercati al di fuori del Nord America. "L'adozione dei tablet è stata maggiormente concentrata negli USA, con il dominio di Apple. Le dinamiche di mercato in altre regioni sono però differenti, con un maggior interesse verso i tablet no-brand, di minori dimensioni e dal costo inferiore" ha sottolineato Atwal.

Le consegne globali dei sistemi PC tradizionali arriveranno invece a 276,7 milioni di unità nel 2014, facendo segnare una contrazione del 6,6% rispetto allo scorso anno. "La categoria dei PC tradizionali continua a flettersi con solamente due terzi dei rimpiazzi notebook e desktop che restano all'interno di questa categoria. La maggior parte del restante terzo si muoverà invece sugli ultramobile, mentre altri non saranno sostituiti per nulla" ha spiegato Atwal.

Nel mercato dei sistemi operativi, iOS rallenterà la crescita in Nord America, con Apple che dovrà trovare il modo di rinvigorire il proprio ciclo di sostituzione. L'obiettivo di Google continua ad essere quello di accrescere l'impronta di Android ed è in linea con la possibilità di commercializzare un miliardo di dispositivi nel corso del 2014.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^