Preoccupazioni nel settore se Apple si rivolge a TSMC

Preoccupazioni nel settore se Apple si rivolge a TSMC

Se Apple dovesse rivolgersi a TSMC staccandosi da Samsung, i clienti della fonderia taiwanese sono preoccupati del fatto che l'azienda potrebbe non essere capace di soddisfare la richiesta

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:31 nel canale Mercato
SamsungApple
 

Nel settore dei semiconduttori si stanno sollevando alcune preoccupazioni legate all'eventualità che Apple decida di rivolgersi in maniera preponderante a TSMC per la produzione dei processori di iPhone e iPad, staccandosi da Samsung.

Vi sono molte indiscrezioni, che circolano da diverso tempo, che vogliono TSMC come produttore partner principale per i SoC della Mela nel 2013, dal momento che Apple ha già manifestato in vari modi l'intenzione di allontanarsi sempre di più dalla coreana Samsung soprattutto dopo le evoluzioni delle recenti battaglie legali.

Gli analisti di mercato sostengono che la domanda di chip attesa provenire da Apple per i prossimi anni sarà particolarmente gravosa, nell'ordine dei 200 milioni di CPU richiesti ogni anno per la costruzione dei dispositivi mobile iPad e iPhone.

Ragionando su queste cifre, TSMC dovrebbe essere in grado di realizzare mensilmente almeno tra i 20 ed i 30 mila wafer da 12 pollici di diametro esclusivamente per poter soddisfare la domanda di Apple. Il che preoccupa gli attuali clienti di TSMC, che temono di essere lasciati per strada se Apple dovesse occupare la maggior parte degli ordinativi della fonderia.

Attualmente TSMC offre i propri servigi ad alcune delle principali realtà fabless del mondo tecnologico, tra le quali figurano Altera, Qualcomm ed NVIDIA. Clienti che sicuramente TSMC non vorrà scontentare, così come al contempo cercherà di fare bella figura con Apple. L'efficienza della capacità produttiva di TSMC sarà pertanto l'elemento chiave cui la fonderia dovrà prestare attenzione nel corso del 2013.

A tal proposito sono circolate recentemente alcune indiscrezioni, basate su dichiarazioni del CEO di TSMC, Morris Chang, secondo le quali la compagnia avrebbe portato avanti la valutazione della possibilità di costruire una nuova fabbrica produttiva proprio in USA.

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PhoEniX-VooDoo30 Novembre 2012, 13:32 #1
chissà se alla Samsung hanno mai preso un bel foglio bianco e scritto su qualcosa del genere


n^n ordini Apple + telefoni originali = ricavo1
0 ordini Apple + telefoni simil-iPhone = ricavo2

e poi calcolato la differenza tra ricavo1 e ricavo2
mentalray30 Novembre 2012, 13:39 #2
Se non sbagli avevo letto che volevano costruire qualche fabbrichetta addirittura in USA, quindi la risposta è semplice, se ci sarà piu' domanda si potenzierà la catena produttiva.
ripe30 Novembre 2012, 13:49 #3
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
chissà se alla Samsung hanno mai preso un bel foglio bianco e scritto su qualcosa del genere


n^n ordini Apple + telefoni originali = ricavo1
0 ordini Apple + telefoni simil-iPhone = ricavo2

e poi calcolato la differenza tra ricavo1 e ricavo2


Sai quanto costa a Apple un processore Samsung? Circa 15$.
Moltiplichiamo per 200 milioni di pezzi l'anno che dovrebbe essere la richiesta di Apple, e otteniamo 3 miliardi di dollari, a cui vanno sottratte le tasse, i costi di produzione, la ricerca, ecc ecc...
Samsung nel Q3 2012 ha fatturato circa 50 miliardi di dollari. Nel Q3 eh, non in tutto il 2012... Secondo me due conti se li sono fatti eccome.
PhoEniX-VooDoo30 Novembre 2012, 13:59 #4
Originariamente inviato da: ripe
Sai quanto costa a Apple un processore Samsung? Circa 15$.
Moltiplichiamo per 200 milioni di pezzi l'anno che dovrebbe essere la richiesta di Apple, e otteniamo 3 miliardi di dollari, a cui vanno sottratte le tasse, i costi di produzione, la ricerca, ecc ecc...
Samsung nel Q3 2012 ha fatturato circa 50 miliardi di dollari. Nel Q3 eh, non in tutto il 2012... Secondo me due conti se li sono fatti eccome.


Alla Samsung non fanno solo processori per apple ma fanno anche display, NAND flash (una marea di NAND flash) e memorie RAM; inoltre non fanno un solo tipo di processore ma diversi, dato che ipod/ipad/iphone in tutte le loro varianti in produzione usano diversi processori (A5, A5X, A6 ecc.)

I 50 Miliardi che citi non hanno nessun senso in quanto dentro ci sono ricavi da navi, materiale chimico, apparechiatture mediche e Dio solo sa cos'altro produce Samsung (a parte la roba IT ben nota, s'intende)

I calcoli vanno fatti tra ciò che Apple gli avrebbe fatto giadagnare + quello che avrebbero potutto fare senza pestarle i piedi (moltissimo) contro quello che possono fare ora "senza vincoli" ma senza ricavi da ordini Apple.

mi sembrava molto chiaro.
ripe30 Novembre 2012, 14:12 #5
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
Alla Samsung non fanno solo processori per apple ma fanno anche display, NAND flash (una marea di NAND flash) e memorie RAM; inoltre non fanno un solo tipo di processore ma diversi, dato che ipod/ipad/iphone in tutte le loro varianti in produzione usano diversi processori (A5, A5X, A6 ecc.)

I 50 Miliardi che citi non hanno nessun senso in quanto dentro ci sono ricavi da navi, materiale chimico, apparechiatture mediche e Dio solo sa cos'altro produce Samsung (a parte la roba IT ben nota, s'intende)

I calcoli vanno fatti tra ciò che Apple gli avrebbe fatto giadagnare + quello che avrebbero potutto fare senza pestarle i piedi (moltissimo) contro quello che possono fare ora "senza vincoli" ma senza ricavi da ordini Apple.

mi sembrava molto chiaro.


A me l'unica cosa che sembra chiara è che se il CEO di Samsung si chiama Kun Hee Lee e non PhoEniX-VooDoo ci sarà un motivo!
adapting30 Novembre 2012, 14:13 #6
Si parlava del 2.5% del fatturato globale di Samsung destinato a componentistica Apple. Non poco ma nemmeno tantissimo.

Credo anche io che il divorzio sia inevitabile: Samsung è commercialmente molto aggressiva (ricordate i tablet 7" regalati?) e prima o poi si sarebbe giunti alla resa dei conti con Cupertino, anche se ci vorranno dai 3 ai 5 anni prima che i due colossi si sgancino del tutto.

Personalmente, la vedo come un'opportunità per entrambi.
adapting30 Novembre 2012, 14:29 #7
EDIT: In realtà si tratta di ben l'8.8% del fatturato di Samsung che deriva da prodotti Apple, che è di gran lunga il primo cliente di Samsung. Il 2.5% citato era solo per quanto riguarda le memorie.
Credo ancora di più che una fase di transizione richiederà almeno 4-5 anni.

http://www.idownloadblog.com/2012/0...msungs-revenue/
anac30 Novembre 2012, 15:02 #8
ma che analisi del menga : se samsung non produce piu' per apple vuol dire che puo produrre per altri quindi nvidia e qualcomm possono usare le fonderie di samsung non vuol dire che se apple non compra piu' da samsung nessun'altro comprera' da samsung il numero di fonderie e' limitato quindi se non produce uno produce l'altro
cuda30 Novembre 2012, 15:07 #9
Originariamente inviato da: ripe
A me l'unica cosa che sembra chiara è che se il CEO di Samsung si chiama Kun Hee Lee e non PhoEniX-VooDoo ci sarà un motivo!


Si,il motivo è che solo un pirla che si chiama Kun Hee Lee butta nel cesso contratti miliardari!
Fossi in te andrei a stringergli la mano...
RaZoR9330 Novembre 2012, 15:15 #10
Originariamente inviato da: adapting
Si parlava del 2.5% del fatturato globale di Samsung destinato a componentistica Apple. Non poco ma nemmeno tantissimo.

Credo anche io che il divorzio sia inevitabile: Samsung è commercialmente molto aggressiva (ricordate i tablet 7" regalati?) e prima o poi si sarebbe giunti alla resa dei conti con Cupertino, anche se ci vorranno dai 3 ai 5 anni prima che i due colossi si sgancino del tutto.

Personalmente, la vedo come un'opportunità per entrambi.
Molto di più del 2.5%. L'ultima cifra vista è 8.8%. è un contratto da almeno 10 o 12 miliardi, che ovviamente sarebbero continuati ad aumentare linearmente con le vendite di Apple. Comunque sia, Apple avrà bisogno di molti più di 200 milioni di SoC all'anno, considerando che solo nell'ultimo anno ne ha usati 180, 190 milioni.

Ps mi era sfuggito l'edit, sorry.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^