Previsioni di un terzo trimestre molto difficile per AMD

Previsioni di un terzo trimestre molto difficile per AMD

AMD anticipa una contrazione nei risultati finanziari attesi per il terzo trimestre 2012; la domanda da parte dei clienti è stata inferiore alle aspettative complici le difficoltà della crisi economica internazionale

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:52 nel canale Mercato
AMD
 

Nella giornata di ieri abbiamo evidenziato come il mercato delle soluzioni PC abbia registrato, nel corso del terzo trimestre 2012, una forte contrazione nelle vendite a confronto con lo stesso periodo del 2011. Alla luce di questi dati non sorprende l'annuncio di AMD che ha rivisto al ribasso le proprie stime economiche per il risultato di questo periodo.

L'annuncio, della serata di ieri, evidenzia un previsto calo del fatturato sequenziale dell'azienda di circa il 10%, contro una stima inizialmente fornita di una riduzione del fatturato dell'1%, con un margine di oscillazione tra +3% e -3%, rispetto al secondo trimestre dell'anno. Alla base di questo risultato atteso una domanda inferiore al previsto da parte dei clienti per tutte le tipologie di prodotti trattate da AMD, diretta conseguenza della difficile situazione economica internazionale.

Il margine operativo lordo è atteso essere attorno al 31%, contro una stima iniziale del 44%; a contribuire a questa contrazione anche una svalutazione di circa 100 milioni di dollari di controvalore per prodotti in magazzino, operazione dettata dalla necessità di fronteggiare una futura domanda di alcune tipologie di prodotti che è prevista essere inferiore alle attese.

AMD prevede inoltre di ridurre nel trimestre le spese operative di circa il 7%, grazie ad una più rigida ed efficiente operazione di controllo dei costi interni. I dati finanziari definitivi verranno resi pubblici nella serata di Giovedì 18 Ottobre, al termine della seduta di borsa di Wall Street.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
luca c12 Ottobre 2012, 16:23 #1

contrazione nelle vendite

Io sono da molto un affezionato di AMD, ma la colpa di un calo delle vendite non la darei solo alla crisi ma anche alle ultime novità assolutamente non all'altezza della rivale INTEL.
Nel ramo schede video invece si difende un pò meglio ma deve sempre rincorrere la sua concorrente nvidia!!
Phenomenale12 Ottobre 2012, 16:31 #2
Purtroppo AMD è costretta a (s)vendere le sue CPU a pochi soldi per tenerle competitive rispetto ad Intel.
Almeno si rifanno sulle Radeon che hanno prezzi elevati e pur vendono bene!
marchigiano12 Ottobre 2012, 21:06 #3
Originariamente inviato da: Phenomenale
Purtroppo AMD è costretta a (s)vendere le sue CPU a pochi soldi per tenerle competitive rispetto ad Intel.
Almeno si rifanno sulle Radeon che hanno prezzi elevati e pur vendono bene!


sono anni che lo dico... ma tanto alcuni continueranno a dire il contrario nonostante il profit warning ufficiale di amd
xbeatx12 Ottobre 2012, 22:35 #4
Originariamente inviato da: Phenomenale
Purtroppo AMD è costretta a (s)vendere le sue CPU a pochi soldi per tenerle competitive rispetto ad Intel.
Almeno si rifanno sulle Radeon che hanno prezzi elevati e pur vendono bene!


la serie 7000 sta vendendo poco
4 tagli di listino consecutivi dicono tutto
Theodorakis12 Ottobre 2012, 23:59 #5
Non è che Intel se la stia passando meglio.

-> http://www.bitsandchips.it/9-hardwa...lone-borsistico
marchigiano13 Ottobre 2012, 00:04 #6
Originariamente inviato da: Theodorakis
Non è che Intel se la stia passando meglio.

-> http://www.bitsandchips.it/9-hardwa...lone-borsistico


beh è come dire "anche in germania c'è crisi... non solo in grecia"

amd metterebbe la firma per avere i problemi di intel
Theodorakis13 Ottobre 2012, 00:06 #7
Questo è vero, però anche Intel deve giocarsi bene le proprie carte. In un mercato stagnante, per non diri in crisi, basta poco per finire dalle stelle alle stalle.
Capozz13 Ottobre 2012, 00:20 #8
Originariamente inviato da: Theodorakis
Questo è vero, però anche Intel deve giocarsi bene le proprie carte. In un mercato stagnante, per non diri in crisi, basta poco per finire dalle stelle alle stalle.


E' impossibile. Magari l'utile sarà un pò inferiore rispetto alle previsioni, ma è lo scenario peggiore che si possa ipotizzare. Quando il tuo unico concorrente è così debole è impossibile entrare in crisi, a meno che persone e imprese smettano di acquitare computer e server di punto in bianco.
Quell'articolo cmq è molto fuorviante... è vero che il mercato dei personal computer è stagnante, ma parliamo di 348,7 milioni di unità vendute solo tra desktop e notebook nell'arco del 2012, quindi non bruscolini.
Vash_8513 Ottobre 2012, 00:21 #9
Originariamente inviato da: Theodorakis
Non è che Intel se la stia passando meglio.

-> http://www.bitsandchips.it/9-hardwa...lone-borsistico


Beh con il boom che stanno avendo smartphone e tablet direi che era "prevedibile"....
Mparlav13 Ottobre 2012, 12:45 #10
Corre voce di tagli di personale dal 10 al 20%:
http://www.reuters.com/article/2012...E89B1E920121013

è una situazione critica, ed è difficile uscirne.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^