Primo trimestre 2015 in perdita per Amazon

Primo trimestre 2015 in perdita per Amazon

L'azienda di Jeff Bezos macina un buon fatturato ma gli utili sono negativi. Molto buona la prestazione di Amazon Web Services che fa registrare ottimi numeri. Previsioni contenute anche per il prossimo trimestre

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:51 nel canale Mercato
Amazon
 

Pur a fronte di un robusto fatturato di ben 22,7 miliardi di dollari, Amazon incappa in una perdita netta di 57 milioni di dollari nel primo trimestre fiscale 2015. Il fatturato generato dalle vendite è cresciuto del 15% rispetto ai 19,7 miliardi di dollari dello stesso trimestre dello scorso anno. Come già accaduto con Facebook, però, se si escludono gli effetti sfavorevoli della variazione dei tassi di cambio, le vendite avrebbero registrato una crescita del 22% rispetto al primo trimestre dello scorso anno.

Il flusso di cassa operativo degli ultimi 12 mesi arriva a 7,84 miliardi di dollari, crescendo del 47% rispetto ai 5,35 miliardi dei 12 mesi precedenti. L'utile operativo cresce del 74% a 255 milioni di dollari, rispetto ai 146 milioni registrati nel primo trimestre 2014. La perdita netta corrisponde a 0,12 dollari per azione diluita, contro l'utile netto di 108 milioni di dollari del primo trimestre 2014 che corrispondeva ad un utile di 23 centesimi di dollaro per azione diluita.

E' interessante osservare le buone prestazioni di Amazon Web Services, che si configura essere un giro d'affari da 5 miliardi l'anno e che nel trimestre in esame fa registrare un fatturato di 1,56 miliardi di dollari per un utile operativo di 265 milioni di dollari. L'utile di Amazon Web Services è praticamente pari alla metà dell'utile generato dalle vendite online nel solo territorio nordamericano.

Amazon prevede che per il prossimo trimestre le vendite nette possano essere comprese tra i 20,6 e i 22,8 miliardi di dollari (cioè una crescita tra il 7% e il 18% rispetto al secondo trimestre 2014). La società prevede inoltre di registrare un utile operativo compreso tra un passivo di 500 milioni di dollari e un profitto di 50 milioni di dollari.

"Amazon Web Services è un giro d'affari da 5 miliardi di dollari e sta ancora crescendo velocemente. Nato dieci anni fa, AWS è un buon esempio di come approcciamo le idee e ci assumiamo i rischi in Amazon. Facciamo ogni cosa per concentrarci sul cliente, innovare rapidamente e guidare l'eccellenza operativa. Gestiamo due tratti che sembrano in contraddizione: l'impazienza di fare velocemente e la volontà di pensare a lungo termine. Siamo grati ai nostri clienti AWS e restiamo impegnati ad inventare per loro conto" ha dichiarato il CEO di Amazon.com Jeff Bezos.

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Obyboby24 Aprile 2015, 11:02 #1
Dobbiamo sentirci in colpa per i resi delle nostre shcede video?
CabALiSt24 Aprile 2015, 11:11 #2
"La società prevede inoltre di registrare di registrare un utile operativo compreso"
ripe24 Aprile 2015, 11:32 #3
E tutto questo senza pagare le tasse......
Epoc_MDM24 Aprile 2015, 11:45 #4
Originariamente inviato da: ripe
E tutto questo senza pagare le tasse......


Come FIAT del resto... e pensa, è un'azienda italiana
alexdal24 Aprile 2015, 12:13 #5
in premarket fa il 9% con una crescita di 34 dollari

titolo a 424 dollari da 289 del precendete trimestre
pin-head24 Aprile 2015, 13:04 #6
"in premarket fa il 9% con una crescita di 34 dollari

titolo a 424 dollari da 289 del precendete trimestre"

sia lodato il giorno (un paio di anni fa) in cui ho deciso di comprare un po' di AMZN e di AAPL
Pier220424 Aprile 2015, 13:10 #7
Originariamente inviato da: Epoc_MDM
Come FIAT del resto... e pensa, è un'azienda italiana


Come qualsiasi multinazionale che ha sede dove il prelievo fiscale è inferiore.

Guarda caso FCA ha la sede in Olanda, uno dei paesi che ha un basso livello di tassazione, eppure subito dopo gli Scandinavi ha i migliori servizi pubblici al mondo.

MA se potessi anche io Aprirei la sede in Olanda ..e sono convinto che QUI lo farebbero tutti, passare da oltre il 50% di tasse tra dirette ne indirette a meno del 24%, voglio vedere quanti rimarrebbero fedeli alla bandiera

A parità di servizio o di prodotto, mi risulta che ogni essre vivente sulla terra preferisce il posto dove si paga meno. O mi sbaglio?

Poi in Italia paghiamo tasse vergognose per avere solo una caterba di burocrazia e i servizi, a parte poche eccellenze, sono insulsi.
^Alex^24 Aprile 2015, 13:31 #8
Originariamente inviato da: Obyboby
Dobbiamo sentirci in colpa per i resi delle nostre shcede video?


Bha...Non penso che siano questi i problemi di Amazon.
I prodotti restituiti non gli restano di certo sul gobbo, finiscono al porduttore e tanti saluti.
Non è che quando fai un reso questo viene automaticamente accettato...O meglio questo avviene ma poi succede anche che il prodotto venga controllato per vedere se è stato o meno manomesso.
macellatore24 Aprile 2015, 14:54 #9
In effetti la domanda è

come è possibile che Amazon sia in perdita?
Epoc_MDM24 Aprile 2015, 14:56 #10
Originariamente inviato da: Pier2204
Come qualsiasi multinazionale che ha sede dove il prelievo fiscale è inferiore.

Guarda caso FCA ha la sede in Olanda, uno dei paesi che ha un basso livello di tassazione, eppure subito dopo gli Scandinavi ha i migliori servizi pubblici al mondo.

MA se potessi anche io Aprirei la sede in Olanda ..e sono convinto che QUI lo farebbero tutti, passare da oltre il 50% di tasse tra dirette ne indirette a meno del 24%, voglio vedere quanti rimarrebbero fedeli alla bandiera

A parità di servizio o di prodotto, mi risulta che ogni essre vivente sulla terra preferisce il posto dove si paga meno. O mi sbaglio?

Poi in Italia paghiamo tasse vergognose per avere solo una caterba di burocrazia e i servizi, a parte poche eccellenze, sono insulsi.


No ma infatti il mio discorso era "anche le aziende italiane fanno a gare per NON pagare le tasse in Italia"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^