Raja Koduri torna in AMD dopo la militanza in Apple

Raja Koduri torna in AMD dopo la militanza in Apple

L'ingegnere, che in passato ha già lavorato presso l'azienda di Sunnyvale, si occuperà di coordinare le attività ingegneristiche nel campo del visual computing

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:31 nel canale Mercato
AppleAMD
 

Un illustre ingegnere decide di lasciare Apple per andare a lavorare in AMD, ritrovando ad una serie di professionisti che negli anni recenti hanno seguito il medesimo percorso. Si tratta di Raja Koduri, che in passato ha già lavorato per l'azienda di Sunnyvale occupandosi delle tecnologie legate alla grafica tridimensionale.

S3 Graphics, ATI ed AMD, qui in qualità di CTO della divisione Graphics Product Group, sono state le tappe professionali di Koduri prima dell'approdo in Apple. E' proprio a Koduri che si devono una serie di invenzioni tecnologiche che hanno contribuito allo sviluppo della grafica tridimensionale nel corso degli anni.

Durante il suo impiego presso S3 Grpahics, Koduri ha ideato il metodo di compressione delle texture poi divenuto lo standard DXTC (DirectX Texture Compression). In ATI è invece stato coinvolto nel progetto che ha definito l'originario schema della tecnologia CrossFire, in risposta alla tecnologia SLI di NVIDIA. Durante la militanza in AMD ha collaborato alla realizzazione dello schema del filtro antialiasing CFAA per il miglioramento della qualità di immagine. Dopo l'ingresso in Apple, Koduri ha potuto orientare la roadmap grafica della compagnia, ricoprendo un ruolo di particolare spessore soprattutto a fronte della rilevanza, in termini di spazio fisico su die, che Apple ha riservato alla parte grafica sui propri SoC.

Con il ritorno in AMD, Koduri andrà a coordinare le attività ingegneristiche nel campo del visual computing, riferendo direttamente al CTO di AMD Mark Papermaster (qui una nostra intervista), anch'egli con un breve trascorso in Apple. Papermaster ha infatti lasciato la Mela nel mese di agosto 2010, dopo aver avuto qualche problema con l'allora CEO Steve Jobs e divenuto capro espiatorio del caso "antennagate" di iPhone 4.

Come detto in precedenza, Koduri non è l'unico ingegnere che in tempi recenti ha compiuto il passaggio da Apple ad AMD: lo scorso mese di agosto anche Jim Keller, responsabile del mobile platform group di Apple per iPhone e iPad, è entrato nel team dell'azienda di Sunnyvale in qualità di Chief Architect Microprocessor Core. Anche per Keller si è trattato di un "ritorno all'ovile", avendo contribuito allo sviluppo delle architetture K7 e K8 tra il 2000 ed il 2005.

Degna di nota è anche la figura di Wayne Meretsky, attualmente responsabile delle attività di sviluppo software di AMD. Meretsky e Keller provengono entrambi da PA Semi, la società impegnata nella progettazione di chip ARM che Apple ha acquisito nel 2008 con un'operazione di 278 milioni di dollari.

Con il suo ritorno in AMD Koduri è particolarmente interessato alle nuove strade che AMD sta cercando di percorrere, in particolare lo sviluppo di nuovi SoC a basso consumo destinati ai dispositivi mobile. Il CEO di AMD, Rory Read, ha infatti recentemente precisato come l'azienda abbia completato il lungo e complesso processo di riorganizzazione strategica che la porterà nel corso dei prossimi mesi ad avventurarsi anche su nuovi mercati ad alta crescita.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^