Rallenta la flessione dei prezzi delle memorie DRAM

Rallenta la flessione dei prezzi delle memorie DRAM

Con un minor affanno nella transizione verso processi produttivi più raffinati, rallenta di pari passo il declino dei prezzi delle memorie. La situazione destinata a durare fino al primo trimestre 2012

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:28 nel canale Mercato
 

Una più lenta adozione, rispetto agli anni passati, delle nuove tecnologie di produzione dei semiconduttori causerà un parallelo rallentamento nella flessione dei prezzi delle memorie DRAM. E' un'analisi della società IHS iSuppli a tratteggiare la tendenza, che mette in diretta correlazione l'andamento dei prezzi con le tecnologie di litografia.

Nel corso del primo trimestre 2011 i prezzi delle memorie DRAM hanno registrato una flessione del 14,2%, che tuttavia è già rallentato al 12% nel corso del secondo trimestre. Secondo le rilevazioni di iSuppli la flessione avverrà in misura ancor minore durante il terzo trimestre, con un tasso del 9%, per scendere ulteriormente al 4% nel corso del quarto trimestre. La tendenza proseguirà ancora per i primi tre mesi del prossimo anno, con una riduzione all'1%. Per il restante periodo del 2012 la flessione dei prezzi si stabilizzerà attorno al 3,8%-4%.

Come già accennato il rallentamento della flessione dei prezzi procede di pari passo con il rallentamento nella migrazione verso tecnologie di litografia più avanzate: il trend dei prezzi delle memorie DRAM è direttamente influenzato dalla progressione delle tecnologie di produzione con processi più raffinati. Per meglio comprendere questa tendenza è sufficiente osservare il grafico elaborato dai iSuppli.

Dee Nguyen, memory analyst per iSuppli, ha commentato: "Sulla scia di un affannoso inseguimento della riduzione dei processi di litografia nell'ultima parte del 2010 e all'inizio del 2011, l'industria delle memorie DRAM adotterà un approccio meno aggressivo alla migrazione per il resto dell'anno. Le spese per capitali dell'industria DRAM sono attese ridursi del 30% nel 2011 rispetto a quanto registrato nel 2010. Di conseguenza anche il tasso di riduzione dei costi per le memorie DRAM rallenterà durante il resto del 2011 e del 2012. Comunque IHS iSuppli si aspetta che la riduzione dei costi delle memorie DRAM accelererà nuovamente il passo nel 2013, con una ripresa nelle riduzioni dei processi di litografia, per via di una maggiore propensione alla spesa di capitali. La spesa crescerà del 23% nel 2012 ed avrà come conseguenza ultima la stimolazione di più consistenti riduzioni di prezzo nel 2013".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^