RIM prossima ad un piano di ristrutturazione

RIM prossima ad un piano di ristrutturazione

Il produttore canadese sta definendo una nuova strategia, che passerà con grossa probabilità dalla riduzione della forza lavoro di almeno 2000 dipendenti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:51 nel canale Mercato
RIM
 

Secondo quanto riportato dal quotidiano canadese The Globe and Mail pare che Research in Motion, azienda nota per lo sviluppo e commercializzazione di terminali a marchio BlackBerry, stia lavorando alla definizione di un piano di ristrutturazione che potrebbe includere il licenziamento di almeno 2000 dipendenti in tutto il mondo.

Il piano di riduzione del personale, su una forza lavoro complessiva di 16500 dipendenti in tutto il mondo, dovrebbe toccare tutti i dipartimenti, dal legale alle risorse umane, alle vendite e marketing. L'annuncio pare essere fissato per il prossimo 1 giugno, il giorno antecedente alla chiusura del trimestre fiscale.

Non si tratta di una notizia inattesa, in quanto nel corso dei mesi passati il CEO Thosrtein Heins ha chiaramente espresso la necessità di apportare un cambiamento sostanziale all'organizzazione della compagnia. Nel corso dell'ultimo trimestre fiscale RIM ha assistito ad un calo dell'80% nelle consegne di BlackBerry rispetto all'anno precedente, a fronte dei concorrenti Android e iOS che guadagnano terreno.

A partire dallo scorso mese di gennaio RIM ha operato un importante ricambio ai vertici, nominando il nuovo CEO Thorstein Heins e invitando alle dimissioni numerosi executive. Lo scorso estate RIM ha già affrontato un programma di licenziamento di 2000 dipendenti.

Heins ha comunque già dichiarato di non voler escludere alcuna eventualità per RIM, dalla vendita di asset alla formazione di partnership, dalla cessione di brevetti in licenza per arrivare, nel caso limite, alla vendita della compagnia.

La nuova linea di smartphone basati su BlackBerry 10, che dovrebbero debuttare verso la fine dell'estate o durante l'autunno, rappresentano forse l'unica speranza per RIM di rimettersi al passo dei concorrenti e di proporre soluzioni in grado di competere con gli attuali leader del mercato.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
luca2014128 Maggio 2012, 11:07 #1

Dura lex sed lex

Ecco un altro big che cade.
Sempre un peccato, sopratutto per che ha lavorato duro. Purtroppo, scelte sbagliate della dirigenza hanno sempre delle conseguenze su chi si trova sotto...
angurio28 Maggio 2012, 22:06 #2

RIP RIM

Il paradiso dell'hi tech ti attende...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^