Risultati in rosso per RIM, ma meglio del previsto

Risultati in rosso per RIM, ma meglio del previsto

A dispetto di una perdita trimestrale la canadese RIM ottiene risultati migliori delle previsioni, segnale che le operazioni di ristrutturazione interna sono orientate verso una giusta direzione

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:01 nel canale Mercato
RIM
 

Research In Motion ha pubblicato i propri risultati finanziari per il trimestre conclusosi lo scorso 1 Dicembre, evidenziando un risultato negativo ma in ogni caso migliore delle stime formulate dagli analisti finanziari.

Il dato parla di una perdita di 114 milioni di dollari USA su un fatturato complessivo di 2,7 miliardi di dollari. In termini di perdita per azione il dato è negativo per 22 centesimi di dollaro, valore inferiore alla stima di 35 centesimi attesa dal mercato.

Il dato del trimestre da poco concluso è migliore di quanto registrato dall'azienda canadese nel corso dei trimestri precedenti, conclusi con perdite rispettivamente pari a 235 milioni e 518 milioni di dollari. Una indicazione di questo tipo lascia intendere che gli sforzi interni incentrati verso la riduzione dei costi e l'incremento della efficienza opeerativa stiano premiando.

In termini di vendita RIM ha comunicato di aver venduto 6,9 milioni di terminali smartphone della famiglia BlackBerry, assieme a circa 255.000 tablet della famiglia PlayBook. Si tratta di dati che per le soluzioni smartphone rappresentano una frazione di quanto RIM era stata capace di vendere ogni trimestre negli scorsi anni, chiaro segnale della disaffezione dei clienti e del loro spostamento verso soluzioni alternative, principalmente basate sui sistemi operativi iOS e Android.

Questa tendenza è confermata anche dalla diminuzione nel numero di clienti che utilizzano i servizi RIM: se nel corso degli ultimi trimestri questo indicatore era continuato a crescere, segnale che i nuovi smartphone erano stati acquistati da chi in precedenza non possedeva un prodotto BlackBerry, negli ultimi 3 mesi in esame si è passati da 80 a 79 milioni di utenti attivi, segnale di come l'interesse dei consumatori si stia spostado lontano dalle proposte dell'azienda canadese.

Quali stime per il prossimo trimestre? Il debutto dei primi prodotti basati su sistema operativo BlackBerry 10 potrebbe portare alcuni clienti a posticipare l'acquisto di nuovi prodotti, con diretti impatti sul fatturato di breve periodo. Oltre a questo l'azienda si attende un incremento degli investimenti in marketing onde meglio supportare le iniziative di vendita della nuova generazione di smartphone. La conseguenza di tutto questo è ben chiara: una perdita anche per i 3 mesi in corso.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gpat24 Dicembre 2012, 18:57 #1
Considerando che mezzo mondo si aspetta il fallimento di RIM, immagino che qualsiasi altro risultato sia migliore delle aspettative....
LMCH25 Dicembre 2012, 21:18 #2
Originariamente inviato da: gpat
Considerando che mezzo mondo si aspetta il fallimento di RIM, immagino che qualsiasi altro risultato sia migliore delle aspettative....


Adesso resta da vedere se i BB10 riescono ad invertire la tendenza.
Se li propongono come "Android compatibili, ma più sicuri" potrebbero riuscire a recuperare una fetta sufficiente di utenza aziendale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^