Risultati positivi per IBM, ma non tali da stupire il mercato

Risultati positivi per IBM, ma non tali da stupire il mercato

A dispetto di un terzo trimestre 2011 chiuso con buona crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno IBM non riesce a stupire gli operatori del mercato: il contesto macroeconomico nel quale ci troviamo è ancora troppo ricco di ostacoli

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:00 nel canale Mercato
IBM
 

I risultati finanziari di IBM, con riferimento al terzo trimestre 2011, hanno scatenato reazioni negative nella comunità finanziaria a dispetto di valori che sono superiori alle stime inizialmente formulate e in crescita rispetto a quanto registrato nello stesso periodo dello scorso anno.

Il fatturato è incrementato dell'8% su base annuale, con utile operativo che ha segnato un +15% sempre nello stesso periodo di riferimento; questi valori non hanno tuttavia colpito particolarmente gli investitori e gli analisti, probabilmente anche a motivo del confronto con oracle che ha registrato valori estremamente positivi nel terzo trimestre 2011.

Dopo l'annuncio dei risultati il titolo IBM ha registrato una contrazione del 4% circa, chiaro segnale di come la comunità finanziaria aspettasse risultati ancora più brillanti. Nel complesso l'azienda ha registrato un incremento del 12% nella propria divisione software, bilanciato da un risultato positivo dell'8% per quanto riguarda le soluzioni hardware. Crescita identica anche per le soluzioni di storage hardware, altro elemento chiave nel pacchetto di soluzioni hardware che IBM propone ai propri clienti enterprise.

A fronte di risultati di questa portata la risposta negativa da parte del mercato può essere giustificata da considerazioni legate al comportamento dell'economia globale nel complesso, e dalla sostenibilità del business IBM in questo contesto. Le stime dell'azienda continuano in ogni caso a restare invariate, con previsione di raggiungere un utile per azione di 20 dollari entro il 2015 continuando a mantenere attive le operazioni di ricerca e sviluppo nonché di acquisizioni strategiche.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^