Rubati 65 milioni di dollari in Bitcoin sulla piattaforma Bitfinex

Rubati 65 milioni di dollari in Bitcoin sulla piattaforma Bitfinex

È il secondo più grande furto della storia dei Bitcoin quello avvenuto pochi giorni fa sulla piattaforma di scambio Bitfinex. La società sta collaborando con le autorità per scoprire i dettagli su quanto accaduto

di Nino Grasso pubblicata il , alle 14:41 nel canale Mercato
 

Il prezzo dei Bitcoin è crollato di oltre il 20%, per poi riassestarsi sui valori precedenti, alla diffusione della notizia di un furto dal valore di 65 milioni di dollari all'interno della piattaforma di scambio Bitfinex. Si tratta della seconda più grande violazione nella storia della criptovaluta, dopo quella da oltre 650 milioni di dollari costata cara a MtGox. In seguito alla scoperta del furto Bitfinex, con sede a Hong Kong, ha bloccato tutte le operazioni. Al momento in cui scriviamo la società sta collaborando con le autorità per per scoprire i dettagli del furto.

"Si, è stata una grande violazione", ha detto Fred Ehrsam, co-fondatore di Coinbase, piattaforma di trading e wallet di criptovalute. "Bitfinex è una grossa piattaforma di scambio, quindi si tratta di un evento significativo nel breve termine nonostante Bitcoin abbia già mostrato in passato la sua resistenza a questo particolare tipo di eventi". Secondo Bloomberg Bitfinex ha confermato la perdita di 119.756 Bitcoin, del valore di circa 65 milioni di dollari ai tempi dell'attacco, per via di un hack proveniente dall'esterno.

All'interno dell'attacco sono stati rubati solo Bitcoin, tuttavia al fine di garantire il massimo della sicurezza Bitfenix ha sospeso le attività su tutte le criptovalute, fra cui anche Ethereum. I depositi in dollari americani non sono invece stati toccati.

"Stiamo indagando sulla violazione per determinare quello che è successo, ma sappiamo che alcuni dei nostri utenti hanno subito un furto di Bitcoin", ha dichiarato la piattaforma di scambio in un post diffuso pubblicamente. "Stiamo avviando un'analisi approfondita per identificare gli utenti coinvolti. Mentre conduciamo l'indagine e rendiamo sicura la piattaforma, le attività di bitfinex.com saranno sospese e lasceremo attiva la pagina di manutenzione. Prenderemo in considerazione varie opzioni per affrontare le perdite dei clienti in un momento successivo all'indagine".

Ci vorranno alcuni giorni perché tutte le funzionalità del sito e della piattaforma di scambio verranno nuovamente rese disponibili: "Bitfenix è in modalità indagine, quindi non sapremo nulla almeno per alcuni giorni", ha scritto Peter Todd, collaboratore nel codice di Bitcoin. Per ulteriori aggiornamenti (l'ultimo risale al 3 agosto, al momento in cui scriviamo) vi rimandiamo al sito ufficiale bitfinex.com.

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
litocat04 Agosto 2016, 15:58 #1
Non sarebbe corretto dire alle persone danneggiate che se la sono cercata, però mi chiedo come abbiano potuto prendere bitcoin sul serio. I bitcoin sono nati per essere indipendenti da banche ed autorità centrali, ma banche ed autorità centrali esistono per dare uno straccio di tutela al consumatore. In caso di frode, addebiti su carte e bonifici si possono annullare, le transazioni in bitcoin no, ora quei milioni non torneranno più indietro.
Dumah Brazorf04 Agosto 2016, 16:50 #2
"Stiamo indagando sulla violazione per determinare quello che è successo, ma sappiamo che alcuni dei nostri utenti hanno subito un furto di Bitcoin", ha dichiarato il portavoce della piattaforma di scambio in bermuda e camicia hawaiana mentre infilava frettolosamente scartoffie in una 24ore. "Stiamo avviando un'analisi approfondita per identificare gli utenti coinvolti. Mentre nascondiamo la refurtiva e scapp... conduciamo l'indagine e rendiamo sicura la piattaforma, le attività di bitfinex.com saranno sospese e lasceremo attiva la pagina di perculam... manutenzione. [...]"
Abalfor04 Agosto 2016, 16:53 #3
Originariamente inviato da: litocat
Non sarebbe corretto dire alle persone danneggiate che se la sono cercata, però mi chiedo come abbiano potuto prendere bitcoin sul serio. I bitcoin sono nati per essere indipendenti da banche ed autorità centrali, ma banche ed autorità centrali esistono per dare uno straccio di tutela al consumatore. In caso di frode, addebiti su carte e bonifici si possono annullare, le transazioni in bitcoin no, ora quei milioni non torneranno più indietro.


polvere alla polvere
Sandro kensan04 Agosto 2016, 16:55 #4
Originariamente inviato da: litocat
Non sarebbe corretto dire alle persone danneggiate che se la sono cercata, però mi chiedo come abbiano potuto prendere bitcoin sul serio. I bitcoin sono nati per essere indipendenti da banche ed autorità centrali


Esatto i bitcoin sono nati per essere indipendenti dalle autorità centrali per cui non ha senso depositare i bitcoin in una banca come è Bitfinex. I bitcoin vanno tenuti esclusivamente nel proprio pc in un sistema di sicurezza, affidarli a un exchange o a un sito in cui si fa trading è una pessima idea.

Se si trattano i bitcoin come le valute fiat allora si devono pagare tutti i costi tra cui le frequenti truffe, i frequenti furti che vengono ammortizzati tramite alti costi delle banche e del sistema bancario e altissimi costi nelle transazioni tramite carte di credito (2% del valore mentre i bitcoin si transano con un costo assoluto di 6 centesimi di euro).

Comunque adesso è il momento di acquistare bitcoin col prezzo basso che hanno (522 euro).
Sandro kensan04 Agosto 2016, 16:58 #5
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
"Stiamo indagando sulla violazione per determinare quello che è successo, ma sappiamo che alcuni dei nostri utenti hanno subito un furto di Bitcoin", ha dichiarato il portavoce della piattaforma di scambio in bermuda e camicia hawaiana mentre infilava frettolosamente scartoffie in una 24ore. "Stiamo avviando un'analisi approfondita per identificare gli utenti coinvolti. Mentre nascondiamo la refurtiva e scapp... conduciamo l'indagine e rendiamo sicura la piattaforma, le attività di bitfinex.com saranno sospese e lasceremo attiva la pagina di perculam... manutenzione. [...]"


vabbè ma mica gliela ha ordinato il dottore a questi qui di fidarsi di Bitfinex, non potevano tenere i loro soldi nei wallet del loro pc? Oppure se questi vogliono speculare con i bitcoin allora accettino il rischio che la banca perda tutti i soldi sia se se li è rubati sia se glieli hanno rubati.
litocat04 Agosto 2016, 17:09 #6
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Se si trattano i bitcoin come le valute fiat allora si devono pagare tutti i costi tra cui le frequenti truffe, i frequenti furti che vengono ammortizzati tramite alti costi delle banche e del sistema bancario e altissimi costi nelle transazioni tramite carte di credito (2% del valore mentre i bitcoin si transano con un costo assoluto di 6 centesimi di euro).

Con le banche sopportano loro il rischio delle truffe in cambio di commissioni, che comunque paga il negoziante, non il consumatore finale. Con i contanti sopporti il rischio delle truffe, ma non hai commissioni di pagamento. Con i bitcoin supporti il rischio delle truffe, ma hai commissioni di pagamento: il peggio di entrambi i mondi.
Sandro kensan04 Agosto 2016, 17:20 #7
Originariamente inviato da: litocat
Con le banche sopportano loro il rischio delle truffe in cambio di commissioni, che comunque paga il negoziante, non il consumatore finale.


Questa è una bufala virale e piuttosto ingenua: credere che il negoziante paghi qualche cosa esiste nelle favole. Il negoziante guadagna e basta.

Originariamente inviato da: litocat
Con i contanti sopporti il rischio delle truffe, ma non hai commissioni di pagamento. Con i bitcoin supporti il rischio delle truffe, ma hai commissioni di pagamento: il peggio di entrambi i mondi.


Con i bitcoin non hai costi di commissioni. Io posso mandarti un milioni di euro e questo mi costa 6 centesimi di euro (0.0001 bitcoin). In percentuale mi costa lo 0.00000..01%.
litocat04 Agosto 2016, 17:38 #8
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Questa è una bufala virale e piuttosto ingenua: credere che il negoziante paghi qualche cosa esiste nelle favole. Il negoziante guadagna e basta.



Con i bitcoin non hai costi di commissioni. Io posso mandarti un milioni di euro e questo mi costa 6 centesimi di euro (0.0001 bitcoin). In percentuale mi costa lo 0.00000..01%.

Puoi mandarmi un milione di euro... diciamo che sogni di avere un milione da potermi mandare ed io altrettanto ma, al di la dei sogni, nella vita reale si paga in media l'1.5% di commissione.
HostFat04 Agosto 2016, 18:21 #9
Originariamente inviato da: litocat
Con le banche sopportano loro il rischio delle truffe in cambio di commissioni, che comunque paga il negoziante, non il consumatore finale.
E' già, perchè il commerciante poi non scarica tutti i suoi costi sul prezzo al consumatore
Sandro kensan04 Agosto 2016, 19:18 #10
Originariamente inviato da: litocat
Puoi mandarmi un milione di euro... diciamo che sogni di avere un milione da potermi mandare ed io altrettanto ma, al di la dei sogni, nella vita reale si paga in media l'1.5% di commissione.


Nella vita reale io ho fatto una donazione di 0.0021802 bitcoin a un programma che mi stava simpatico ma che non è importante per me e ho pagato una fee (che stabilisco io con il mio programma per i bitcoin) di 0.0001 bitcoin.

Nella vita reale questo ha un prezzo anche in euro che in questo momento in cui scrivo si traduce in 1.14 euro di donazione e 5.22 centesimi di euro di fee.

D'altra parte mi sono comprato uno SSD e ho pagato una cinquantina di euro di costo e una fee sempre di 0.0001 bitcoin ovvero 5.22 centesimi di euro di fee.

Non so se si nota ma la fee è sempre di 0.0522 euro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^