Samsung, 4 miliardi di dollari per la fabbrica in Texas

Samsung, 4 miliardi di dollari per la fabbrica in Texas

Aggiornamento delle linee produttive in Texas per l'azienda Coreana. Il principale cliente della fabbrica di Austin è Apple

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:48 nel canale Mercato
SamsungApple
 

Samsung Austin Semiconductor LLC ha annunciato la pianificazione di un investimento di 4 miliardi di dollari allo scopo di rispondere alle crescenti necessità del mercato per chip e processori. Le risorse verranno impiegate per rinnovare le attività di produzione presso le fabbriche di Austin, in Texas. La rinnovata linea di produzione si occuperà principalmente di realizzare SoC per il mondo mobile impiegando wafer da 300 millimetri e processo a 28 nanometri.

Woosung Han, presidente di Samsung Austin Semiconductor, ha commentato: "Siamo molto lieti di estendere la nostra presenza ad Austin e rafforzare la capacità di Samsung per prodotti logici altamente avanzati. Le nuove capacità nella produzione permetteranno ai nostri clienti di rispondere meglio alle esigenze del mercato".

Il progetto prenderà il via nel corso di questo mese e, se la tabella di marcia sarà rispettata, consentirà di dare il via alla produzione in volumi nel corso della seconda metà del 2013. La compagnia non ha rivelato la capacità produttiva mensile o trimestrale della nuova fabbrica, ma l'ammontare dell'investimento rende verosimile supporre che lo stabilimento sarà capace di produrre decine di migliaia di wafer al mese.

La prima fabbrica di Samsung a 300mm di Austin è stata costruita nel 2007. Nel corso del 2009 è stato invece chiuso e ristrutturato un vecchio stabilimento produttivo, che si occupava della produzione su wafer da 200mm, per aggiornarlo alla produzione mediante i wafer da 300mm. L'ultimo investimento di Samsung rappresenta il più grande investimento estero singolo mai compiuto nello stato del Texas. Gli investimenti complessivi condotti da Samsung Austin Semiconductor sin dal 1996 superano i 13 miliardi di dollari.

Attualmente è Apple uno dei principali clienti della fabbrica Samsung di Austin.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ArteTetra22 Agosto 2012, 14:34 #1
Cifre impressionanti.
Phantom II22 Agosto 2012, 14:41 #2
Una bella notizia per i lavoratori statunitensi.
p4ever22 Agosto 2012, 15:15 #3
tutti questi investimenti di samsung su suolo americano potrebbero fare la differenza per le prossime diatribe samsung vs america...chissà

qualche giudice americano potrebbe pensarci bene prima di mettere il bastone tra le ruote a qualche realtà che da da mangiare a qualche americano in texas e non solo, mettendo fine alle solite buffonate legate ai brevetti che ormai stanno scassando i cosidetti pure agli stessi tribunali statunitensi...
ncc200022 Agosto 2012, 15:26 #4
beh...effettivamente c'è da riflettere: una azienda americana, che produce e dà lavoro in cina, denuncia e denuncia e denuncia una azienda coreana che produce e da' lavoro in america. C'è da riflettere.
PaSteam22 Agosto 2012, 15:40 #5
e se iniziamo a dar fastidio alla samsung cosi ci mette qualche fabbrichetta anche in italia?
p4ever22 Agosto 2012, 16:40 #6
Originariamente inviato da: PaSteam
e se iniziamo a dar fastidio alla samsung cosi ci mette qualche fabbrichetta anche in italia?


con la tassazione vigente?
con i nostri sindacati?
con la proverbiale voglia di lavorare dell'italiano medio?

sarebbe un suicidio per ogni multinazionale, prima deve cambiare qualcosa qua da noi....l'unica multinazionale che potrebbe prosperare qua da noi è quella dei format televisivi, dei reality ignoranti e delle suonerie per cellulare in abbonamento, almeno per ora...
Phantom II22 Agosto 2012, 17:00 #7
Originariamente inviato da: p4ever
con la tassazione vigente?
con i nostri sindacati?
con la proverbiale voglia di lavorare dell'italiano medio?

sarebbe un suicidio per ogni multinazionale, prima deve cambiare qualcosa qua da noi....l'unica multinazionale che potrebbe prosperare qua da noi è quella dei format televisivi, dei reality ignoranti e delle suonerie per cellulare in abbonamento, almeno per ora...

La solita sagra dei luoghi comuni, soprattutto in merito ai sindacati (che oggi sono un insulto a se stessi e andrebbero rivoltati come calzini, ma nella storia della Repubblica sono stati essenziali per il progresso democratico nazionale) e al lavoratore medio italiano.
Siamo, anzi, siete vittime di un provincialismo auto inflitto allucinante.
p4ever22 Agosto 2012, 17:20 #8
Originariamente inviato da: Phantom II
La solita sagra dei luoghi comuni, soprattutto in merito ai sindacati (che oggi sono un insulto a se stessi e andrebbero rivoltati come calzini, ma nella storia della Repubblica sono stati essenziali per il progresso democratico nazionale) e al lavoratore medio italiano.
Siamo, anzi, siete vittime di un provincialismo auto inflitto allucinante.


a volte si può parlare anche per esperienze dirette, (altre volte si esagera come può sembrare, ma non sempre è cosi)...che i nostri sindacati siano stati essenziali in epoche remote non lo metto in dubbio, altrimenti saremmo ancora allo schiavismo con una paga da fame, ma cosi non è per fortuna....ma per come sono ora, a me sembra solo un bagno di sangue politico e di bella faccia ahimè, ognuno tira acqua al suo mulino dando un senso al fatto di esistere...riguardo all'italiano medio, cosa vuoi che ti dica, sarà che a tutte le ore noto spazzini, postini, impiegati comunali, muratori, agenti in servizio, che cazzeggiano dalla mattina alla sera al contrario di essere sul posto di lavoro, sarà che gli addetti ai pubblici esercizi solitamente chiudono in anticipo e si trovano al bar a fare aperitivo tutti insieme (quando non il capo non c'è...i topi ballano), sarà che sento ogni giorno di posti di lavoro vacanti che però nessuno vuole perchè non si è abbastanza umili per accettarli (si sa, lo "studiato" non si abbassa, non sia mai), sarà che tutti si lamentano boh...mi sono fatto questa idea, parlo per fatti concreti non per sentito dire, poi magari nella mia regione è cosi e fuori è diverso, può essere!
robertogl22 Agosto 2012, 22:22 #9
Originariamente inviato da: p4ever
a volte si può parlare anche per esperienze dirette, (altre volte si esagera come può sembrare, ma non sempre è cosi)...che i nostri sindacati siano stati essenziali in epoche remote non lo metto in dubbio, altrimenti saremmo ancora allo schiavismo con una paga da fame, ma cosi non è per fortuna....ma per come sono ora, a me sembra solo un bagno di sangue politico e di bella faccia ahimè, ognuno tira acqua al suo mulino dando un senso al fatto di esistere...riguardo all'italiano medio, cosa vuoi che ti dica, sarà che a tutte le ore noto spazzini, postini, impiegati comunali, muratori, agenti in servizio, che cazzeggiano dalla mattina alla sera al contrario di essere sul posto di lavoro, sarà che gli addetti ai pubblici esercizi solitamente chiudono in anticipo e si trovano al bar a fare aperitivo tutti insieme (quando non il capo non c'è...i topi ballano), sarà che sento ogni giorno di posti di lavoro vacanti che però nessuno vuole perchè non si è abbastanza umili per accettarli (si sa, lo "studiato" non si abbassa, non sia mai), sarà che tutti si lamentano boh...mi sono fatto questa idea, parlo per fatti concreti non per sentito dire, poi magari nella mia regione è cosi e fuori è diverso, può essere!

non so in che regione vivi, ma leggendo sembrava la descrizione di dove vivo io
e riguardo alla tassazione credo che nessuno possa negarlo, alzare le tasse per far investire di più è la cosa più sbagliata che si possa fare per sollevare l'economia, ma andiamo OT, quindi stop
tonyxx22 Agosto 2012, 22:31 #10
alzare le tasse per far investire di più è la cosa più sbagliata che si possa fare per sollevare l'economia, ma andiamo OT, quindi stop

no, non è OT, hai perfettamente ragione, quella capre (per non dire altre cose ben + offensive) di politici dovrebbero imparare da cosa ha fatto il presidente reagan per risollevare l' economia degli usa anni '80
altro che monti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^