Samsung e Apple i principali acquirenti di semiconduttori nel 2014

Samsung e Apple i principali acquirenti di semiconduttori nel 2014

Le due aziende insieme acquistano semiconduttori per un valore combinato di 57 miliardi di dollari. Ma i colossi cinesi iniziano a crescere e i prossimi anni lo scenario potrebbe cambiare in maniera significativa

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:06 nel canale Mercato
 

Samsung Electronics e Apple sono stati anche per il 2014 i principali compratori di semiconduttori, con una domanda combinata del 17% sul totale. Secondo quanto afferma la società di analisi di mercato Gartner, le due aziende insieme hanno acquistato semiconduttori per un valore complessivo di 57,9 miliardi di dollari, con una crescita significativa rispetto i 54,1 miliardi del 2013.

Masatune Yamaji, principal research analyst per Gartner, ha commentato: "Samsung Electronics e Apple sono ai vertici della classifica per il quarto anno consecutivo e le loro decisioni hanno implicazioni significative in termini tecnologici e di prezzo per l'intero settore dei semiconduttori. Comunque, mentre Samsung mantiene la prima posizione, la sua crescita nel 2014 è stata minore rispetto alla crescita complessiva del mercato dei semiconduttori, principalmente per le sue difficoltà sul mercato smartphone e in secondo luogo perché si è chiamata parzialmente fuori dal mercato PC".

Le prime dieci compagnie della classifica hanno acquistato complessivamente 125,6 miliardi di semiconduttori, ovvero il 37% del fatturato globale del settore dei semiconduttori registrato nel 2014. Si tratta di un valore in crescita rispetto ai 114,8 miliardi, pari al 36,4%, del 2013. I primi dieci hanno superato, nel complesso, la media del mercato crescendo del 9,4%.

Come risultato della stabilizzazione dei prezzi delle memorie dal 2013, otto compagnie tra le prime 10 hanno incrementato la loro domanda nel 2014. La composizione della classifica è la stessa dello scorso anno, sebbene con qualche cambio di posizione. Tramite operazioni di fusione ed acquisizione, Lenovo al quarto posto ha significativamente accresciuto la sua domanda di semiconduttori nel 2014, con una crescita del 33,9%. Huawei passa dallla posizione 9 alla posizione 7 con una crescita del 1,6%, mentre LG Electronics grazie ad una crescita del 15,9% passa dalla decima alla nona posizione.

"Il panorama competitivo dei produttori e la domanda per i semiconduttori sono rimasti stabili nel 2014, ma il rallentamento nella domanda di Samsung potrebbe essere considerata come il segnale di un gambiamento di tendenza. Samsung e Apple sono rimasti i primi due ma la loro crescita combinata è inferiore a quella del mercato. L'impatto di questi due colossi è enorme, ma sta diventando meno significativo mentre produttori cinesi, come Lenovo e Huawei, hanno accresciuto considerebolmente la loro importanza come compratori di semiconduttori nel 2014" ha osservato Yamaji.

Per le compagnie sarà difficile riuscire a mantenere le proprie posizioni per lunghi periodi di tempo. Nei prossimi anni infatti si intensificherà la competizione di prezzi tra smartphone e tablet, e una differenziazione dell'hardware sarà via via più difficile da ottenere. Il ritmo della commoditization sta accelerando, il che porta i produttori cinesi a crescere più velocemente.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^