Samsung e Apple spendono più di tutte nel mercato semiconduttori

Samsung e Apple spendono più di tutte nel mercato semiconduttori

Insieme i due colossi dell'elettronica hanno speso oltre 53 miliardi di dollari per l'acquisto di semiconduttori nel corso del 2013. Crescono anche i giganti asiatici Lenovo e Huawei

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:21 nel canale Mercato
SamsungAppleLenovoHuawei
 

Samsung Electronics e Apple restano ai vertici tra i compratori di semiconduttori nel 2013, con una crescita congiunta della loro domanda del 17%. E' quanto riscontrato dalla società di analisi di mercato Gartner che ha osservato da vicino la situazione del mercato semiconduttori con riferimento all'anno da poco trascorso. L'azienda coreana, cui spetta il primo posto in assoluto, e la compagnia di Cupertino hanno, insieme, acquistato semiconduttori per 53,7 miliardi di dollari lo scorso anno, segnando una crescita di 7,7 miliardi di dollari rispetto al 2012.

Masatsune Yamaji, principal research analyst per Gartner, ha commentato: "Samsung Electronics e Apple si sono posizionate ai vertici di questa classifica per tre anni di seguito, con lo share sul Total Available Market che cresce dal 12% del 2011 al 17% del 2013. Questa crescita mostra chiaramente quanto la presenza di queste due compagnie si sia allargata velocemente negli ultimi tre anni e per quale motivo le loro decisioni abbiano implicazioni tecnologiche e di prezzo per l'intero settore dei semiconduttori".

Le prime dieci compagnie di questa classifica hanno acquistato semiconduttori per 114 miliardi di dollari, che rappresenta il 36% del fatturato globale dei vendor di semiconduttori nel 2013. Anche in questo caso si registra una crescita rispetto ai 105,1 miliardi di dollari di spesa effettuata nel 2012. Nel complesso le prime 10 compagnie hanno superato il mercato semiconduttori nel suo complesso, e crescono dell'8,4% nel 2013. La top ten di quest'anno vede la conferma di 8 compagnie già presenti lo scorso anno. Nel 2013 altre 8 compagnie della top ten (Gartner non precisa meglio quali) hanno incrementato la domanda per semiconduttori.

Lenovo agguanta la quarta posizione nel 2013 per via della sua crescita di market share nel mercato PC e per i successi raccolti nel mercato smartphone cinese. Huawei entra per la prima volta in classifica, alla decima posizione. Gartner osserva come i produttori cinesi continueranno a crescere e, di conseguenza, la domanda per i semiconduttori grazie inoltre alla crescita di mercati emergenti come America Latina e Africa.

"Nel corso del 2013 la domanda totale per semiconduttori da parte dei mercati smartphone e media tablet ha superato la domanda proveniente dal mercato PC. Questo spostamento sul lato consumer ha causato però una sostanziale flessione della domanda totale dei semiconduttori nel corso degli ultimi due anni, perché vi è molto più materiale semiconduttore in un PC rispetto a quanto ve ne possa essere in uno smartphone e in un tablet. Inoltre in questi mercati il tasso di crescita per i modelli base è molto più elevato rispetto a quello dei modelli avanzati. Per poter continuare a mantenere una crescita i vendor di semiconduttori dovranno guardagnare opportunità di mercato accelerando quel processo che porta i dispositivi che integrano le loro proprietà intellettuali a diventare delle commodity".

Gartner osserva inoltre che per evitare la feroce competizione di prezzi sui mercati commoditized, i leader di mercato stanno cercando le opportunità in nuovi mercati, come quello dei dispositivi indossabili, delle smart TV e dell'infotainment automobilistico. "I dispositivi indossabili così come il mondo Internet of Things sono i prossimi motori di crescita per i vendor hardware che possono così offrire le tecnologie di alimentazione e risparmio energetico necessarie per realizzare questo tipo di dispositivi" ha concluso Yamaji.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^