Samsung primeggia tra i produttori DRAM nel secondo trimestre

Samsung primeggia tra i produttori DRAM nel secondo trimestre

E' il produttore coreano, forte di una politica di investimenti nelle tecnologie di processo avanzato, a registrare i migliori risultati del secondo trimestre nel mercato DRAM

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:33 nel canale Mercato
Samsung
 

Da una recente analisi di mercato condotta da iSuppli emerge come la strategia di Samsung nel campo delle memorie DRAM, fatta di aggressivi investimenti per le tecnologie di produzione avanzata, abbia permesso al colosso coreano di rafforzare la propria produzione di leadership sul mercato e di surclassare i principali concorrenti.

Sasmung ha registrato nel corso del secondo trimestre un fatturato, per il mercato DRAM, di 3,8 miliardi di dollari, un risultato che segna un'espansione del 24,3% rispetto ai 3,1 miliardi del primo trimestre nonché il più levato tasso di crescita tra i primi cinque produttori di memorie DRAM. Con questo risultato Samsung può vantare uno share del 35,4% per quanto riguarda il fatturato globale dell'industria DRAM del secondo trimestre, rispetto al 32,6% del trimestre precedente.

Mike Howard, senior analyst per iSuppli per quanto concerne il settore DRAM, ha commentato: "Il business memorie di Samsung ha seguito a lungo una strategia volta alla conquista della leadership nell'investimento in nuovi processi produttivi, permettendole così di essere la prima a muoversi in direzione di geometrie di processo avanzato e, di conseguenza, di poter realizzare semicondutttori ad un costo più basso ed in maniera più efficiente rispetto ai concorrenti. La spinta aggressiva della compagnia nella litografia a 40nm per la produzione dram, ha innalzato la propria produzione in maniera consistente. Nel frattempo il largo portfolio prodotti DRAM di Samsung, che comprende una serie di prodotti ad alto valore, ha consentito all'azienda di raggiungere un ASP (Average Selling Price - prezzo medio di vendita) più alto rispetto alla media del settore.

Nel corso del secondo trimestre Samsung ha prodotto 1,2 miliardi di unità DRAM 1Gbit-equivalenti, ovvero il 13% in più rispetto agli 1,1 miliardi del primo trimestre. L'ASP delle DRAM della compagnia si è assestato sul valore di 3,13 dollari nel secondo trimestre, rispetto alla media dell'industria di 3,03 dollari.

In generale il mercato DRAM ha potuto assistere ad un'esplosiva crescita nel secondo trimestre: il fatturato dell'industria DRAM è arrivato a 10,8 miliardi di dollari, in crescita del 14,4% rispetto ai 9,4 miliardi del primo trimestre. La crescita è stata trainata da un incremento del 5% nelle consegne e da un incremento del 9% negli ASP. Con riferimento al fatturato, il secondo trimestre è stato il migliore che l'industria abbia mai visto sin dal 1995. Le consegne per il periodo sono arrivate a 3,56 miliardi di unità 1Gbit-equivalente, il più alto livello mai raggiunto. Anche il già citato ASP di 3,03 dollari DRAM rappresenta il più alto mai raggiunto sin dal terzo trimestre del 2008. Data la situazione attuale, per il 2010 si potrebbe verificare la più elevata crescita annuale nella storia di questo settore.

E' Elpida Memory a posizionarsi alle spalle di Samsung, registrando un incremento nel fatturato pari a 17,7% con 1,9 miliardi di dollari, laddove nel primo trimestre l'azienda ha portato nelle casse 1,4 miliardi di dollari. La crescita di Elpida è dovuta ad un incremento pari all'8% nelle consegne e ad un migliore assortimento della propria proposta.

Tra i cinque principali produttori è invece Micron Technology a registrare la crescita più debole: +4,1% con un fatturato pari a 1,43 miliardi di dollari, rispetto agli 1,38 dollari del primo trimestre. Le difficoltà di Micron durante il secondo trimestre sono principalmente dovute ad una serie di cambiamenti negli stabilimenti produttivi di Inotera. Secondo iSuppli, tuttavia, Micron dovrebbe aver risolto le proprie difficoltà ed essere così nelle condizioni di poter registrare interessanti tassi di crescita per il resto del 2010. Il market share di Micron è lievemente calato sino al 13,3%, ma l'azienda ha potuto beneficiare dei più alti ASP dell'intera industria. Il portfolio prodotti ed il target sui mercati ad alto valore hanno aiutato l'azienda a contenere i problemi di produzione.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^