Semiconduttori contraffatti, un problema da 169 miliardi di dollari

Semiconduttori contraffatti, un problema da 169 miliardi di dollari

La contraffazione di componenti elettronici è un problema che riguarda tutta l'industria tecnologica e che potrebbe portare in taluni casi ad evoluzioni catastrofiche

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:48 nel canale Mercato
 

Una recente ricerca della società di analisi IHS ha messo in luce come i cinque principali tipi di semiconduttori oggetto di contraffazione che hanno largo uso in applicazioni commerciali e militari, rappresentino un rischio annuale potenziale di 169 miliardi di dollari per l'intera catena distributiva dell'elettronica.

I principali componenti contraffatti sono i circuiti analogici integrati, i microprocessori, le memorie i dispositivi programmabili ed i transistor. Considerati nel complesso questi cinque gruppi di componenti costituiscono i due terzi di tutti gli incidenti per contraffazione registrati nel corso del 2011. Si tratta di componenti che sono ampiamente utilizzati in molti campi, dall'elettronica di consumo al computing, dalle comunicazioni wireless e cablate all'ambito automotive ed industrial.

IHS osserva che il 2011 ha rappresentato un anno record per gli incidenti che hanno come causa componenti contraffatti, triplicando in occorrenza nel corso degli utlimi due anni. I componenti contraffatti sono spesso sostituti economici di componenti originali, o componenti recuperati dagli scarti che non rispondono ai requisiti di qualità, con il serio rischio di causare malfunzionamenti e danni.

Rory King, responsabile dell'area supply chain product marketing per IHS, commenta: "Vi è stata una discreta attenzione verso il problema delle parti contraffatte ma la maggior parte degli incidenti riportati riguardano componenti che hanno largo uso in applicazioni militari e commerciali. Prendiamo, ad esempio, i circuiti analogici integrati. Un quarto dei componenti contraffatti riguarda proprio gli IC analogici, che sono componenti utilizzati in moltissimi campi. Un singolo episodio di contraffazione può avere impatto sul prodotto finito in qualsiasi mercato, con un problema potenziale pervasivo che mette a rischio miliardi di dollari di fatturato".

Un circuito analogico contraffatto può causare problemi che vanno dalla banale chiamata interotta durante una comunicazione telefonica a ben più gravi conseguenze nei campi dell'aviazione, in ambito medico, nelle applicazioni militari o veicolari. Il costo del lavoro, della riparazione e della restituzione al cliente per un difetto del componente è inoltre un altro elemento di particolare significato. "Per la catena distributiva dell'elettronica affrontare il problema dei componenti contraffatti e difettosi è diventato di primaria importanza" ha commentato King.

Sebbene le cinque tipologie di componenti sopra indicate rappresentino la porzione principale del problema, molti altri dispositivi sono comunque soggetti a questo tipo di problema. IHS ha raccolto informazioni per oltre un centinaio di tipologie di componenti, tra circuiti integrati, elementi passivi, dispositivi elettromeccanici ed i relativi incidenti.

King approfondisce inoltre l'aspetto in merito all'ambito industriale: "Il segmento industriale, che include dispositivi militari, aerospaziali e medici risulta essere relativamente meno toccato dal problema, anche se un difetto nei componenti utilizzati in questi campi potrebbe portare a conseguenze catastrofiche. Le organizzazioni possono usare i report di incidenti segnalati da terzi al fine di essere proattivamente allertate sui componenti problematici in circolazione. Un atteggiamento di questo tipo può aiutare le organizzazioni ad evitare, isolare ed agire in tempo su problemi derivanti da componenti fallaci o contraffatti".

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Baboo8512 Aprile 2012, 10:17 #1
Sinceramente non conoscevo nemmeno questo problema...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^