Semiconduttori, fatturato globale in calo nel 2012

Semiconduttori, fatturato globale in calo nel 2012

Confermata la flessione del mercato semiconduttori, che sconta le difficoltà della contrazione della domanda su vari altri settori. La compagnia che si distingue per crescita è Qualcomm

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:01 nel canale Mercato
Qualcomm
 

Il fatturato globale del settore semiconduttori ha raggiunto nel corso del 2012 la cifra di 299,9 miliardi di dollari, facendo segnare un calo del 2,6% rispetto al 2011. Con una contrazione generale di questo tenore, i vendor che tra top 25 hanno registrato una flessione supera quelli in crescita.

E' la società di analisi di mercato Gartner che riporta i risultati, osservando che spostando l'attenzione limitatamente ai top 25 si nota una flessione complessiva del 2,8%, leggermente superiore alla media dell'industria. I top 25 costituiscono la stragrande maggioranza del fatturato complessivo del settore, con il 68,9%.

Steve Ohr, research director per Gartner, ha commentato: "I normali motivi di crescita del settore semiconduttori -le areei computing, wireless, consumer electronics e automotive electronics - hanno tutti sofferto di gravi alterazioni nel 2012. Anche il settore industrial e medicale, le comunicazioni cablate e quello militare/aerospaziale che ordinariamente sono meno coinvolti nelle dinamiche del mercato più ampio, hanno visto flessioni piuttosto marcate. Gli eccessivi livelli di scorte restano un inibitore di crescita".

Intel ha registrato, per l'anno in esame, un calo del fatturato del 3,1% dovuto principalmente alla contrazione nelle consegne PC. Nonostante questo il colosso di Santa Clara conserva la sua prima posizione per 21 anni consecutivi. Lo share di Intel è stato del 16,4% nel 2012, in lievissima flessione dal 16,5% del 2011.

Al secondo posto si colloca la coreana Samsung, che soffre la debole crescita nel settore DRAM e una diluizione del mercato NAND flash, anche se il fatturato complessivo è cresciuto del 3,1% grazie agli ASIC e agli ASSP (rispettivamente application-specific integrated circuits e application-specific standard products).

Riporta una crescita anche Qualcomm, che con un + 31,8% arriva a registrare un fatturato di 13,2 miliardi di dollari nel 2012. La compagnia si colloca al terzo posto, scalando dalla sesta posizione del 2011, e ponendosi alle spalle di Intel e Samsung. Qualcomm si è configurata come la realtà a più rapida crescita nelle top 25 e continua a beneficiare dalla sua posizione di rilievo nel mondo dei semiconduttori per impieghi wireless.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^