Semiconduttori in calo per la prima volta dal 2012

Semiconduttori in calo per la prima volta dal 2012

Il fatturato generato dalla vendita di semiconduttori andrà contraendosi: l'anno è iniziato male e in questo momento non vi sono le avvisaglie di una stagione conclusiva in grado di portare ad un recupero

di Andrea Bai pubblicata il , alle 13:31 nel canale Mercato
 

Il fatturato mondiale generato dalla vendita di semiconduttori (tutto ciò che è un chip: processori, SoC, controller, memorie e via discorrendo) arriverà a quota 337,8 miliardi di dollari nel 2015, con un calo dello 0,8% rispetto allo scorso anno. La società di analisi di mercato Gartner, che si è occupata della ricerca, sottolinea come questo sia la prima flessione del fatturato sin dal 2012, quando il mercato ha accusato una contrazione del 2,6%. Questa nuova previsione ritratta inoltre sensibilmente al ribasso la previsione elaborata nel precedente trimestre che indicava una crescita del 2,2%.

"Ancora una volta le prospettive per le principali applicazioni che guidano il mercato seiconduttori, inclusi PC, smartphone e tablet, sono state riviste al ribasso. Questo, assieme al continuo impatto del dollaro forte sulla domanda in mercti chiave al di fuori degli Stati Uniti, ha dato un calo nelle nostre previsioni e un tasso di crescita negativo per il 2015" ha spiegato Andrew Norwood, research vice president per Gartner.

"Non solo l'anno è iniziato male, ma non stiamo assistendo alla tradizionale ripresa delle vendite di semiconduttori in molte aree del mercato in anticipo rispetto alla stagione delle festività. Di conseguenza le vendite non stanno recuperando a sufficienza nella seconda metà per fermare il calo nel fatturato annuale per il 2015 relativo ai semiconduttori" ha poi precisato Norwood.

Accanto al dollaro forte vi è anche il rallentamento dell'economia Cinese: questi fattori vanno ad ostacolare i consumi e spingono all'acquisto di dispositivi e prodotti più economici. Per il 2016 Gartner prevede una situazione maggiormente positiva, con una crescita dell'1,9% nel fatturato semiconduttori che arriverà a 344,1 miliardi di dollari. La società di analisi di mercato prevede anche un'offerta superiore rispetto alla domanda di memorie DRAM per il prossimo anno.

A tal proposito commenta Norwood: "Mentre il 2015 ha già visto un'offerta superiore alla domanda nel segmento PC del mercato DRAM, crediamo che nel 2016 vedremo una sovraofferta più generalizzata che avrà impatto anche sui settori server e low-power del mercato DRAM. Per questo le previsioni di fatturato sono di un calo del 12,2% per via del conseguente calo dei prezzi".

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlexSwitch13 Ottobre 2015, 15:17 #1
Altra campana " a morto " per AMD....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^