Semiconduttori, mercato timidamente in crescita per il 2013

Semiconduttori, mercato timidamente in crescita per il 2013

Seppur in crescita, Gartner rivede al ribasso le stime per il fatturato semiconduttori del prossimo anno. A pesare sono il calo della domanda per i sistemi PC ed un mercato DRAM che non riprenderà fino alla metà del 2013

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:01 nel canale Mercato
 

Il fatturato complessivo generato dai semiconduttori arriverà a circa 311 miliardi di dollari nel corso del 2013, facendo segnare un incremento del 4,5% rispetto ai risultati del 2012 prossimo alla conclusione. E' la società di analisi di mercato Gartner a fornire la previsione, la osserva di aver ritoccato verso il basso le stime per il prossimo anno, rispetto ai 330 miliardi previsti in precedenza.

Gli analisti hanno inoltre ridotto le previsioni pr l'intero 2012, con un fatturato che dovrebbe aggirarsi sui 298 miliardi di dollari corrispondenti ad un calo del 3% rispetto al 2011. In precedenza la compagnia di analisi di mercato aveva stimato un fatturato 2012 di 309 miliardi di dollari, che avrebbe rappresentato un flebile incremento dello 0,6% rispetto a quanto registrato lo scorso anno.

Peter Middleton, principal analyst per Gartner, ha commentato: "L'incombente fiscal cliff, la continua crisi del debito europeo, la lenta crescita dei mercati emergenti e le tensioni geografiche hanno tutte giocato una parte nella riduzione delle proiezioni per il fatturato dei semiconduttori nel 2012 e nel 2013. "I livelli di inventario erano già elevati nel corso della seconda metà del 2012 e con la domanda PC che si è adagiata, le scorte hanno semplicemente superato la domanda".

Il mercato dei semiconduttori è calato ulteriormente quando i prezzi delle memorie DRAM non sono riusciti a riprendersi nel corso del 2012. Secondo Gartner il mercato DRAM non assisterà ad alcuna ripresa fino almeno alla seconda metà del 2013, quando il mercato entrerà in un periodo cosiddetto di "undersupply" per via di un abbassamento della fornitura di chip. Questo dovrebbe rappresentare un punto di svolta per il settore dei semiconduttori, con le memorie che agirebbero da motori principali della ripresa con una crescita del 15,3% che consentiranno al fatturato dei semiconduttori di crescere fino a 342 miliardi di dollari nel 2014, con un incremento del 9,9% rispetto al 2013.

L'effetto Apple dovrebbe restare rilevante nel corso del 2013, prmettendo una crescita del 17,2% e del 9,4% del fatturato di NAND e di ASIC (Application-Specific Integrated Circuit). Gartner considera i processori A4, A5 ed A6 di Apple nella categoria degli ASIC dal momento che sono processori proprietari, progettati e usati esclusivamente da Apple. Gli ASIC potranno inoltre beneficiare delle nuove generazioni di console che verranno introdotte nel prossimo anno.

La produzione di PC calerà del 2,5% per quest'anno. Nel corso del 2013 la produzione totale di PC resterà debole, ma la categoria ultramobile PC potrà crescere considerevolmente da una piccola base. Il difficile scenario economico ha di fatto contribuito all'allungamento del ciclo di vita dei PC, verificatosi in parte anche per via dell'acquisto dei sistemi tablet da una parte dell'utenza.

La crescita della telefonia mobile nel 2012 e nel 2013 dovrebbe ammorbidirsi globalmente, dato che le condizioni economiche hanno l'effetto di ridurre la domanda a breve termine per i terminali. Le previsioni per gli smartphone entry-level sono però cresciute, principalmente a danno dei tradizionali cellulari. L'adozione di soluzioni entry-level basate su Android nele regioni emergenti continua ad accelerare e rappresenterà un fattore di crescita primario. La produzione di smartphone, in termini di unità, è destinata a crescere del 33% nel corso del 2013.

Infine i tablet: anche in questo caso si prevede una crescita in unità del 38,5% per il prossimo anno a 207,1 miloni di unità. Gartner ha, in questo caso, incrementato le stime elaborate precedentemente di 169,8 milioni di unità. Il successo di soluzioni come il Kindle Fire di amazon, il Nexus 7 di Google e l'iPad Mini di Apple illustrano l'opportunità di mercato per i tablet di piccole dimensioni al giusto prezzo. Il mercato dei tablet "ehite-box" è invece più forte dell'atteso, spingendo verso l'alto le previsioni complessive.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^