Server cloud, boom di consegne per i prossimi anni

Server cloud, boom di consegne per i prossimi anni

Le soluzioni server per l'ambito cloud saranno quelle a maggior crescita nel mercato di riferimento. Nel 2015 consegne per 1,8 milioni di unità

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:36 nel canale Mercato
 

Grazie alla sempre maggiore adozione di servizi cloud, i server destinati all'allestimento di infrastrutture cloud vedranno una crescita piuttosto robusta nel corso del 2012, divenendo il segmento a più rapida crescita dell'industria nel giro dei prossimi tre anni.

Secondo un recente resoconto pubblicato dalla società di analisi di mercato IHS le consegne di sistemi server destinati ad applicazioni cloud raggiungeranno 875 mila unità nel corso del 2012, facendo così registrare una crescita del 35% rispetto alle 647 mila unità consegnate nel 2011 e quasi raddoppiando le consegne di 460 mila unità avvenute nel corso del 2010.

Per i prossimi tre anni, fino al 2015, vengono previsti tassi di crescita piuttosto importanti, compresi tra il 23% ed il 30%. Ed è proprio nel corso del 2015 che il mercato vedrà un volume di consegne pari a 1,8 milioni di unità. Il CAGR (Compound Annual Growth Rate - tasso di crescita annuale composto) su cinque anni, a partire dal 2010, è pari al 31%, ovvero superiore di cinque volte alle stime riferite al mercato globale dei sistemi server.

A fronte di queste dinamiche, i server cloud andranno via via a rappresentare una porzione sempre maggiore delle consegne complessive di sistemi server: IHS stima infatti che per il 2015 i server cloud costituiscano oltre il 15% del mercato server globale, rispetto al 5% registrato nel corso del 2010.

Le soluzioni server destinate all'allestimento di datacenter cloud devono rispondere a ben precise caratteristiche: in questo caso non sono le prestazioni a rappresentare la metrica fondamentale, quanto invece l'espandibilità, la scalabilità, l'efficienza energetica, i bassi costi e la facilità di manutenzione.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
II ARROWS17 Gennaio 2012, 09:57 #1
Sono passati dal vendere tanti PC a tanti server... e tanti PC per poter accedere a quei server.
dwfgerw17 Gennaio 2012, 10:21 #2
ma il pc sta per essere retrocesso a device, come smartphone e tablet. Non serve pià avere tutta quella potenza, all'utente medio basta un chip arm per accedere ai servizi cloud..
rb120517 Gennaio 2012, 11:47 #3
Originariamente inviato da: dwfgerw
Non serve pià avere tutta quella potenza, all'utente medio basta un chip arm per accedere ai servizi cloud..


E, sinceramente, era ora. Non ne potevo più di perdere ore a spiegare al conoscente di turno perchè questo o quel componente fosse "più potente", con il solito triste epilogo di avere un i920 o un 2500K a prender polvere digitale a furia di renderizzare pagine di facebook e video di youtube.
biffuz17 Gennaio 2012, 14:32 #4
Originariamente inviato da: rb1205
E, sinceramente, era ora. Non ne potevo più di perdere ore a spiegare al conoscente di turno perchè questo o quel componente fosse "più potente", con il solito triste epilogo di avere un i920 o un 2500K a prender polvere digitale a furia di renderizzare pagine di facebook e video di youtube.


E tu perché perdi tempo per spiegarglielo se già sai come andrà a finire? Io gli dico di raccattare un po' di volantini dei centri commerciali e vediamo cosa c'è in offerta... basta evitare Atom e integrate Intel e tutto fa brodo.

E comunque più andiamo avanti, più le pagine diventano pesanti, tra qualche annetto un 2500K basterà a malapena ad aprire la pagina di login

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^