Sharp pianifica un taglio di 5000 posti di lavoro per i prossimi tre anni

Sharp pianifica un taglio di 5000 posti di lavoro per i prossimi tre anni

L'azienda giapponese deve ancora riassettare i propri conti e mette in campo una nuovo piano per il taglio di posti di lavoro nei prossimi tre anni. La sede di Osaka la più colpita, assieme al dimezzamento dei dirigenti e al ridimensionamento di presidenti e consulenti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:01 nel canale Mercato
Sharp
 

Sharp non ha ancora finito di mettere in campo misure drastiche per poter rimettere in sesto le finanze della compagnia: nel corso dei prossimi tre anni l'azienda giapponese andrà a ridurre considerevolmente la propria forza lavoro tagliando circa 5000 posizioni sul totale del proprio attuale organico che conta ad oggi circa 51 mila impiegati.

I maggiori effetti si avranno sulla sede principale di Osaka, in Giappone, che vedrà la propria forza lavoro ridursi della metà. Stando alle informazioni disponibili, le figure dirigenziali verranno dimezzate, passando da sei a dodici, ed anche i presidenti, i vicepresidenti e i consulenti verranno considerevolmente ridimensionati.

L'azienda ha inoltre deciso di modificare le proprie strategie di mercato, focalizzandosi maggiormente sui pannelli per i display usati negli smartphone ed esplorando anche altre possibilità commerciali nella produzione di schermi di varie dimensioni, conducendo una serie di ricerche di mercato per verificare le varie preferenze regionali per le caratteristiche dei televisori. La compagnia inoltre intende incrementare la produzione di televisori oltre i 70 pollici e di schermi 4K.

Nei mesi precedenti sia Samsung, sia Qualcomm, hanno effettuato importanti investimenti nella compagnia, allo scopo di assicurarsi i componenti e di poter lavorare sui display IGZO. Alcuni istituti bancari giapponesi stanno inoltre considerando la possibilità di erogare un finanziamento di 100 miliardi di yen (1 miliardo di dollari) per venire incontro alle esigenze dell'azienda che dovrà prossimamente affrontare il rimborso di alcune obbligazioni.

Sharp spera di poter rimettere in sesto le proprie finanze entro il 2015, in un processo che non si prefigura ne' facile, ne' piacevole.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DevilTyphoon14 Maggio 2013, 10:09 #1
La crisi senza fine...
Cloud7614 Maggio 2013, 11:59 #2
SHARP LC-24LE220E... oltre un anno per attendere un aggiornamento con ripetute lamentele di molti utenti e alla fine non hanno risolto i problemi, tra cui il più grave che non gestisce correttamente l'LCN... dopo qualche giorno i numeri si spostano random e magari al posto del 7 ti trovi l'852...
I decoder cinesi da 9,90 euro funzionano meglio.
VERGOGNA

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^