Si ferma il mercato semiconduttori, la ripresa non prima di 5 anni

Si ferma il mercato semiconduttori, la ripresa non prima di 5 anni

Il 2015 fa segnare una contrazione del 2%, avviando un periodo di 3 anni di stagnazione. La svolta non prima di cinque anni, con l'arrivo di nuove cateogrie di prodotti sul mercato

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:01 nel canale Mercato
 

Il fatturato globale del mercato semiconduttori è calato del 2% nel corso del 2015, totalizzando 347,3 miliardi di dollari rispetto ai 354,3 miliardi di dollari registrato nel 2014. L'analisi è condotta dalla società IHS, la quale sottolinea come la contrazione giunga dopo due anni di robusta crescita con un +8,3% nel 2014 e +6,4% nel 2013.

Dale Ford, vicepresidente e chief analyst per IHS, ha commentato: "I deboli risultati dello scorso anno segnalano l'inizio di quello che è atteso essere un periodo di tre anni di flessione o stagnazione per il fatturato dei semiconduttori. Una domanda anemica nei principali segmenti di mercati delle comunicazioni wireless, dell'elaborazione dati e della consumer electronics andrà a danneggiare la crescita dei semiconduttori in questo periodo".

La crescita del fatturato semiconduttori assisterà ad una debole tasso di crescita annuale composto del 2,1% per il periodo 2015-2020. Secondo la società di analisi le condizioni e le tendenze tecnologiche economiche e di mercato attuali suggeriscono che tra il 2020 ed il 2022 nuove tipologie di prodotti arriveranno sul mercato e saranno in grado di innescare una nuova e significativa crescita del fatturato semiconduttori.

"Certamente la buona notizia del settore dei semiconduttori è il livello record delle attività di fusione ed acquisizione dello scorso anno. I grandi protagonisti del settore hanno attuato manovre strategiche di spessore per rafforzare la posizione sul mercato e migliorare la crescita di fatturato e la redditività" ha osservato Ford. Intel mantiene la prima posizione nel 2015, dopo l'acquisizione di Altera che ha consentito di compensare il fatturato in calo dei processori e raggiungere una crescita complessiva del 2,9% nel 2015. Tra le prime 25 compagnie, 14 hanno registrato una crescita nel 2015, un dato che si pone in netto contrasto con il mercato complessivo dove meno del 42% delle 285 compagnie monitorate da IHS sono state in grado di registrare risultati positivi nel corso dell'anno passato.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^