Solid State Drive, ci si aspetta un anno d'oro anche grazie agli Ultrabook

Solid State Drive, ci si aspetta un anno d'oro anche grazie agli Ultrabook

Secondo le previsioni degli analisti, il 2013 sarà un anno che i produttori di SSD ricorderanno molto bene, per via delle previsioni di vendita non solo delle unità SSD stesse ma anche per il traino dato dagli Ultrabook

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:01 nel canale Mercato
Ultrabook
 

La fonte, IHS iSuppli, ci ha abituato a previsioni relative al mondo dell'IT molto spesso azzeccate, grazie a un lavoro di raccolta dati basata su criteri effettivamente coerenti col mercato e a contatti diretti con le aziende di settore. Uno dei temi caldi del mondo IT è senz'altro quello dei Solid State Drive, venduti in quasi 40 milioni di pezzi nel corso del 2012.

Ebbene, le stime per il 2013 parlano di ben 89 milioni di unità, che diventeranno 239 milioni nel 2016, quando si prevede che il mercato degli hard disk in genere sarà costituito al 40% da SSD e al 60% da unità tradizionali a piatti rotanti. A fare da volano alle vendite di quest'anno saranno gli Ultrabook, ovvero la formula targata Intel per portare nuova aria nel settore dei PC portatili.

Sebbene siano apparecchi ancora un po' costosi, anche per quanto riguarda i modelli base, il mercato degli Ultrabook risulta in continua ascesa. Fra le specifiche degli Ultrabook troviamo proprio la presenza obbligatoria di storage basato su  chip NAND Flash, sia in forma ibrida (modelli base, accoppiati a dischi tradizionali), sia con SSD veri e propri (dalla fascia media, a salire).

Gli occhi sono puntati sui nuovi Ultrabook con piattaforma Haswell che vedremo a circa metà dell'anno, che potrebbero regalare sorprese in termini di prezzo quantomeno per i modelli base. Pur essendo presto per azzardare ipotesi fondate, sono in  molti a credere che il 2013 sarà l'anno degli Ultrabook e degli SSD in genere. Il tempo ci saprà dire se iSuppli ci aveva visto giusto.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
User11125 Gennaio 2013, 08:14 #1
se i prezzi scendono ancora meglio (anche se è difficile se non impossibile che scendano..)
-Maxx-25 Gennaio 2013, 09:39 #2
Se la fortuna degli SSD dipende dai failbook... pardon ultrabook, siamo a cavallo
Muppolo25 Gennaio 2013, 09:54 #3
Originariamente inviato da: -Maxx-
Se la fortuna degli SSD dipende dai failbook... pardon ultrabook, siamo a cavallo


Quotone
Vash_8525 Gennaio 2013, 09:59 #4
Beh credo che gli unici mezzi di diffusione di massa siano proprio gli ultracosi, a parte i nerdoni che si beccano sui forum specializzati chi è che apre il pc e sostituisce l'hd con un ssd?
TheMonzOne25 Gennaio 2013, 11:01 #5
Io, ed è stato il miglior acquisto tecnologico degli ultimi 10 anni. Messo nel portatile si è trasformato. IMHO sostituire un disco tradizionale con un buon SSD vale tanto quanto un upgrade di processore...ed io non sono affatto un nerdone anzi, sono anche abbastanza tirchio .
hrossi25 Gennaio 2013, 11:38 #6
chiunque con un minimo di buon senso e i soldi nel portafoglio. Se poi non si è in grado di fare da se ci si affida all'amico nerdone o al negozio di informatica i cui commessi nerdoni ti faranno lo stesso lavoro a pagamento

lo spazio? negli ultracosi spesso trovi un pettine msata a disposizione proprio per un ssd, così puoi tenere anche il tuo hd slim a piatti rotanti 5400rpm ultramegagigaterabyte

figuriamoci la difficoltà in un pc fisso o in un notebook, imho vero volano della diffusione degli ssd

Hermes
homoinformatico25 Gennaio 2013, 13:22 #7
secondo me la vera diffusione si avrà quando le capienze da un tera o giù di li saranno vendute a prezzo accessibile. Il vero utente pc ha bisogno di tanto spazio per i porn... emh volevo dire le foto del matrimonio del cugino Lucullo e per le iso dei giochi pirat... emh volevo dire i rendering in hd del battesimo del nipote
homoinformatico25 Gennaio 2013, 13:25 #8
Originariamente inviato da: homoinformatico
secondo me la vera diffusione si avrà quando le capienze da un tera o giù di li saranno vendute a prezzo accessibile. Il vero utente pc ha bisogno di tanto spazio per i porn... emh volevo dire le foto del matrimonio del cugino Lucullo e per le iso dei giochi pirat... emh volevo dire i rendering in hd del battesimo del nipote


dimenticavo i programmi pirat... emh le iso di linux e lo spazio per l'apposita partizione
Willy_Pinguino25 Gennaio 2013, 18:24 #9
secondo me se gli SSD si diffondono troppo è solo un ostacolo allo sviluppo delle MRAM in tutte le declinazioni in sviluppo attualmente...

il vero salto prestazionale si avrà quando usciremo dalla logica del disco per l'archiviazione e la memoria di sistema.

MRAM e i sistemi non volatili ad accesso ultraveloce sono il futuro (forse lontano) ma provate ad immaginare un sistema in cui archiviazione e memoria di sistema sono la stessa cosa... nessun collo di botttiglia, alimentazione necessaria solo per lettura e scrittura e non per mantenere il dato e sopratutto numero di scritture/cancellazioni illimitato o comunque di almeno 2 ordini di grandezza superiore agli attuali SSD.

in pratica ci stanno facendo pagare già ora una tecnologia con limiti conosciuti e difficilmente risolvibili perchè insiti nei materiali usati e ce la vendono come eccezionale, mentre in realtà ci sono numerose tecnologie concorrenti che potrebbero aumentare decisamente le prestazioni dei nostri sistemi che vengono accantonate o tenute da parte per puri motivi di marketing/convenienza commerciale
RouSou25 Gennaio 2013, 20:24 #10
Originariamente inviato da: Willy_Pinguino
secondo me se gli SSD si diffondono troppo è solo un ostacolo allo sviluppo delle MRAM in tutte le declinazioni in sviluppo attualmente...

il vero salto prestazionale si avrà quando usciremo dalla logica del disco per l'archiviazione e la memoria di sistema.

MRAM e i sistemi non volatili ad accesso ultraveloce sono il futuro (forse lontano) ma provate ad immaginare un sistema in cui archiviazione e memoria di sistema sono la stessa cosa... nessun collo di botttiglia, alimentazione necessaria solo per lettura e scrittura e non per mantenere il dato e sopratutto numero di scritture/cancellazioni illimitato o comunque di almeno 2 ordini di grandezza superiore agli attuali SSD.

in pratica ci stanno facendo pagare già ora una tecnologia con limiti conosciuti e difficilmente risolvibili perchè insiti nei materiali usati e ce la vendono come eccezionale, mentre in realtà ci sono numerose tecnologie concorrenti che potrebbero aumentare decisamente le prestazioni dei nostri sistemi che vengono accantonate o tenute da parte per puri motivi di marketing/convenienza commerciale


Quando i processori avranno 32giga di cache potrò fare a meno della ram, ed anzi sarò felice che l'ssd sia veloce come le ram attuali...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^