Steve Jobs in malattia fino a giugno, al suo posto Tim Cook

Steve Jobs in malattia fino a giugno, al suo posto Tim Cook

Il CEO della Mela comunica un prolungato periodo di assenza per meglio concentrarsi sulla terapia di riabilitazione. Fino alla fine di giugno Tim Cook, attuale COO, gestirà l'azienda

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:50 nel canale Mercato
TIM
 

Nel corso della serata di ieri Steve Jobs, CEO di Apple, ha inviato una lettera all'azienda comunicando di aver deciso di prendere un periodo di pausa fino alla fine del mese di giugno. La decisione è stata presa al fine di meglio seguire la terapia riabilitativa per lo scompenso ormonale e per evitare che le sue condizioni di salute possano distrarre media, investitori e utenti dall'attività di Apple.

Pubblichiamo di seguito la traduzione lettera che Apple ha reso di pubblico dominio a questo indirizzo:

"Colleghi,

Sono certo che tutti voi abbiate visto la mia lettera della scorsa settimana con la quale ho voluto condividere qualcosa di molto personale con la comunità Apple. Sfortunatamente la curiosità attorno al mio stato di salute continua ad essere una distrazione non solo per me e la mia famiglia, ma anche per tutti qui in Apple. Inoltre, nel corso della passata settimana, ho appreso che i miei problemi di salute sono più complessi di quanto ho stimato in origine.

Per tenermi fuori dalla ribalta, potermi concentrare sulla mia salute e permettere a ciascuno in Apple di concentrarsi sulla realizzazione di prodotti straordinari, ho deciso di prendere un periodo di malattia fino alla fine del mese di giugno.

Ho chiesto a Tim Cook di essere responsabile per la conduzione ordinaria di Apple e so che lui, come il resto della dirigenza, farà un ottimo lavoro. In qualità di CEO sarò comunque coinvolto, in questo periodo di pausa, nelle principali decisioni strategiche per l'azienda. Il consiglio di amministrazione ha dato pieno supporto a questo piano.

Non vedo l'ora di ritrovare tutti voi quest'estate.

Steve"

162 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
diabolik198115 Gennaio 2009, 09:56 #1
la notizia è un po incompleta, perchè mancano le conseguenze di tale notizia

http://www.repubblica.it/2009/01/se...html?ref=hpspr1
Fx15 Gennaio 2009, 09:58 #2
nella sua storia apple senza jobs è andata sempre maluccio, non a caso le azioni apple, che volavano fino a qualche tempo fa, scendono considerevolmente ogni qual volta esce una notizia di questo tipo sul magnifico steve, nonostante il tonfo (più secco di molti altri) legato alla crisi internazionale

coloro che spendevano come argomentazione pro apple la sua forza in borsa che fine hanno fatto?

in ogni caso ripeto quanto già avevo detto: una società ha come forza che, essendo composta da un gruppo più o meno vasto di persone, va al di là del singolo individuo. per questo aspetto apple ha lavorato molto male: sembra quasi una ditta individuale, in cui se la persona non può lavorare l'attività ne risente di conseguenza. con la differenza che per quest'ultima puoi pensare a qualche forma di copertura assicurativa.
(Xan)15 Gennaio 2009, 10:00 #3
"la comunità Apple"

non esiste una comunità apple, esistono solo tante persone che pagano, sono clienti, consumatori, NON comunità

GNU/Linux ha una sua comunità. ogni persona è allo stesso livello, ogni persona puo contribuire allo sviluppo del progetto ogni persona puo dire la sua, ha potere DECISIONALE

mi dispiace steve ma te hai solo clienti... fattene una ragione...
e se hai persone preoccupate della tua saluta è solo perche hai un bel faccino e un modo accattivante di presentare le nuove mele...

una comunità è un altra cosa....
theJanitor15 Gennaio 2009, 10:04 #4
Originariamente inviato da: diabolik1981
la notizia è un po incompleta, perchè mancano le conseguenze di tale notizia

http://www.repubblica.it/2009/01/se...html?ref=hpspr1


credo che abbia fatto un annuncio soft per via dell'imminente MacWorld salvo poi dire che le cose in realtà sono diverse........
DjLode15 Gennaio 2009, 10:06 #5
Originariamente inviato da: (Xan)
GNU/Linux ha una sua comunità. ogni persona è allo stesso livello, ogni persona puo contribuire allo sviluppo del progetto ogni persona puo dire la sua, ha potere DECISIONALE


Ma non è assolutamente vero...
Ha potere decisionale nei sogni degli utilizzatori che si credono parte di una comunità. Sviluppa qualche nuova funzionalità a livello kernel poi vedi se hai potere decisionale di piazzarlo dentro alla mainline...
Da wikipedia:
"Una comunità è un insieme di individui che condividono lo stesso ambiente fisico e tecnologico, formando un gruppo riconoscibile, unito da vincoli organizzativi, linguistici, religiosi, economici e da interessi comuni."
Come vedi ti sbagli di grosso...
Prome15 Gennaio 2009, 10:07 #6
Originariamente inviato da: (Xan)
"la comunità Apple"

non esiste una comunità apple, esistono solo tante persone che pagano, sono clienti, consumatori, NON comunità


Assolutamente falso.

Esiste una comunità Apple, come quella di Windows, in cui gli utenti scambiano opinioni sui prodotti, trovano soluzioni ai loro problemi, si aiutano tra loro, costruiscono legami.
Tutti i forum, blog e altri mezzi di comunicazione web 2.0 sono strumenti usati dalla comunità (o meglio tribù se parliamo in ottica di Marketing), per tenersi in contatto.
Pelino15 Gennaio 2009, 10:11 #7
Poverino
Purtroppo la posizione che ricopre non lo mette in condizione di poter gestire con piu' tranquillita' la sua situazione.

Comincio a temere anche io che questo sia l'inizio di una soft exit.
AlexSwitch15 Gennaio 2009, 10:11 #8
@ Fx

Ci siamo ancora e, cosa ancora più importante, ci crediamo!!

Quando Jobs venne venne allontanato dalla Apple, questa aveva già perso Wozniak ( il genio tecnologico degli Apple Computer ) e nel "board" sedevano i rappresentanti dei grandi azionisti che non riuscirono a dare una visione e una missione all'azienda!! Il risultato fu il caos totale che trascinò Apple sull'orlo del fallimento o della svendita.
Oggi la situazione è completamente diversa: nel corso degli ultimi 8 e più anni, in Apple, insieme a Jobs è stato costruito un gruppo dirigente molto coeso e forte, che ha saputo trasformare in successi ( iPod, iTunes, iMac, MacBook, iPhone ) le sfide che l'Azienda si è posta!!
Spiace davvero assistere a veri e propri atti di sciacallaggio, sia sulla dignità personale di Jobs che nei confronti di Apple, che non tengono conto di tutto quello che è Apple!!
Forza Steve.. dacci dentro!!
(Xan)15 Gennaio 2009, 10:20 #9
http://wubi-installer.org/

è un software che è stato fatto da un italiano in maniera totalmente indipendente , ora è integrato nella piu grande distribuzione (come utenti) al mondo....

RaiserFS è un file system inventato da un esterno al progetto del kernel linux. fa parte del kernel...
lo scheduler nuovo (CFS) è preso dall'idea di uno esterno
e di esempi posso farne a palate...

che esistano blog di discussione su determinati prodotti ok. ma questo non fa una comunità. fa forum di discussione, blog....

http://changelogs.ubuntu.com/change...3.2-2/changelog
vedete la scritta "Alessandro Scarozza" bhè sono io.... cè il mio nome sul change log di un pacchetto ufficiale di ubuntu...
http://packages.debian.org/changelo...3.2-2/changelog
e cè anche sul change log sul pacchetto debian. la piu grande distribuzione (come storia e come valori) al mondo
una mia idea è stata accettata ed apprezzata

e ne ho altre, gia accettate e non....

fatemi vedere un vostro nome su un prodotto apple (sia software che hardware) e allora sarò daccordo con voi che avete una comunità...

PS @ DjLode: hai preso l'esempio a te piu comodo, è normale che per il kernel siano molto restrittivi con l'apporto di codice esterno, un errore di sicurezza nel kernel potrebbe comportare perdite di milioni di dollari/euro
considera che buona parte del web si basa su server linux con apache...
Mparlav15 Gennaio 2009, 10:23 #10
Dispiace per le sue condizioni di salute, è ovvio, ma il fatto stesso che l'andamento borsistico di Apple sia così legato a Steve Jobs, imho, è un segnale di debolezza, pechè implica che il sentore comune è che questa sia una società di "persona" legato alla sua creatività, non un team.
E' una vera sfortuna che il CEO sia costretto a prendersi un periodo di malattia nei prossimi 6 mesi, che si preannunciano tra i peggiori per l'intero comparto IT.
Già ieri il Nasdaq è andato uno schifo, chissà oggi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^