T-mobile apre gli hot-spot nelle zone colpite da Katrina

T-mobile apre gli hot-spot nelle zone colpite da Katrina

T-Mobile ha annunciato che a breve renderà libero l'accesso ai propri hot spot wireless nelle aree colpite dall'uragano Katrina

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 18:10 nel canale Mercato
 
L'uragano Katrina ha gettato intere aree degli USA in un totale isolamento mediatico. Per abbreviare i tempi del ritorno alla normalità T-Mobile ha deciso di rendere libero l'accesso ai propri hot spot collocati nelle aree di Louisiana, Mississippi and Alabama.

Chiunque potrà accedere alla connettività internet offerta dal colosso delle telecomunicazioni utilizzando i comuni dispositivi wi-fi; le tecnologie radio permettono infatti di superare le problematiche legate alle reti cablate ed alle centrali, infrastrutture pesantemente danneggiate dalla furia dell'uragano.

T-Mobile fa sapere che solo i servizi di connettività internet verranno "aperti", mentre i servizi voce continueranno a essere disponibili per i soli clienti.
32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bisont01 Settembre 2005, 18:28 #1
potevano fare un sforzettino in più e dare anche il reparto voce....magari è più utilizzabile anche dai meno prezzolati per chiamare i parenti piuttosto che chattare...

va bhe...meglio di niente...
sanxius01 Settembre 2005, 18:28 #2
Complimenti alla T-Mobile. Davvero!
Pistolpete01 Settembre 2005, 18:37 #3
Già, potevano concedere anche i servizi voce.
In ogni caso lodevole.
Yokoshima01 Settembre 2005, 19:27 #4
Secondo me dovevano dare libero accesso prima alla rete voce e poi ad internet.

Cmq, magari è tutto per motivi puramente pratici: si vede che in questo modo è
più semplice accedere ad informazioni e documenti necessari agli sfollati.
Sig. Stroboscopico01 Settembre 2005, 19:37 #5
Infatti... se servono cose di lavoro, comunicare le cose veramente importanti, basta e avanza...
Ci pensate il sovraccarico di zia, nonne e ragazzine che non sanno come spendere il loro tempo e cominciano a telefonare a tutte le amiche... per raccontare quello che è successo...

X__x'
Ramolaccio01 Settembre 2005, 20:00 #6

x Stroboscopico

Concordo x il sovraccarico ma non concordo sugli argomenti.
Immagina zia, nonne, ragazzine spaventate e terrorizzate (ti ci sei mai trovato/a in un tifone? Io no e non ho mai avuto motivo di temere per la mia vita (tranne alla ciucca colossale dopo il congedo da militare). Magari sentire una voce, anche per dire solo due ca***te puo' essere di enorme conforto e non avere prezzo in euro, dollari, lire che sia.
Guardiamo il lato umano della cosa.

Detto ciò...
Ciao ciao.
IL PAPA01 Settembre 2005, 20:01 #7
Sarà, ma mi pare una trovata pubblicitaria, le persone colpite dal cataclisma avrebbero bisogno del traffico voce piuttosto che del traffico dati, molti inoltre sono senza corrente e rimarranno in tale situazione per settimane, sono l'unico a vedere l'ombra della speculazione sull'hype della catastrofe? semplice parere personale comunque, un regalo è sempre un regalo in fin dei conti
NoX Gloin01 Settembre 2005, 20:18 #8

in italia una cosa del genere non sarebbe mai successa...

al massimo qualche "colosso" ne approfittava per fare qualche offerta infamuccia in quelle zone e accaparrarsi qualche entrata...
luther_zero01 Settembre 2005, 20:25 #9
Ma guardate che non c'è mica solo T-Mobile in quelle zone! Ci sono anche l'AT&T e un altro gozillione di aziendine telefoniche. Che si facciano avanti anche loro!

Detto questo, si fa buono quel che c'è, quindi non e' il caso di cominciare a lamentarsi e prendere come un dato di fatto la gentile offerta di T-Mobile.
Inoltre un eventuale sovraccarico su una rete internet/intranet è gestibile, lato voce potrebbe invece essere più problematico da governare.

Senza contare che se c'è a disposizione un PC si possono anche fare chiamate voce VoIP, quindi...
MiKeLezZ01 Settembre 2005, 20:25 #10
Qualcuno vi da qualcosa gratis e trovate da ridire.
Ma mettiamo fosse anche parzialmente marketing, e allora?
Che tristezza infinita...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^