Tablet Intel + Windows? Maggiore domanda rispetto a quelli ARM + Windows

Tablet Intel + Windows? Maggiore domanda rispetto a quelli ARM + Windows

Alcuni analisti asiatici, sulla base degli accordi commerciali in atto fra i produttori, ipotizzano una produzione di tablet PC con Windows 8 incentrata soprattutto su piattaforma Intel, meno su ARM

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 15:54 nel canale Mercato
IntelWindowsARMMicrosoft
 

Wintel e WoA. Meglio familiarizzare subito con questi termini e acronimi, poiché da qui alla fine dell'anno appariranno spesso, soprattutto parlando di tablet. Il primo non è certo nuovo, e indica un sistema basato su architettura Intel e sistema operativo Windows. Si tratta di oltre il 90% del mercato PC, ma una realtà ancora tutta da verificare in ambito tablet PC. WoA sta invece per Windows on ARM, dispositivi che faranno ricorso, invece, a piattaforme ARM, pur mantenendo un ambiente operativo Microsoft.

Nei giorni scorsi abbiamo riportato la notizia riguardante le speculazioni sul lancio di Microsoft Windows 8 per ottobre, aggiungendo che il nuovo sistema operativo sarà disponibile sia per piattaforme x86 che ARM fin dal primo giorno della presentazione, motivo per cui si è dato il via a speculazioni e ricerche da parte degli analisti.

Fra questi, godono di un certo credito quelli vicini alle aziende produttrici, solitamente in anticipo sui tempi di presentazione ufficiale dei prodotti per ovvi motivi di creazione di magazzino. Quello che emerge da Digitimes è interessante: nomi di prima grandezza come HP, Dell, Lenovo, Acer, ASUStek e Toshiba presenteranno da una a tre soluzioni tablet "Wintel", dando meno importanza a disposotivi WoA.

Sempre secondo gli analisti, il mercato sarà costituito per l'80% da  soluzioni Wintel, relegando lo sviluppo di dispositivi WoA ad una minoranza, ovviamente rimanendo nell'ambito dei tablet con Windows 8. La situazione al lancio sarà comunque interessante da analizzare, poiché le prime stime parlano di tablet Wintel con prezzi di ingresso di 599,00 Dollari USA, ovvero non certo a buon mercato.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav28 Marzo 2012, 16:15 #1
Prezzi d'ingresso da 600$?
Non vedo l'ora di leggere i risultati delle vendite nel Q4 2012, e non Wintel vs WOA, ma Windows vs Android vs IOs, altro che analisi.
E di conseguenza i prezzi di saldo nel Q2 2013 a diciamo 3-400$
deglia28 Marzo 2012, 16:23 #2
spero in un prezzo d'ingresso + basso verso la fine del 2013/inizio 2013...in quel caso una soluzione wintel sarà mia
Veradun28 Marzo 2012, 16:43 #3
Dopo il tentativo fallito di far credere alla gente che tutti vorranno gli ultrabook, ora siamo passati ai tablet wintel. Mi chiedo quanto costi a Intel questa massiccia e continua campagna pubblicitaria nel cercare di vendere roba invendibile...
mauriziofa28 Marzo 2012, 17:51 #4
Il problema non è solo Intel ma anche Microsoft, infatti i tablet Wintel saranno di più per le mancanze di Windows 8 che non ha ancora le api WinRt finite, saranno terminate con Windows 9, e quindi è costretta a montare soc Intel sui tablet perchè alcune app Metro caricano le vecchie api Win32 per alcune features non ancora dispobili in WinRt.

Resta tutto da vedere non solo il fattore prezzo, 599$ si scontreranno contro i dispositivi Ios come sta già facendo Android ora, ma anche la questione prestazioni/durata batteria, un tablet con 4 ore di durata non serve a nessuno, nemmeno alle aziende.
dotlinux28 Marzo 2012, 19:24 #5
Mia moglie ha un iPad 3 e io mi sono preso il suo 2.
Lei che escano altri tablet o meno vorrà sempre iPad 4 5 6 7 ...

Io invece in tutta franchezza non so cosa farci con un tablet in generale, con un iPad ancora peggio, quindi spero che questi tablet con w8 si avvicinino più a notebook che alle cornici digitali attuali.
Il SO è ottimo.
Il problema è che l'utenza che ha le mie esigenze è quella lavorativa per cui se le vendite saliranno allo share del 5% sarà un miracolo.
Oramai i soldi si fanno basandosi sul venduto a utenti base.
E per base intendo digital-divisi dal mondo informatico.

Quindi FLOP
LS198728 Marzo 2012, 20:04 #6
Se esce a 199 € con display capacitivo, Win qualsiasi versione da XP in poi, CPU atom single core, autonomia 6 ore qualcuno lo prenderebbe solo per la compatibilità con le vecchie applicazioni x86, anzi forse venderebbe più del kindle fire.
Freeman7728 Marzo 2012, 20:42 #7
invece a me ispira molto un tablet con winzoz 8 e lo vedo ancora meglio per coloro che lo usano spesso per lavoro , integrazione con tutti i vari programmi per ufficio e di piu . se volete una "tavola" da gioco usate una console non sti cavolo di tablet o smartphone. stanno facendo solo giochi per gente stupida , senza offendere nessuno anchio ho scaricato angrybirds ma sono giochini banali banali . li ritengo giochi tipo solitario o poco piu.
Freeman7728 Marzo 2012, 21:09 #8
p.s. certo che 600 euro sono troppi , come gli ultrabook , belli si ma troppo cari e non vedo l utilità di fare sti ultrabook .
spero scendano di prezzo sti tablet di almeno 150 euro altrimenti sono poco appetibili per la maggioranza.
argent8828 Marzo 2012, 22:13 #9
Neh' dal titolo uno prevede giorni bui..
Se la prossima generazione sará poco oltre quella attuale non credo sará piú possibile riacciufare il treno...
Vash_8528 Marzo 2012, 22:44 #10
Ultimamente tutto quello che sta presentando intel, a parte le cpu ovviamente, sfocia in un fail, gli ultrabook prima, gli atom nei cellulari, ed ora i tablet da 600€... bah....
Vero che i soldazzi adesso si fanno con ste cose e non con i pc desktop, apple docet, però cacchio che le facciano "cum grano salis", mi sembra che vadano più a tentativi che altro...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^