Tablet, smartphone e PC: le consegne combinate cresceranno del 5,9% nel 2013

Tablet, smartphone e PC: le consegne combinate cresceranno del 5,9% nel 2013

Ben oltre due miliardi di dispositivi computing personali saranno consegnati nel 2013, con una buona crescita di tablet e smartphone e una ormai prevedibile e consolidata flessione dei PC

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:32 nel canale Mercato
 

La società di analisi di mercato Gartner prevede che le consegne mondiali combinate di PC, Tablet e telefoni mobile arriveranno a 2,35 miliardi di unità nel corso del 2013 facendo segnare una crescita del 5,9 rispetto al 2012. In maniera assolutamente non sorprendente il mercato vede una crescita di tablet e smartphone e, in misura minore, di dispositivi ultramobile, e una flessione nelle consegne di sistemi PC.

Le consegne globali di sistemi PC, desktop e notebook, arriveranno a circa 305 milioni di unità nel corso di quest'anno, con un calo del 10,6% rispetto al 2012 mentre se nel mercato PC si considerano anche i dispositivi ultramobile la flessione si riduce al 7,3%. Le consegne di tablet arriveranno invece a 202 milioni di unità, crescendo del 67,9%, mentre il mercato dei telefoni mobile crescerà del 4,3% con un volume di consegne superiore a 1,8 miliardi di unità. Il netto declino nelle vendite PC registrato nel primo trimestre dell'anno è il risultato di un cambiamento nelle preferenze dei consumatori ma anche di un adeguamento nel canale per far spazio a nuovi prodotti che arriveranno sul mercato nella seconda metà del 2013.

Carolina Milanesi, research vice president per Gartner, ha commentato: "I consumatori vogliono un'esperienza computing ovunque e in qualunque momento, che permetta loro di consumare e creare contenuti con facilità ma anche di condividere ed accedere a quei contenuti tramite una vasta gamma di prodotti. La mobilità è di primaria importanza nei mercati maturi ed emergenti".

La domanda per i dispositivi ultramobile (categoria che include i Chromebook, i prodotti thin & light e i dispositivi slate e ibridi con Windows 8) sarà generata dall'aggiornamento e sostituzione di notebook e tablet premium come iPad o Galaxy Tab 10.1. Gli analisti osservano come i dispositivi ultramobile stiano guadagnando in attrattiva, dreando la domanda per gli altri dispositivi. Si tratta di una tendenza che si evidenzierà in maniera più significativa durante il quarto trimestre del 2013, con l'arrivo sul mercato di nuovi prodotti basati su processori Intel Bay Trail e Haswell e con sistema operativo Windows 8.1. Questi dispositivi daranno un aiuto solo marginale ai volumi di vendita complessivi, ma permetteranno ai vendor di incrementare gli ASP (prezzi medi di vendita, Average Selling Price) e di conseguenza i margini.

Il mercato tablet e smartphone sta però incominciando a trovarsi dinnanzi a qualche sfida, man mano che questi dispositivi vanno incontro ad un'estensione dei loro cicli di vita. Molti consumatori inoltre si spostano dai cosiddetti "tablet premium" verso i tablet "di base". Le quote di mercato di questi ultimi dovrebbero inoltre crescere più velocemente del previsto, osservando inoltre che le vendite di iPad mini già rappresentano il 60% delle vendite di tablet iOS nel primo trimestre del 2013.

Commenta Ranjit Atwal, research director per Gartner: "La via via maggior disponibilità di tablet basilari a prezzi più bassi, assieme al valore aggiunto che si sposta verso il software e non sull'hardware, avrà come risultato un'estensione del ciclo di vita dei tablet premium che rimarranno attivi per più tempo nell'ambiente domestico. La preferenza dei consumatori si dividerà tra tablet di base e i dispositivi ultramobile. Per quanto riguarda i telefoni mobile, le aspettative di volumi per i 2013 sono state ridimensionate anche in questo caso per l'estensione dei cicli di vita dovuta all'attesa dei consumatori per nuovi modelli e prezzi più bassi per il periodo autunnale e delle festività di fine anno. Per il mercato smartphone anche questa è una sfida, con la penetrazione dei dispositivi che si muove maggiormente verso il mercato di massa e il conseguente abbassamento di prezzi e margini".

"Sebbene i numeri paiono dipingere un quadro chiaro di chi sarà il vincitore quando si tratta di sistemi operativi nel mercato dei dispositivi, la realtà è che i proprietari degli ecosistemi di oggi si trovano dinnanzi alla sfida di avere la medesima rilevanza in tutti i segmenti. Apple attualmente è la presenza più omogenea in tutti i segmenti, mentre il 90% delle vendite Android sono attualmente nel mercato mobile phone e l'85% di Microsoft sono nel mercato PC".

Infine, con la crescente accettazione del BOYD (Bring Your Own Device) nelle aziende si verifica un incremento dei dispositivi di proprietà del consumatore. Gartner prevede che i dispositivi in uso in azienda ma acquistati dai consumatori cresceranno dal 65% nel 2013 al 72% nel 2017. Questo porterà, in fase di progettazione dei dispositivi, a dare risalto alle caratteristiche consumer tenendo presenti le esigenze del consumatore in azienda.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^