Toshiba: nuovo stabilimento per il primo posto nel mercato NAND flash

Toshiba: nuovo stabilimento per il primo posto nel mercato NAND flash

L'azienda giapponese, assieme a SanDisk, inaugura le attività della nuova Fab 5, che sarà dedicata alla produzione di memorie NAND flash a 24 nanometri

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:05 nel canale Mercato
ToshibaSandisk
 

Toshiba Corporation e SanDisk Corporation hanno inaugurato nel corso della giornata di martedì l'apertura del nuovo sito produttivo denominato Fab 5, che ha già dato il via alle operazioni per la produzione in volumi. Con l'apertura della Fab 5 Toshiba coltiva l'ambizione di diventare il più grande produttore al mondo di memorie NAND flash, per spodestare dal trono la rivale Samsung Electronics.

Le operazioni di costruzione del nuovo stabilimento sono state avviate esattamente un anno fa, nel mese di luglio 2010. Attualmente Fab 5 fa uso della tecnlogia di processo a 24 nanometri, con i primi wafer che saranno pronti nel corso del mese di agosto. Nel corso dei prossimi mesi lo stabilimento passerà a processi produttivi più avanzati, a partire dal nodo di processo a 19 nanometri che Toshiba e SanDisk hanno annunciato qualche mese fa.

La nuova fabbrica è uno stabilimento di cinque piani per una superficie totale calpestabile di 187 mila metri quadrati ed è situato presso il centro Yokkaichi Operations di Toshiba, nella prefettura giapponese di Mie. Fab 5 è il terzo stablimento che impiega wafer a 300 millimetri gestito congiuntamente dalle due compagnie. Un sistema di trasporto dei wafer collega la fabbrica con gli altri due stabilimenti Fab 3 e Fab 4.

Il nuovo stabilimento è costruito secondo avanzati criteri antisismici ed integra una serie di soluzioni per la compensazione energetica allo scopo di prevenire eventuali interruzioni di servizio non previste. Un sistema di illuminazione a LED e l'adozione di macchinari di produzione dai particolari requisiti energetici permetteranno a Toshiba di rispettare l'obiettivo della riduzione del 12% di emissioni di diossido di carbonio rispetto alle attività della Fab 4.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^