Trimestre positivo per NVIDIA, ma produzione da monitorare

Trimestre positivo per NVIDIA, ma produzione da monitorare

NVIDIA chiude il primo trimestre dell'esercizio fiscale 2013 in positivo, ma con una contrazione rispetto ai 12 mesi precedenti. La produzione con tecnologia produttiva a 28 nanometri non sembra essere al momento tale da poter soddisfare la domanda da parte dei clienti e del mercato in generale per le schede della famiglia Kepler

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 16:30 nel canale Mercato
NVIDIA
 

NVIDIA ha annunciato i risultati finanziari per i primi 3 mesi dell'esercizio fiscale 2013, corrispondenti ai mesi di Febbraio, Marzo e Aprile 2012. Il fatturato di periodo è stato pari a circa 925 milioni di dollari, in contrazione rispetto ai 953,2 milioni dello stesso periodo dell'esercizio fiscale precedente.

Se il calo nel fatturato è stato complessivamente contenuto ben più significativa la contrazione nell'utile, pari a 60,4 milioni di dollari contro i 116 milioni di dollari dell'esercizio precedente. In ogni caso NVIDIA inizia l'anno con un risultato positivo, mantenendo una stima dello stesso livello anche per il secondo trimestre dell'esercizio fiscale 2013.

In particolare ci si attende un fatturato compreso tra 990 e 1.050 milioni di dollari, con un margine operativo lordo pari a 51,2%. Nel primo trimestre tale indicatore era stato pari al 50,1%, contro il 51,4% dell'anno precedente.

I risultati del periodo sono solo in parte influenzati dal debutto delle prime architetture della famiglia Kepler. E' stato infatti solo alla fine del mese di Marzo che le schede GeForce GTX 680 sono state immesse sul mercato, proposte di fascia alta per loro natura non vendute in volumi elevati e per giunta afflitte da problemi di disponibilità legati alle rese produttive con tecnologia a 28 nanometri. Sarà riteniamo solo nel corso del secondo trimestre dell'esercizio fiscale che le vendite di schede basate su architettura Kepler potranno contribuire in misura più incisiva sui risultati finanziari dell'azienda americana.

Resta in ogni caso da capire in che misura NVIDIA sarà capace di avere sufficienti volumi di GPU costruite con tecnologia produttiva a 28 nanometri a propria disposizione, così da far fronte alla domanda dei clienti e dei partner che sembra essere in questo momento ben più elevata dela capacità produttiva dell'azienda americana. Le rese sono definite soddisfacenti ma è evidente come ci vorrà tempo prima che la produzione a 28 nanometri possa raggiungere valori tali da assicurare ai partner di NVIDIA uno stock adeguato.

Nulla di nuovo, del resto: è questa una dinamica ben familiare nel mondo delle schede video quando viene presentata una nuova generazione di GPU basata su tecnologia produttiva di nuova generazione. Lo stesso è avvenuto nel passaggio al processo a 40 nanometri negli scorsi anni e ci vorranno presumibilmente vari mesi prima che la situazione possa normalizzarsi e TSMC assicurare rese produttive soddisfacenti con il processo a 28 nanometri.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^