TSMC cerca di corteggiare Apple con il processo FinFET a 16nm

TSMC cerca di corteggiare Apple con il processo FinFET a 16nm

La fonderia taiwanese accelera l'avvio della produzione commerciale con il processo FinFET a 16nm per cercare di assicurarsi qualche ordinativo per i SoC Apple A9

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:31 nel canale Mercato
Apple
 

Voci provenienti dal lontano oriente, riprese anche da Appleinsider, affermano che la fonderia Taiwan Semiconductor Manufacturing Company - TSMC - stia iniziando ad accelerare l'allestimento del nuovo processo produttivo FinFET a 16 nanometri per cercare di agguantare la possibilità di produrre il futuro SoC Apple A9 sottraendolo alle grinfie dei concorrenti.

L'indiscrezione va quindi a contrastare i precedenti rumor che vedevano Samsung aver già ottenuto gli ordini per il chip A9 di Apple, per il quale l'azienda coreana dovrebbe andare ad impiegare il processo produttivo a 14 nanometri.

TSMC dovrebbe essere nel bel mezzo della pianificazione della capacità produttiva, che dovrebbe attestarsi su un volume di circa 50 mila wafer al mese. Non è attualmente chiaro di quali dimensioni siano i wafer utilizzati per la produzione commerciale, sebbene le attuali linee di test a 16 nanometri facciano uso di wafer da 12 pollici.

Apple e TSMC hanno lavorato assieme per lungo tempo per realizzare componenti più piccoli, come ad esempio i chip legati al sensore Touch ID di iPhone 5s, ma la produzione di componenti di maggior importanza è sempre stata delegata alla coreana Samsung.

La lunga battaglia legale tra Apple e Samsung ha spesso lasciato credere che vi fosse qualche speranza per TSMC di riuscire ad agguantare una porzione importante per gli ordinativi dei SoC Apple A-Series, sebbene i recenti tentativi di riappacificazione tra i due colossi potrebbero segnare la ripresa di una collaborazione più distesa.

TSMC, del resto, non è la sola a corteggiare Apple: anche Intel e GlobalFoundries hanno cercato in varie occasioni di trovare una strada per entrare a far parte della schiera dei fornitori della Mela, per via della grande popolarità di iPhone ed iPad che rendono l'azienda di Cupertino uno tra i più grandi clienti al mondo per quanto riguarda la fornitura di chip.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mauriziofa27 Agosto 2014, 11:33 #1
120 milioni di chip A di apple all'anno divisi tra i vari modelli di iphone, di questi una parte sarà A8 nel 2014 e appunto come dice la news A9 nel 2015 anche se fossero 50 milioni su 120 non sarebbe mica male (ricordiamo che nei 30 milioni a trimestre di iphone venduti ci sono anche i modelli vecchi come il 4s) ci credo che TSMC corre a prendere ordinativi.
NickNaylor27 Agosto 2014, 16:37 #2
a me piace quest'azienda per il modo in cui si pone, sono onesti. non è da tutti mettere i chip fallati nel logo
calabar27 Agosto 2014, 17:50 #3
A me piacerebbe avere qualche notizia in più sul processo FinFET a 16nm di TSMC (e di altre fonderie) piuttosto che sapere che stanno cercando di venderlo ad Apple... (praticamente una non notizia abbastanza inutile).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^