TSMC inizia a sentire la concorrenza sui 28 nanometri

TSMC inizia a sentire la concorrenza sui 28 nanometri

Dopo aver conservato per lungo tempo il primato nella produzione in volumi a 28 nanometri, TSMC vede una crescente competizione da parte di altre realtà che stanno entrando nell'arena dei 28 nanometri

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:06 nel canale Mercato
 

La fonderia taiwanese TSMC sta iniziando a trovarsi dinnanzi ad una competizione sempre più crescente nell'arena dei 28 nanometri, con l'ingresso di compagnie concorrenti che hanno da poco avviato la fase di produzione in volumi.

Accade quindi che queste realtà adottino una politica di prezzi aggressiva, ingolosendo maggiormente le compagnie fabless, quelle realtà, cioè, sprovviste di infrastruttura produttiva e che hanno bisogno di un partner di fonderia per realizzare i progetti di semiconduttori. TSMC è stata per lungo tempo l'unica realtà con la disponibilità di ampi volumi produttivi per il processo a 28 nanometri.

La presenza di una proposta concorrente e a costi più interessanti rispetto a quella di TSMC andrà probabilmente a condizionare i fatturati del secondo trimestre dell'azienda taiwanese anche se gli osservatori di mercato sostengono che l'azienda sia comunque in grado di poter registrare una crescita sequenziale a singola cifra.

TSMC tra l'altro è oggetto di qualche pressione da parte dei clienti affinché metta un piccolo freno ai piani di migrazione tecnologica verso i processi a 20 nanometri. Una buona parte dei clienti ha infatti espresso preoccupazione circa l'effettiva riduzione di costi e di consumo dei processori apportata dal processo a 20 nanometri. In altre parole il passaggio verso i 20 nanometri viene visto meno conveniente rispetto a quello che è stato dai 40 ai 28 nanometri.

TSMC sta comunque pianificando la realizzazione di due offerte per il processo a 20 nanometri, una delle quale potrebbe essere caratterizzata dall'impiego di transistor FinFET a tre dimensioni.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^