Ultrabook troppo cari, in arrivo versioni simili ma a prezzo inferiore

Ultrabook troppo cari, in arrivo versioni simili ma a prezzo inferiore

A poca distanza dalla presentazione della seconda generazione di Ultrabook, alcuni produttori fanno sapere che vi sarà una produzione di prodotti simili, ma a prezzi inferiori

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 10:50 nel canale Mercato
Ultrabook
 

In base ad alcune informazioni che giungono da oriente per voce di Digitimes, i produttori di PC portatili avrebbero manifestato alcune perplessità riguardanti i prezzi all'utente finale della seconda generazione di Ultrabook, ritenendoli troppo elevati. Le prime stime parlano infatti di un prezzo indicativo che si aggirerà intorno ai 1000 Dollari USA, ovvero una cifra sicuramente allineata ai contenuti tecnologici, ma ben lontana dall'essere appetibile per il consumatore medio.

Poiché i grandi produttori, non solo asiatici, nutrono grandi aspettative dal settore notebook, è allo studio un piano parallelo: produrre nuove linee di PC portatili che assomiglino agli Ultrabook, ma con caratteristiche e prezzi che vadano ad allinearsi al di sotto dei "veri" Ultrabook.

Ricordiamo infatti che con Ultrabook si vanno ad indicare prodotti con alcune caratteristiche ben precise, dettate da Intel. Non è escluso quindi che vedremo in commercio modelli tutto sommato simili, ma equipaggiati ad esempio con hard disk tradizionali (e non solo con SSD o sistema ibrido SSD/HDD come da specifiche Ultrabook), oppure con piattaforma della concorrenza.

Acer ha già fatto sapere che è allo studio una linea con display da 13 e 15 pollici alternativa a Ultrabook, mentre Asus si concentrerà su modelli da 11-13 pollici IPS. A margine di questo discorso, da segnalare è una domanda per il prodotto Ultrabook decisamente superiore rispetto ai mesi passati, fatto che dovrebbe annunciare una certa ripresa per il settore. Anche in questo caso non resta che attendere la nuova ondata Ultrabook Ivy Bridge, nonché la sua copia low cost, per capire qualcosa in più di questo mercato.

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Portocala27 Aprile 2012, 11:20 #1
In pratica stanno ammettendo che hanno fallito la strategia/prodotto?
zanardi8427 Aprile 2012, 11:25 #2
Insomma tutto secondo i piani.... si fa per dire.
No, non esiste ultrabook senza SSD. I cloni non saranno altro che comuni notebook sottili, non ultrabook. Anche perchè è assai probabile che presenteranno la scocca in plasticaccia.
Ben venga invece una piattaforma AMD, ma sempre con chassis metallico ed SSD, oltre al display da 13".
Ziosilvio27 Aprile 2012, 11:29 #3
Originariamente inviato da: zanardi84
Insomma tutto secondo i piani.... si fa per dire.
No, non esiste ultrabook senza SSD. I cloni non saranno altro che comuni notebook sottili, non ultrabook. Anche perchè è assai probabile che presenteranno la scocca in plasticaccia.
Ben venga invece una piattaforma AMD, ma sempre con chassis metallico ed SSD, oltre al display da 13".

In effetti mi sto per l'appunto chiedendo che cosa aspetta AMD a proporre una sua alternativa...
gomax27 Aprile 2012, 11:35 #4
In effetti non ho ancora capito perchè Intel pensa che il mercato debba per forza adeguarsi alle caratteristiche e ai costi "dettati" da Intel...
Un modello di business da monopolista, dove (ancora, per fortuna, e speriamo non lo sia mai) monopolista non è. Speriamo in AMD.

Ciao
calabar27 Aprile 2012, 11:41 #5
L'idea non è di per se malvagia, spero solo che non risparmino sulla batteria.
Se si avrà un sistema leggero, compatto e con un'elevata autonomia, allora potrà comunque essere ottimo per chi non può spendere troppo e si accontenta.

Per quanto riguarda la scocca, io non preferisco il metallo ai materiali plastici, che possono essere di altissima qualità e con caratteristiche migliori da diversi punti di vista. L'importante è che non si utilizzino plastiche troppo economiche.

@Ziosilvio
AMD non sta aspettando nulla, il prodotto che potrà utilizzare, Trinity, è schedulato per l'uscita da tempo e al momento pare non debba subire ritardi.
Quando sarà disponibile, allora potremo avere gli "ultrathin" AMD.
Duncan27 Aprile 2012, 12:00 #6
Se uno prende un ultrabook vuole estrema portabilità, potenza ecc, se diminuisci uno dei fattori non è più un ultrabook...
nudge27 Aprile 2012, 12:58 #7
Si insomma, stanno piano piano convergendo tutti verso quello che la Apple ha prodotto già anni fa: il MacBoko Air.
Come fanno a guadagnare fette di mercato vendendo un prodotto presente da anni?
tmx27 Aprile 2012, 13:57 #8
chiudete un attimo gli occhi

e pensate a quanto prende di stipendio il genio che se n'è uscito con questa conseiderazione.

Raghnar-The coWolf-27 Aprile 2012, 14:02 #9
Originariamente inviato da: nudge
Si insomma, stanno piano piano convergendo tutti verso quello che la Apple ha prodotto già anni fa: il MacBoko Air.
Come fanno a guadagnare fette di mercato vendendo un prodotto presente da anni?


Ehm offrendo alternative a basso costo agli attuali Ultrabook si avvicinano al Macbook Air?

Come di grazia?
nudge27 Aprile 2012, 14:27 #10
"Ehm offrendo alternative a basso costo agli attuali Ultrabook si avvicinano al Macbook Air?"
Ma quanto vuoi che abbassino i prezzi? Se adesso costano 700-800 euro minimo, arriveranno a 600 euro. Un MacBook Air lo si trova a 900 euro, credo proprio che la maggior parte dei pensanti si prenda un Air anzichè un UltraBook con Windows7, purtroppo è il mercato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^