Un nuovo CEO per GlobalFoundries: è Sanjay Jha ex di Motorla Mobility

Un nuovo CEO per GlobalFoundries: è Sanjay Jha ex di Motorla Mobility

La fonderia di semiconduttori annuncia un avvicendamento al timone della compagnia: Ajit Manocha lascia il posto a Sanjay Jha, che in passato ha operato come CEO di Motorola gestendo la trasformazione della compagnia

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:51 nel canale Mercato
Motorola
 

Anno nuovo, nuovo CEO per GlobalFoundries: la fonderia ha infatti annunciato nel corso della giornata di ieri la nomina di Sanjay Jha a Chief Executive Officer della compagnia. Jha, operativo sin da subito nel suo nuovo ruolo, ha operato in passato in qualità di CEO di Motorola Mobility (ora divisione di Google) e di Chief Operating Officer di Qualcomm.

Ibrahim Ajami, vicepresidente del consiglio di amministrazione di GlobalFoundries, ha commentato: "Sanjay è uno dei leader più rispettati del settore tecnologico e ha mostrato la propria abilità di portare consistentemente valore agli azionisti. Il suo background del settore e l'esperienza come foundry customer permetterà a GlobalFoundries di sostenere una progressiva crescita".

L'ormai ex-CEO di GlobalFoundries, Ajit Manocha, tornerà invece nel suo ruolo di consigliere degli azionisti, già ricoperto precedentemente alla nomina di CEO alla metà del 2011. Manocha ha commentato: "E' stato un viaggio incredibile ed il nostro successo fino ad ora è stata una testimonianza della nostra capacità di stringere relazioni con i principali clienti del settore. Sono fiducioso di lasciare GlobalFoundries in una posizione di forza e che Sanjay porterà questa compagnia verso nuovi orizzonti".

Anche Ajami ha avuto modo di sottolineare l'operato di Manocha: "Ajit ha giocato un ruolo fondamentale nel portare GlobalFoundries al secondo posto tra le fonderie di semiconduttori nel mondo, mantenendo le relazioni con i clienti, il primato tecnologico e l'eccellenza operativa". In questo periodo Manocha collaborerà con Jha per semplificare il processo di transizione e il passaggio delle responsabilità.

Tra le prime responsabilità del nuovo incarico, Jha si dovrà occupare della supervisione delle operazioni di costruzione del nuovo stabilimento produttivo Fab 8 presso Malta, nello stato di New York, e dell'avvio delle operazioni di produzione a 14 nanometri, nonché delle attività di aggiornamento degli stabilimenti a Singapore e in Germania.

"Sono elettrizzato di avere l'opportunità di guidare una compagnia con uno storico così forte nel settore che conosco e amo. Non vedo l'ora di lavorare con Ajit durante la transizione e con un team talentuoso per continuare a contribuire all'affermazione dei nostri clienti" ha commentato il nuovo CEO.

L'operato di Jha nella svolta di Motorola è risultato essere particolarmente efficace per la compagnia: egli ha infatto non solamente diagnosticato il problema e impartito ordini, ma ha operato in prima linea infondendo nuova linfa vitale ad un gruppo di executive e dipendenti demotivati dalla situazione, supervisionando in prima persona i progetti chiave. Negli anni scorsi Jha è salito agli onori delle cronache come uno dei CEO più pagati del settore tecnologico.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^