Un terzo trimestre 2013 positivo per Intel, a dispetto della crisi dei PC

Un terzo trimestre 2013 positivo per Intel, a dispetto della crisi dei PC

A dispetto dei risultati di vendita del settore PC nel complesso Intel segna per il terzo trimestre 2013 dati finanziari decisamente validi, allineati a quelli di 12 mesi fa e in crescita rispetto al trimestre precedente

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:01 nel canale Mercato
Intel
 

Nella serata di ieri Intel ha reso disponibili i risultati finanziari registrati nel corso del terzo trimestre 2013, periodo nel quale a dispetto delle difficoltà del mercato dei PC l'azienda americana è stata capace di ottenere buoni risultati complessivi.

Il fatturato ha toccato quota 13,5 miliardi di dollari, in linea con le previsioni formulate in precedenza e pari a quanto registrato nello stesso periodo dello scorso anno. Dato simile anche per l'utile netto, che ha toccato quota 3 miliardi di dollari, mentre è leggermente in crescita il margine operativo lordo pari al 63,3% contro il 62,4% di 12 mesi fa.

Nel confronto con il trimestre precedente, il secondo dell'esercizio fiscale 2013, Intel ha ottenuto dati migliori per tutti gli indicatori. In quel periodo il fatturato era stato pari a 12,5 miliardi di dollari, con un utile netto di 2 miliardi e un margine operativo lordo del 58,3%.

A spiccare i risultati di vendita registrati dalla divisione Data Center, con un fatturato di periodo che è aumentato del 12% rappresentando un record per l'azienda. A calare leggermente i dati delle altre due divisioni, in particolare quella PC Client Group che è ovviamente impattata dal calo nella domanda di soluzioni PC tradizionali ma che comunque si mantiene su valori di fatturato molto elevati. Intel evidenzia per questo gruppo un fatturato di 8,4 miliardi di dollari, in crescita del 3,5% rispetto al trimestre precedente ma in calo sempre del 3,5% prendendo quale riferimento lo stesso periodo dello scorso anno.

Le stime per gli ultimi 3 mesi dell'anno parlano di un fatturato atteso tra 13,2 e 14,2 miliardi di dollari, con un margine operativo lordo compreso tra il 59% e il 63%. A titolo di confronto ricordiamo come nel quarto trimestre 2012 Intel abbia registrato vendite per 13,5 miliardi di dollari, con un margine operativo lordo del 58%.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PaulGuru16 Ottobre 2013, 14:48 #1
E meno male che con la produzione dei 22nm attuali e dei 14nm futuri Intel stava andando sempre più in perdita.
dobermann7716 Ottobre 2013, 14:51 #2
Originariamente inviato da: PaulGuru
E meno male che con la produzione dei 22nm attuali e dei 14nm futuri Intel stava andando sempre più in perdita.


Malek8616 Ottobre 2013, 14:54 #3
Credo che il problema di Intel non siano i processi produttivi (pur con ritardi e tutto il resto, stanno dieci spanne sopra ad AMD), ma il fatto che non riescono ad entrare in maniera notevole nel mercato tablet/smartphone, cosa che in futuro potrebbe essere parecchio fastidiosa.

Per ora le cose vanno bene, ma cosa succederà fra alcuni anni?
dobermann7716 Ottobre 2013, 15:00 #4
Originariamente inviato da: Malek86
ma il fatto che non riescono ad entrare in maniera notevole nel mercato tablet/smartphone, cosa che in futuro potrebbe essere parecchio fastidiosa.

Per ora le cose vanno bene, ma cosa succederà fra alcuni anni?


Ti pareva che Intel non avesse problemi
Intel è appena entrata nel mercato tablet/smartphone.

Ti domando: è Intel che deve preoccuparsi di avere al momento un mercato molto piccolo, o sono Qualcomm / Arm / Samsung a doversi preoccupare di trovarsi all'improvviso Intel tra i piedi?
Vedi un po' te...
Malek8616 Ottobre 2013, 15:09 #5
Originariamente inviato da: dobermann77
Ti pareva che Intel non avesse problemi
Intel è appena entrata nel mercato tablet/smartphone.

Ti domando: è Intel che deve preoccuparsi di avere al momento un mercato molto piccolo, o sono Qualcomm / Arm / Samsung a doversi preoccupare di trovarsi all'improvviso Intel tra i piedi?
Vedi un po' te...


Un po' entrambe. Sicuramente un concorrente grosso come Intel non vorrebbe averlo fra i piedi nessuno. Però, più tempo passa senza risultati, e più diminuiscono le loro possibilità di guadagnare quote rilevanti.
PaulGuru16 Ottobre 2013, 15:37 #6
Il mercato mobile è già esploso da un pezzo, fra un po' è più plausibile che si arrivi alla saturazione e che siano Qualcomm & co. a doversi calmare, Intel è appena entrata ed è agli inizi e può solo migliorare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^