Vendite stabili per i PC nel corso del secondo trimestre 2012

Vendite stabili per i PC nel corso del secondo trimestre 2012

Risultato di fatto allineato ai 12 mesi precedenti, con un mercato che è sempre più spinto verso soluzioni mobile quali smartphone e tablet e con minore incidenza dei sistemi PC tradizionali, desktop e notebook

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:23 nel canale Mercato
 

Le più recenti stime fornite da Gartner sulle vendite di sistemi PC a livello mondiale evidenziano una lieve contrazione nel numero complessivo di PC venduti nel corso del secondo trimestre 2012, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Con circa 87,5 milioni di PC venduti la variazione al ribasso è dello 0,1%.

Si tratta del settimo trimestre consecutivo di crescita zero o a singola cifra, dato che riflette l'incertezza economica a livello globale e le difficoltà tanto nel settore professionale come nel mercato consumer a far fronte agli investimenti tecnologici.

Le vendite stabili di PC sono anche legate al forte interesse, da parte del pubblico consumer, verso le soluzioni tablet e in generale ai dispositivi mobile. Si tratta di prodotti che permettono di avere una buona produttività complessiva, con prezzi anche più alti di un PC tradizionale ma con un appeal da parte degli utenti molto più elevato rispetto a quelli di un PC, desktop o notebook che sia.

Tra i produttori HP continua a detenere la prima posizione con il 14,9% del totale, seguita da vicino da Lenovo con il 14,7%. Quest'ultima continua la propria crescita verso la terza posizione con un incremento rispetto al secondo trimestre 2011 del 14,9%, contro un calo del 12,1% registrato da HP. Acer si posiziona al terzo posto con l'11% del totale, superando Dell che rimane al 10,7%: per Acer la crescita è del 3,6% mentre Dell vede un calo della propria quota di mercato dell'11,5%. Al quindi posto troviamo Asus con il 7%, forte di un incremento del 38,6% rispetto al secondo trimestre 2011. Chiudono il quadro i restanti produttori con il 41,7% aggregato, in calo del 2% rispetto a 12 mesi fa.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
D6915 Luglio 2012, 15:46 #1
Non sono d'accordo con le vostre considerazioni, a mio avviso l'interesse verso il mondo mobile incide in maniera molto meno accentuata di come lo riportate nell'articolo.

Sappiamo benissimo che chi il computer lo compra per lavoro non lo cambia ogni 2 mesi ma lo tiene per anni quando non sono decenni addirittura, ristretta nicchia del mercato comunque questa. Chi invece lo usa per svago o per giocare (questa la grande fetta) non è assolutamente messo alle strette da ansia da prestazione da anni, vedo molta gente con la prima generazione di Core2Duo di 5-6 anni fa che cambiando semplicemente la scheda grafica ogni 2-3 anni riesce a fare tutto quello che fanno i "colleghi" con i nuovi core i7 e schede video da 600€ ecc... e questo senza compromessi per avere prestazioni. Magari si potrà avere una leggera differenza a scomprimere uno zip, roba da mezzo secondo, oppure 2 secondi in più a caricare il sistema all'avvio, o roba del genere.... ma nell'uso comune quotidiano non c'è differenza ad occhio nudo se non nei benchmark, nei giochi nemmeno.

Certamente gli ultrabook e tablet di nuova generazione stanno attirando l'attenzione della "massa", ma dichiarare che sta azzerando la crescita dei pc desktop non lo trovo corretto. A mio avviso i motivi sono assolutamente altri.

Volete dirmi che il montaggio del mio video delle vacanze d'estate lo faccio con il tablet? non credo proprio.

La collezione di foto delle vacanze, il battesimo del nipotino, il matrimonio dei parenti.... faccio uno slideshow con il tablet? magari in futuro sì, ma adesso lo faccio col mio desktop di 6 anni fa, e alla grande anche.

Giocare? gioco a 3 frame al secondo col mio ultimissimo ultrabook nuovo di zecca? no grazie! preferisco il mio vetusto pc desktop di 6 anni fa che mi garantisce un'esperienza fluida a tutto al massimo.

Il tablet? bah... potrebbe andare bene agli esauriti che in vacanza non possono fare a meno di consultare la posta, oppure ai malati di facebook che hanno paura di perdere 347 amicizie se non scrivono ogni giorno 200 messaggi. Altri usi? non mi vengono in mente al momento... può darsi che che in futuro con 2 tocchi di touchscreen un tablet sia in grado di fare meglio di quello che fa adesso un pc desktop di fascia bassa, ma al momento è in difficoltà anche solo a visualizzare un film in full hd o un video su youtube.

Quindi tirando le somme, se sono anni che le vendite non calano vuol dire che sono anni che i pc desktop continuano a vendere allo stesso ritmo, è un dato impressionante considerando quanto detto fin'ora e considerando che ormai a parte i paesi emergenti il mercato è saturo.

Solo due modi diversi di interpretare i dati delle vendite elencati qui sopra ; )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^