Visa: presto la strategia per i pagamenti mobile

Visa: presto la strategia per i pagamenti mobile

Visa dovrebbe annunciare nel corso delle prossime settimane i propri piani per le strategie dei pagamenti mobile, da effettuarsi con smartphone e dispositivi da tasca

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:12 nel canale Mercato
 

Nel corso delle prossime settimane Visa annuncerà le nuove strategie legate ai pagamenti in mobilità. E' Joseph Saunders, CEO e presidente esecutivo di Visa, ad anticipare l'annuncio in occasione della conferenza di presentazione dei risultati dell'ultimo trimestre.

Visa ha da qualche tempo operato importanti investimenti per preparare un'adeguata strategia nel campo dei pagamenti mobile: lo scorso mese ha investito in Square, una compagnia con base a San Francisco, che sta collaborando con attività commerciali per metterle nelle condizioni di accettare pagamenti di carta di credito utilizzando uno smartphone. Nel corso del mese di febbraio Visa ha acquisito, con un'operazione del valore di 190 milioni di dollari, Play Span, una società che gestisce transazioni monetarie per beni virtuali all'interno di giochi online e social network.

Visa ha inoltre recentemente annunciato una partnership con Gap, che usa la piattaforma Visa per comunicare sconti e promozioni sui capi di abbigliamento tramite messaggi di testo ai clienti che si trovano in prossimità di un punto vendita. Questa piattaforma sarà presto utilizzata anche da altre realtà.

Saunders ritiene che la soluzione che Visa ha preparato sia la più completa rispetto a quanto stiano facendo i concorrenti. "Abbiamo preferito non parlarne fino a quando non abbiamo composto una proposta adeguata, dove possiamo dire di avere qualcosa di significativo e poisitivo" ha commentato Saunders. Il CEO di Visa ritiene che una soluzione di pagamento che sia realmente fruibile deve avere una serie di caratteristiche: convenienza, semplicità, standardizzazione, interoperabilità, accessibilità globale e sicurezza.

Attualmente oltre a quelli che possono essere considerati i concorrenti naturali di Visa, ovvero Mastercard, PayPal ed American Express, vi sono un'altra serie di realtà che stanno portando avanti strategie per i pagamenti digitali, come ad esempio Facebook, Amazon, Google e gli operatori di telefonia mobile. A tal proposito Saunders ha dichiarato: "Nessuna delle soluzioni che abbiamo visto è in grado di rispondere a tutti i criteri contemporaneamente. Visa da lungo tempo mette a disposizioni soluzioni per il punto di vendita fisico che rispondono a questi requisiti e stiamo portando avanti o stesso approccio al mondo online e mobile".

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
v1nline09 Maggio 2011, 15:53 #1
speravo che perdessero il treno!

si può fare ben volentieri a meno di loro come intermediari, nei pagamenti mobile, no? basta dare licenza agli operatori telefonici e usare la sim come carda di credito prepagata
Baboo8509 Maggio 2011, 21:12 #2
Vero ma la SIM e' clonabile (e via tutti i soldi caricati ) inoltre mica si stava tendendo ad eliminarla per l'embedded-sim?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^