Visual, Parallel e Mobile: le tre parole chiave per Jen-Hsun Huang

Visual, Parallel e Mobile: le tre parole chiave per Jen-Hsun Huang

Un'intervista al CEO societario di NVIDIA offre l'occasione per approfondire alcune interessanti osservazioni circa il mercato e il futuro del mercato tecnologico

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 09:31 nel canale Mercato
NVIDIA
 

L'ultimo giorno del GTC si apre con un incontro tra il CEO di NVIDIA Jen-Hsun Huang e Quentin Hardy, giornalista per la rivista Forbes: una chiacchierata destinata a toccare alcuni importanti argomenti circa lo stato attuale delle cose e il futuro della società. Per una comodità di lettura, abbiamo preferito riportare un sunto dell'intervista toccando i temi fondamentali.

Se NVIDIA è partita come azienda dedicata al mondo dei videogiocatori, questa direzione è cambiata nel corso degli ultimi anni. Questo è chiaro ed evidente e il CEO di NVIDIA non può che confermare . Jen-Hsun Huang ci tiene però a spiegare una cosa: NVIDIA ha da sempre sviluppato le soluzioni non per creare un chip più veloce di quello precedente, e questa non è mai stata la loro strategia. La direzione che è stata sempre seguita, ammette Jen, è stata quella di fornire ai nostri utenti una soluzione capace di rispondere alle loro esigenze e questo ci ha portato a modificare nel corso degli ultimi tempi le nostre soluzioni. La slide che ho mostrato nel corso del mio primo keynote (di cui abbiamo parlato in questa notizia), continua il CEO di NVIDIA, ha infatti come scopo proprio questo: ispirare gli sviluppatori e fargli capire che il GPU computing è appena iniziato ed è destinato a crescere.

La discussione si sposta così sul mercato tecnologico e come si evolverà nei prossimi anni. L'opinione del CEO di NVIDIA non lascia margini ed è lapidaria a riguardo: i prossimi cinque anni porteranno importantissimi passi in avanti per la tecnologia. Questi passi in avanti comporteranno altrettanti importanti cambiamenti. Spostando il discorso sul mondo software questo rappresenta, a detta del portavoce di NVIDIA, l'anno in cui le applicazioni parallele e basate su CUDA arriveranno sul mercato. Fino ad oggi il terreno è stato preparato , ed è stato dato il via ad un elevato numero di progetti: dalle parole di Jen-Hsun Huang appare evidente la convinzione a riguardo. Citando testuali parole "non solo ci credo, ma sono pienamente convinto che il parallel computing sarà il futuro". Visual, Parallel e mobile saranno, in sintesi, le parole chiave per lo sviluppo tecnologico dei prossimi anni.

NVIDIA GTC

Parlando dei trend di mercato, il discorso si muove sul periodo natalizio. La visione che il CEO di NVIDIA ha per le prossime festività natalizie è espressa nei seguenti concetti: a caratterizzare questo momento di mercato saranno i principali produttori di telefonia, nomi come HTC, Samsung ed LG avranno il predominio sul mercato. Le stesse aziende, continua Jen-Hsun Huang, saranno impegnate per portare sul mercato una nuova categoria di telefonini, che potremmo chiamare super-phone: con questo nome il CEO di NVIDIA identifica unità handheld caratterizzate da una elevata potenza di calcolo. Il segmento emergente dei Tablet, inoltre, sempre secondo l'opinione del portavoce di NVIDIA, andrà ad erodere sensibilmente il mercato dei portatili propriamente detti: arriveranno certamente proposte alternative all'iPad di Apple; molti partner della nota società californiana, infatti, sono al momento impegni allo sviluppo di queste soluzioni.

L'ultima domanda di questa discussione è un diretto: "E tu, con quale dispositivo vai in giro?"

La risposta del CEO arriva altrettanto direttamente: "Sono qua con uno smartphone e un portatile. Il portatile però fino a oggi ancora non l'ho accesso e ho fatto quasi tutto con il telefono. Prima di partire però mi sno domandato "e se mi servisse il portatile?", allora ho deciso di portarlo. Mi sono però anche reso conto che in un anno questa domanda non avrà più motivo di esistere. L'arrivo di Tegra sui cellulari, e l'avvento di come ho predetto di quella categoria di super-phone, offrirà una soluzione capace di garantire sufficiente potenza di calcolo per fare tutto. E non dimentichiamoci che ho speso un miliardo di dollari per fare Tegra: ora lo voglio vedere in azione".

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav24 Settembre 2010, 10:31 #1
Che il 2011 sia l'anno buono per Tegra: bah, staremo a vedere
ally24 Settembre 2010, 11:48 #2
...ma è la stessa intervista in cui ha parlato del calvario di fermi?...

Jen-Hsu Huang, amministratore delegato di Nvidia, ha spiegato che cosa non ha funzionato nello sviluppo dell'architettura Fermi in un'intervista al sito tedesco Golem.de. Huang ha confermato che l'intero chip è stato riprogettato - in circa sei mesi - perché la prima revisione A0 non funzionava. Il problema risiedeva nelle interconnessioni tra i core della GPU, che bloccavano ogni tipo di comunicazione tra le diverse unità. "Immaginate che siamo tutti dei processori e che funzioniamo correttamente, ma non possiamo parlare tra di noi. Siamo tutti sordi e muti", ha spiegato l'AD. All'origine del ritardo ci sono però anche problemi di comunicazione interna tra i team. A quanto pare gli uomini che lavoravano sull'architettura e sulla fisica erano divisi e non coordinati tra loro. Mancava un uomo di contatto, qualcuno che riuscisse a portare avanti il progetto in modo adeguato. A chiudere il quadro gli ormai noti problemi con il processo produttivo a 40 nanometri di TSMC. Le simulazioni "al banco" mostravano che i chip Fermi erano in grado di funzionare, ma il prodotto finito non dava gli stessi risultati. Insomma, tanti e troppi errori da più parti, speriamo serva da lezione.


...ciao Andrea...
ally24 Settembre 2010, 11:52 #3
Originariamente inviato da: Mparlav
Che il 2011 sia l'anno buono per Tegra: bah, staremo a vedere


...sembra che i ritardi di win7 e problemi con android abbiano bloccato la scelta per tegra...intanto nvidia ha annunciato una soluzione tegra all'anno...peccato che i partner che hanno deciso di adottarlo si contano veramente sulle dita di una mano...

...ciao Andrea...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^