Wi-Fi Alliance ammonisce: rispettate le regole

Wi-Fi Alliance ammonisce: rispettate le regole

Wi-Fi Alliance ha ammonito i produttori di accessori wireless ad un rigoroso rispetto delle regole. Sotto accusa i sistemi proprietari che permetto di superare le velocità imposte dagli standard.

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 09:42 nel canale Mercato
 

Wi-Fi Alliance ha ammonito i produttori di accessori wireless ad un rigoroso rispetto delle regole al fine di garantire un armonioso sviluppo delle nuove tecnologie di comunicazione.

Sotto accusa i sistemi proprietari che permettono di superare le velocità imposte dagli standard quando la connessione avviene tra dispositivi dello stesso produttore, sembra infatti che tali sistemi pur garantendo velocità considerevoli possano creare problemi ad altri dispositivi wireless installati nelle vicinanze rallentandone la velocità di trasmissione.

L'osservazione degli standard, pur limitando la velocità di trasmissione, garantisce l'interoperabilità tra dispositivi di vari produttori ed evita di arrecare problemi ad altre reti esistenti, questo è in estrema sintesi lo scopo di Wi-Fi Alliance.

Frank Hanzlik, manager di Wi-Fi Alliance, ha affermato: "If a product extension significantly impacts the ability of other Wi-Fi CERTIFIED equipment to operate as intended, the Alliance may withhold or revoke certification. We have taken this important step due to the Wi-Fi Alliance’s continued commitment to a positive consumer experience."

Wi-Fi Alliance ha anche dichiarato che, nel caso in cui non vengano rispettate le linee guida degli standard IEEE 802.11, potrà essere negato il riconoscimento "Wi-Fi CERTIFIED" con il divieto di utilizzare il relativo logo.

Una piccola doccia fredda che ha lo scopo di riportare l'attenzione sulle problematiche di interoperabilità e standard, rallentando se necessario la corsa a throughput sempre più elevati.

Fonte: TheRegister.com
19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NoX8322 Luglio 2004, 10:41 #1
Bè mi sembra un po' un capriccio...che rete avrò mai così vicina da disturbarla? Certo, se disturbo quello del piano di sotto è abb. pesante, però...
cagnaluia22 Luglio 2004, 10:50 #2
quindi USRobotics... 108Mb
Chip Atheros... 108Mb...
....
non sarebbero WiFi CERTIFIED...

beh.. è vero!Ma Dovrebbero solo ben specificare come stanno le cose... e continuare a vendere le proprie soluzioni normalmente.
OverCLord22 Luglio 2004, 11:18 #3
Hanno fatto bene, il rischio era che ci fosse una esplosione di soluzioni proprietarie che non tenessero conto di un fattore importantissimo come quello della non interferenza con altri dispositivi, col risultato che con la loro diffusione sarebbero diventati poi poco utilizzabili.
Se si vuole andare piu' veloci bisogna aspettare le nuove specifiche, emanate da chi fa questo mestiere e ha tenuto conto di tutti i fattori in gioco.
OverCLord22 Luglio 2004, 11:19 #4
Hanno fatto bene, il rischio era che ci fosse una esplosione di soluzioni proprietarie che non tenessero conto di un fattore importantissimo come quello della non interferenza con altri dispositivi, col risultato che con la loro diffusione sarebbero diventati poi poco utilizzabili.
Se si vuole andare piu' veloci bisogna aspettare le nuove specifiche, emanate da chi fa questo mestiere e ha tenuto conto di tutti i fattori in gioco.
turbosandrino22 Luglio 2004, 11:53 #5
puoi ripetere ancora? non ho capito :P
Kralizek22 Luglio 2004, 12:40 #6
un mio amico abita di fronte l'univ... risultato? non può usare una rete wireless in casa perchè il segnale di quella universitaria è troppo potente...
vincino22 Luglio 2004, 12:49 #7
Wow... allora può usare internet dell'università gratis!
DioBrando22 Luglio 2004, 15:17 #8
Originariamente inviato da vincino
Wow... allora può usare internet dell'università gratis!


se n ha la chiave per entrare si attacca


cmq è una presa di posizione giusta quella della WFA, anche perchè stanno nascendo altre alleanze e altri consorzi molto potenti e influenti...il rischio è quello di avere + formati diversi ognuno spinto da tot case affinchè diventi standard.

Una situazione che potrebbe finire col creare confusione tra gli utenti e incompatibilità manifeste tra i vari prodotti...un pò quello che è successo con i masterizzatori DVD
vincino22 Luglio 2004, 15:26 #9
Cmq skerzi a parte mi è capitato di installare un rete wireless per collegare due edifici di una scuola a 300m circa di distanza. Quindi con due access point configurati come bridge e con antenna esterna direzionale. Stranamente di mattina funziona tutto, ma dopo le 13 circa tutti i giorni nn funziona + nulla.
Interferenze? boch! Il mistero è fitto su questa vicenda.
DioBrando22 Luglio 2004, 16:30 #10
Originariamente inviato da vincino
Cmq skerzi a parte mi è capitato di installare un rete wireless per collegare due edifici di una scuola a 300m circa di distanza. Quindi con due access point configurati come bridge e con antenna esterna direzionale. Stranamente di mattina funziona tutto, ma dopo le 13 circa tutti i giorni nn funziona + nulla.
Interferenze? boch! Il mistero è fitto su questa vicenda.


non credo nemmeno che quello che hai fatto sia a norma di legge....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^