Wi-fi ancora insicuro: non va alle olimpiadi

Wi-fi ancora insicuro: non va alle olimpiadi

I responsabili del servizio informatico delle prossime Olimpiadi di Atene hanno escluso la possibilità di utilizzare le tecnologie wi-fi

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 08:43 nel canale Mercato
 

I responsabili del servizio informatico delle prossime Olimpiadi di Atene hanno escluso la possibilità di implementare una rete wi-fi in occasione dell'evento sportivo.

Considerando la breve durata temporale di tale appuntamento, la realizzazione di una rete senza fili sembrerebbe la soluzione più adatta e versatile, infatti i cablaggi da realizzare sarebbero estremamente esigui.

Alla base del NO imposto dagli organizzatori vi sarebbe la scarsa sicurezza del protocollo IEEE 802.11b, infatti i dati sensibili relativi ad atleti ed alle decisioni di giuria potrebbero essere facilmente intercettati.

Il sistema infomatico progettato per le prossime olimpiadi prevede la connessione di 10000 pc desktop e la presenza di 850 server. La maggior parte dei dispositivi utilizzerà Sun Solaris.
In caso di black out sarà disponibile un enorme UPS con generatore diesel.

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sig. Stroboscopico22 Agosto 2003, 09:39 #1
ahahahah!

in caso di black out ci dovevano mettere delle biciclette che avrebbero fatto pure da preriscardo per gli atleti!

^__^

Ciao!
Manwë22 Agosto 2003, 09:59 #2
Una sicurezza con il Wi-Fi c'è, ed è quella di prendersi un tumore
teoprimo22 Agosto 2003, 10:29 #3
parole sante!
chaosgate22 Agosto 2003, 10:56 #4
perchè? siamo già immersi fra le onde radio...forse l'alta frequenza dell wi-fi?

rocchi8422 Agosto 2003, 13:06 #5
Una sicurezza con il Wi-Fi c'è, ed è quella di prendersi un tumore


Ma per favore!!!! Nn diciamo cavolate, nn c'è nulla di scientificamente dimostrato sugli effetti maligni delle onde radio!!!
ermenegildo22 Agosto 2003, 13:34 #6

per la radio del.........

per la radio del vaticano però c'è stato un bel pò di casino , infatti sono stati fatti degli studi ( esaltati anche dalle IENE ) e nel raggio di collocamento delle potenti antenne di radiomaria le casistiche di tumori erano + alte che in altri luoghi .
}DrSlump{22 Agosto 2003, 13:53 #7
Le onde radio non sono altro che campi elettromagnetici generati artificialmente. Un campo EM non fa male, tenete conto che siamo costantemente sommersi in un potente campo magnetico: quello terrestre. Esso non fa male (salvo particolari condizioni), per un semplice motivo: non varia nel tempo, o comunque varia molto lentamente.
I campi EM utilizzati per le trasmissioni radio sono invece variabili nel tempo, e lo fanno anche molto velocemente. La velocità con cui essi variano si misura con la frequenza: trasmettere un onda radio a 1Mhz significa generare un campo EM che cambia polarià 1000000 di volte al secondo. Cosa comporta ciò? Comporta che la struttura molecolare del nostro organismo viene polarizzata 1000000 volte al secondo, ossia le nostre molecole sono costrette a rigirarsi su se stesse 1000000. Se qualcuno vi prendesse e vi sbatacchiasse a destra e a sinistra 1000000 volte in un secondo come vi sentireste? Byez
**mUs3**22 Agosto 2003, 14:04 #8
Originariamente inviato da rocchi84
Ma per favore!!!! Nn diciamo cavolate, nn c'è nulla di scientificamente dimostrato sugli effetti maligni delle onde radio!!!



Appunto...inizi tu a sperimentare ???!!!
Diadora22 Agosto 2003, 14:34 #9
Originariamente inviato da **mUs3**
Appunto...inizi tu a sperimentare ???!!!

Se vuoi inizio io
A parte le barzellette sulle onde radio, non capisco perchè non installano sto cavol di wi-fi, se il lavoro viene fatto bene, con gli ultimi standard, i dati sono sicuri al 90% almeno.
Poi lol, bellissimo l'UPS diesel, lo voglio anch'io
lasa22 Agosto 2003, 15:20 #10
Sai che novità io lo dico da tempo che il wifi è immaturo...in Italia ci vorranno 15 anni prima che si diffonda roba del genere.....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^