Wi-Max: in Val D'Aosta è realtà

Wi-Max: in Val D'Aosta è realtà

E' stato inaugurato nei giorni scorsi nel comprensorio di Champoluc un collegamento Wi-Max

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 17:25 nel canale Mercato
 
Da tempo erano circolate informazioni relative alle sperimentazioni in atto, ma pochi giorni fa il progetto è stato ufficialmente innaugurato.

La stazione-base, collocata a Champoluc/Ayas Crest (quota 1900 m.s.l.m) fornisce connettività wireless a tutto il comprensorio. Per il momento i link attivati prevedono il collegamento delle sedi di Enti Pubblici e di alcune strutture turistiche.

E' prevedibile che in futuro le medesime possibilità di connessione verranno allargate anche ad altri operatori economici e in una fase finale anche all'utenza privata (va ricordato infatti che le soluzioni client di accesso Wi-Max saranno l'ultimo gradino della sperimentazione).

Il progetto di Champoluch non è il solo in atto, infatti per sopperire a difficoltà nella realizzazione di infrastrutture cablate, il ricorso a soluzioni wi-fi è una scelta obbligata che permetterà di collegare alla grande rete anche i piccoli comuni di montagna.

All'inaugurazione del collegamento in Val d'Ayas erano presenti il Ministro Lunardi e Silvio Scaglia, Presidente e fondatore di Fastweb. Quest'ultimo ha evidenziato l'esigenza di chiarire la questione relativa all'assegnazione delle frequenze, parte delle quali in uso da parte del Ministero della Difesa.

Fonte: Ansa
28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
riva.dani05 Dicembre 2005, 17:35 #1
Beh devo dire che non mi sarei aspettato che le prime reti Wi-Max in italia sarebbero spuntate su in cima a una montagna... Però a ben pensarci, per le sperimentazioni dev'essere il luogo ideale!
Xadhoomx05 Dicembre 2005, 17:45 #2
E' dove andavo io in ritiro a basket, un posto meraviglioso, e con una fiorente vita turistica. Quanto vorrei tornarci...
Comunque è proprio in quei posti sperduti dove la banda larga non può arrivare con cavo o non vogliono farla arrivare si userà il wi-max.
JohnPetrucci05 Dicembre 2005, 17:56 #3
Luogo adatto per la sperimentazione, speriamo che tale tecnologia si diffonda presto dove serve.
ulk05 Dicembre 2005, 17:58 #4



e ancora




Che coprano le aree rurali con ADSL e la finiscano con queste pagliacciate.
Già di Powerline si sono prse le traccie e così a seguire il satellite monodirezionale e bidirezionale
axias4105 Dicembre 2005, 18:24 #5
Quoto e straquoto ulk!
Da me per esplicita ammissione del direttore regionale di Telecom, l'ADSL non arriverà per almeno 2 anni!
Perché non vengono a provare il wimax a casa mia??
ciocia05 Dicembre 2005, 18:26 #6
che si sbrighino a portarlo in tutta italia che non ne possiamo piu' dell'analogico!!!!
Motosauro05 Dicembre 2005, 18:28 #7
Mah, a me tutto sto elettrosmog anche in montagna non pare una bella idea. Inoltre, con i climi estremi che ci sono in alto, non so quanto dureranno ste antenne. I politici corrono per le inaugurazioni, ma quando c'e da fare manutenzione ti attacchi, tanto loro la figura bella l'han già fatta... :|

Onestamente la cosa mi lascia perplesso
pirella05 Dicembre 2005, 18:28 #8

bho

io ancora no n ci ho capito una mazza... ma questa cosa è buona o no?
io sto in un paesino sperduto dell'umbria... non c'è l'adsl... magari ci mettono sta Wi-fi...

non è buona come cosa se iniziano a sperimentare?

PS: parlo proprio da newbbo in questo campo.. .semmai illuminatemi ;-)
Yokoshima05 Dicembre 2005, 18:36 #9
Si la "location" direi che è buona, per quel che riguarda la manutenzione sarebbe interessante sapere sul lungo andare. ^^

Sarebbe interessante sapere con cosa le alimentano ste benedette antenne. ^^

Io mi chiedo: se ci arriva la corrente per alimentare case ed antenna... perchè portarci un cavo telefonico per l'ADSL è impossibile??
Non stiamo mica parlando di fibre ottiche.

Ai post(eri) l'ardua sentenza.
Sig. Stroboscopico05 Dicembre 2005, 18:46 #10
Concordo che si diano una mossa!
e che dimostrino che il problema principale non è il fatto che nessuno sta facendo dorsali in Italia e nuove dorsali che connettano l'Italia al resto dell'Europa ma il semplice fatto che aspettavano il wimax per risparmiare in infrastrutture...

Sarebbe interessante sapere se ci sono anche attivisti verdi che stanno dimostrando contro questi nuovi ripetitori

eheheheheheh!

-__-'

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^