WiFi Alliance contro i kit wireless "pre-standard"

WiFi Alliance contro i kit wireless pre-standard

LA WiFi Alliance esprime il proprio disappunto circa i kit wireless che vengono commercializzati con determinate specifiche prima che lo standard comprendente tali specifiche venga ratificato

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:01 nel canale Mercato
 

La Wi-Fi Alliance ha formalmente dichiarato la propria avversione ai cosiddetti kit wireless "pre-standard", impegnandosi a non certificare i kit che dichiarano caratteristiche 802.11n prima che questo standard venga ratificato dall' IEEE, ratifica che dovrebbe avvenire non prima del Novembre 2006.

Nel caso degli standard 802.11b e 802.11g, in particolar modo per il secondo, è infatti accaduto che diversi distributori abbiano, prima della ratifica degli standard, commercializzato prodotti caratterizzati dalle più recenti spefiche tecniche, per cercare di rubare quote di mercato ai diretti concorrenti.

Secondo la Wi-Fi Alliance, considerando l'attuale diffusione dei network wireless, esiste il rischio di generare confusione fra gli utenti, siano essi consumer o business. La WFA ha inoltre minacciato di non rilasciare la certificazione per prodotti WiFi 802.11n che non risultassero compatibili con i precedenti prodotti certificati Wi-Fi.

Il rischio di utilizzare kit "pre-standard" è rappresentato anche dalla possibilità che tali kit vadano ad interferire con le trasmissioni dei prodotti certificati con lo standard precedente, fatto accaduto con i precedenti kit pre-standard 802.11g e poi risolto grazie ad upgrade rilasciati dai distributori.

Fonte: The Register

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cimmo12 Ottobre 2004, 11:49 #1
Fanno bene, certo che novembre 2006 e' in la' parecchio...
Mad Penguin12 Ottobre 2004, 12:20 #2
beh non ci si può poi lamentare se succedono casini...
se hanno messo una data cosi in la significa che il nuovo standard non è affatto maturo.... o no?
vink12 Ottobre 2004, 12:34 #3
Il fatto è che hanno forti interessi in gioco. Devono ammortare quanto investito negli attuali prodotti, per cui anche se è pronta una tecnologia migliore, non ce la danno finchè non avranno guadagnato abbastanza dalla vecchia.
Personalmente penso che se la nuova tecnologia è disponibile, dovrebbero certificarla immediatamente. Non ci vuole poi tanto a mettere nero su bianco le specifiche anzi... probabilmente il documento è già bello e pronto in un cassetto.
Aspettare due anni perché escano le specifiche è assurdo, soprattutto se i produttori sono già pronti a vendere. Noi utenti siamo sempre più considerati come polli da spennare... il più a lungo possibile.
raptus12 Ottobre 2004, 12:40 #4
... Differenze tra g e n? Grazie!
Mad Penguin12 Ottobre 2004, 14:00 #5
la g va a 54 la n a 108 se nn sbaglio
stefanotv12 Ottobre 2004, 14:51 #6
la n raggiungerebbe i 540Mbps con 4 canali a 40Mhz, con i 2 tradizionali a 20Mhz raggiungerebbe i 135Mbps
vink12 Ottobre 2004, 16:22 #7
Capito perché non vogliono che esca adesso?
Che se ne farebbero di tutte gli altri dispositivi che vanno a "soli" 54 Mbps????
stefanotv12 Ottobre 2004, 16:59 #8
c'è anche un'altra cosa,
in paesi come il giappone (ma non è l'unico) i canali a 40Mhz non sono permessi, quindi affermare uno standard che da un lato infragge le leggi di alcuni paesi e dall'altro va a discapito delle prestazioni è un po' complicato.
NoX8313 Ottobre 2004, 11:55 #9
Toglietemi una curiosità. Se uso lo stesso la versione "n" che in alcuni paesi è vietata, per esempio, che succede?
vink13 Ottobre 2004, 12:10 #10
In teoria niente, a meno che non ci siano apparecchi che nello stesso raggio d'azione utilizzino le stesse frequenze. In quei paesi è vietata la vendita, ma non credo che se li usi lo stesso ci sia il modo di accorgersene. Di certo, però, se usi un portatile non potrai sfruttare al 100% le potenzialità del tuo Wi Fi perchè l'access point locale risulterà "azzoppato", a patto che siano intercompatibili.
(A quel punto ti porti pur l'access Point )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^